martedì 21 novembre 2017

Recensione "Tu che colori la mia ombra" di Elle Eloise

Buongiorno a tutti,
qualche giorno fa vi avevo parlato di una serie che mi aveva colpito particolarmente e oggi sono pronta a raccontarvi il mio parere sul secondo libro.
Si tratta di "Tu che colori la mia ombra", di Elle Eloise, edito dalla Delrai Edizioni.
Vi ricordo che tutti i libri della serie 'How To Disappear Completely' sono autoconclusivi.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI

Quando Paolo torna a casa, in Italia, ad attenderlo c’è la solita vita: appartamento, famiglia, università, amici. Ogni cosa al proprio posto, tranne se stesso. Il momento di andare avanti è arrivato, ma chiudere col passato sembra ancora impossibile. Il vuoto interiore che la mancanza ha creato quasi lo soffoca e i colori sbiadiscono di fronte al ricordo che, sottile, affligge i suoi incubi. L’improvvisa comparsa di Noemi Rizzo lo catapulta indietro nel tempo, a quando una ragazzina dai capelli rossi faceva di tutto per attirare la sua attenzione. Selvaggia e coraggiosa, sempre sorridente, lei si insinua nella sua routine e Paolo ha la sensazione che il sole stia tornando a far capolino tra il velo di grigiore. C’è qualcosa in lei che gli fa credere di poter tornare a guardare se stesso con occhi nuovi, qualcosa che non lo fa cedere, ma che lo sprona a lottare contro tutto ciò che non vorrebbe mai diventare. E d’improvviso l’attrazione esplode

Mi dispiace se la tua vita fa schifo in questo momento,
ma io ho smesso di voler salvare le ragazze a tutti i costi.
Mi dispiace, ma non mi sento ancora pronto
a lasciarla andare.

In questo secondo capitolo della serie, ritroviamo Paolo, personaggio enigmatico e misterioso di "Apri gli occhi e comincia ad amare". C'erano tante, troppe cose poco chiare sul suo carattere e sulla sua storia e sono stata felice di ritrovarlo in questo libro. Si è rivelato un protagonista molto complesso con un mondo splendido che non avevo avuto modo di percepire.
Amo il suo essere duro, fragile e dolce al tempo stesso. Noemi tira fuori il meglio di lui e si dimostra un'ottima spalla. Mi è piaciuta moltissimo anche lei e insieme sono una coppia splendida.

Nulla è semplice con lui,
quando prima mi ha respinta pensavo di averlo perso per sempre:
non sapevo se lo avrei perdonato ancora,
ma non riesco a sopportare l'idea di separarmi da lui.
Ho una paura folle di stare con lui e allo stesso tempo
ho una paura folle di non stare con lui.

La dinamica interpersonale ed emozionale tra i due, non è delle più facili, sopratutto inizialmente.
Entrambi non hanno il cuore e la mente totalmente liberi e hanno una paura folle di soffrire ancora.
Ho apprezzato il fatto che l'autrice non gli abbia reso le cose facili, costringendoli a confrontarsi e scontrarsi più volte e mettendo in mostra i lati peggiori di entrambi i caratteri.
Confermo il parere positivo sullo stile e la prosa di questa autrice, sto divorando avidamente questa serie perché è impossibile smettere di leggerla!

So che anche tu hai avuto paura, 
te lo leggo in faccia.

-Sì, ma non posso permettere alla mia paura si sopraffarmi.
Non gliel'ho mai permesso.

Un'altra cosa che mi sento di sottolineare è l'importanza e la delicatezza con cui l'autrice affronta tematiche molto importanti in ogni suo romanzo. Trovo che sia difficile confrontarsi con determinate situazioni ma, nei suoi libri, anche gli argomenti più insoliti o complicati trovano la giusta collocazione e sono un valore aggiunto alla storia.
Non ho davvero alcun appunto da fare, libro promosso a pieni voti.


La serie:

- Apri gli occhi e comincia ad amare > Recensione



Recensione "Non basta dirmi ti amo" di Daniela Volonté

Buongiorno lettori,
in tantissimi mi avete chiesto un parere sull'ultimo libro di Daniela Volonté e oggi sono felice di accontentarvi raccontandovi "Non basta dirmi ti amo", edito da Newton Compton.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI

Durante le feste, l’aeroporto JFK di New York è persino più affollato del solito. A causa delle abbondanti nevicate, poi, tutti gli aerei sono in ritardo, compreso quello che dovrebbe riportare Beatrice in Italia. Durante l’interminabile attesa, un passeggero ha un infarto e Beatrice si ritrova a soccorrerlo tempestivamente con l’aiuto di un uomo con una cicatrice sul viso. Si chiama Callan ed è di origine inglese. Seppure per poco, l’intensità di quei momenti li ha avvicinati, ma l’annuncio dei voli richiama entrambi alle proprie vite e Beatrice torna in Italia dal fidanzato, Matthias, che ha in serbo per lei un’inaspettata proposta di matrimonio. I preparativi la inghiottono, insieme ai conflitti con l’ingombrante suocera e con suo fratello, che non vede di buon occhio le nozze. Beatrice ha quasi dimenticato l’episodio all’aeroporto, quando riceve il messaggio di Richard, l’uomo che ha salvato: ha organizzato un weekend in Toscana con le due persone a cui deve la vita. In pochi giorni tutto cambia e Beatrice dovrà prendere decisioni difficili pur di seguire il suo cuore. Sarà pronta a lasciarsi andare? 

Un aeroporto, un'emergenza e uno scambio di sguardi possono cambiare la vita?
Per Beatrice e Callan, sì e lo dimostrano in un romanzo emozionante e sofferto. Sono due personaggi profondamente diversi e separati da stati interi, eppure sono bastate poche ore per stravolgere completamente il loro destino. Tra i due, ho apprezzato moltissimo Callan, mentre ho trovato Beatrice a tratti un po' troppo infantile e indecisa. Insieme, però, formano un mix eccezionale fatto di punzecchiamenti continui e dialoghi molto diretti e spontanei.
Per tutta la durata del libro, ho provato un desiderio incessante di uccidere Matthias, un uomo pessimo.. sotto ogni aspetto (capirete perché durante la lettura).

Quante possibilità credi che ci siano che una donna si innamori di te?
Certo, qualcuna potrebbe trovarti affascinante ma di restarti accanto non se ne parla.

E' stato bello vedere il cambiamento di Callan: il suo cuore sembrava perduto, circondato da un invalicabile muro di cemento, ma grazie a Beatrice tutto è cambiato. Nella seconda parte del libro, il suo personaggio è completamente rinnovato e questo non sarà un bene, soprattutto per il cuore delle lettrici che non potranno far altro che innamorarsi perdutamente di lui.
Un timido cambiamento l'ho notato anche in Beatrice, una presa di coscienza più che altro.
Non c'è nulla di scontato nella loro storia, ma il tutto è una conseguenza di scelte e decisioni sofferte e azzardate.

La sollevo e con urgenza scivolo in lei.
Ogni volta il cuore accelera e il respiro si ferma.
Ogni volta è un regalo ritrovarmi così unito a questa creatura.

La Volonté ci porta in giro per il mondo: da New York alla campagna Toscana, in una serie di scenari suggestivi che racchiudono perfettamente la storia di Callan e Beatrice.
Amo la prosa dell'autrice, i suoi libri finiscono sempre troppo in fretta e hanno la rara capacità di farmi davvero sognare ad occhi aperti. Una storia perfetta per le amanti del romance di ogni età.
Non posso che promuovere con un bel voto questa magico e romantico libro!



lunedì 20 novembre 2017

Recensione "L'assassino americano" di Vince Flynn

Buon pomeriggio lettori,
oggi vi parlo di un thriller che mi è piaciuto moltissimo e che ho letto tutto d'un fiato.
Si tratta de "L'assassino americano", di Vince Flynn, edito da Timecrime.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI


Dopo decenni di spietata Guerra fredda, gli Stati Uniti si trovano in una posizione sempre più vulnerabile. Thomas Stansfield, veterano e capo della CIA, sa che l'identità del prossimo nemico è più sfuggente che mai. Per combatterlo con le sue stesse armi chiama la sua protetta, Irene Kennedy, e il suo vecchio collega, Stan Hurley, per formare un nuovo gruppo di agenti sotto copertura. Ma quale uomo è disposto a uccidere per il proprio Paese senza indossare una divisa? Irene lo troverà dopo l'attacco terroristico di Lockerbie. Uno di loro è Mitch Rapp, che ha perso la donna che amava. Ma non cerca conforto. Vuole i colpevoli. Sei mesi di intenso addestramento, e Rapp è pronto: dietro lo sguardo d'acciaio si nasconde un giovane uomo pronto a diventare un assassino americano.

Nonostante il tema molto particolare e una narrazione, a tratti, molto tecnica, non sono riuscita a staccare gli occhi dalle pagine di questo libro. Mi sono piaciuti molto tutti i personaggi, cattivi inclusi, ma la coppia Hurley/Rapp è una vera meraviglia. Con lo scorrere delle pagine, vediamo l'intera evoluzione del rapporto di amore e odio che si conclude con la nascita di una stupenda amicizia.

A Hurley non piaceva per niente prendere contatto con i propri
pensieri o sentimenti, o qualunque cosa fossero.
C'erano solo giusto e sbagliato e in mezzo un abisso pieno di frignoni della società,
gente che aveva ereditato il lusso della salvezza e della libertà,
senza aver mai fatto nulla per meritarsele.

La vicenda è ambientata in un clima ad alta tensione dove tutto è il contrario di tutto e non ci si può fidare di nessuno. L'autore dimostra una conoscenza straordinaria di tutte le tecniche di addestramento militare e dei meccanismi utilizzati dalle varie società di intelligence americane. Nonostante questo, la lettura è molto scorrevole e coinvolgente. Le avventure di Mitch Rapp, e la sua tormentata storia, sono appassionanti al massimo.
Inutile dire che ho fatto il tifo per lui e Stan tutto il tempo! 

L'eroe di una nazione
può essere un terrorista per un'altra.

E' stato facilissimo immaginare scene e situazioni, per questo sono ancor più curiosa di vedere la trasposizione cinematografica del libro. 
E' una storia interessante e scritta benissimo.
Non entro nel merito delle argomentazioni ideologiche e politiche, ma il tutto ha una sua coerenza e un buon livello di obiettività.
Vi consiglio di recuperarlo, soprattutto se amate le storie di azione e spionaggio.


Vieni al cinema con me!
Vivete a Roma? Volete vedere il film 'American Assassin' in anteprima?
Lasciatemi il vostro nominativo e una mail sotto questo post. 
Ho 7 biglietti validi per due persone da assegnare <3

Appuntamento al 
CINEMA 'THE SPACE ROMA' (P.ZZA DELLA REPUBBLICA)
ORE 20.30
21/11/2017

[Blogtour] "La ragazza del mare" di Sara Zarr

Buongiorno lettori,
oggi ho il piacere di ospitare la prima tappa del blogtour dedicato a "La ragazza del mare" di Sara Zarr. In questo appuntamento, cercherò di presentarvi il romanzo attraverso degli estratti.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI

Dopo che il padre l’ha sorpresa sul sedile posteriore di una macchina insieme a Tommy Webber, la vita della giovane Deanna è diventata un incubo. A distanza di due anni suo padre, che non riesce a perdonarle quell’errore, a stento riesce a guardarla in faccia. Anche se Tommy è l’unico ragazzo con cui sia mai stata, l’intera scuola la etichetta come una “ragazza facile”. Non potendo contare sull’aiuto della sua famiglia, Deanna cerca di trovare conforto in Tommy, ma lui, proprio come tutti gli altri, non fa che deriderla e tormentarla. In più, le sue due migliori amiche hanno cominciato a uscire con alcuni ragazzi, e lei si sente una specie di intrusa tra loro. Cerca allora di mantenere saldo almeno il rapporto con Darren, il fratello maggiore, ma ora che lui e la sua fidanzata sono assorbiti dai loro problemi di genitori adolescenti, deve imparare a difendersi da sola. Lo fa diventando ogni giorno più dura e insensibile, per quanto l’isolamento in cui si ritrova la faccia soffrire terribilmente. Il suo unico sollievo è un giornale su cui descrive la vita di una ragazza anonima… la sua stessa vita.







Continuate a seguire il tour, altri interessanti appuntamenti vi aspettano!
Ecco il calendario per non perdere le prossime tappe.





sabato 18 novembre 2017

[Self Publishing] "Giuditta. Il paradigma dell'amore" di Giada Castigli

Buon pomeriggio lettori,
questo pomeriggio vi parlo di un altro titolo self che ho selezionato per voi.
Questa volta si tratta di un romance firmato da Giada Castigli.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI

Giuditta è una studentessa universitaria all’ultimo anno di Medicina, è razionale e non crede in nulla che non abbia una logica ben precisa e, soprattutto, non ha mai trovato l’amore. Lei è la mantide religiosa delle relazioni: si lascia sedurre, fa finta di amare e poi fugge via, il più lontano possibile da qualsiasi turbamento che possa minare il suo impeccabile autocontrollo, finché incontra Gabriel.
Lui è un architetto della “Milano bene”, dedito ad una vita piena di donne ed eccessi. L’esistenza dei due protagonisti si fonde dopo il loro incontro, e mentre Giuditta cerca di mantenere un controllo emotivo che la metta al riparo da un’eventuale delusione d’amore, Gabriel prova ad amare celando, dietro una parvenza di cambiamento, le sue abitudini poco raccomandabili. La storia prosegue senza intoppi fino al ritorno in città dell’unica ex importante di Gabriel: Nicole.


Questo è un romance un po' anomalo. La protagonista, infatti, non è timida, non è insicura e, soprattutto, non cerca l'amore. Queste caratteristiche caratteriali mi hanno colpita e la rendono un personaggio diverso e particolare. Gabriel, al contrario, presenta svariati cliché ed un personalità volubile e poco responsabile. La dinamica sentimentale è instabile al massimo per tutta la durata del libro e opera un discreto cambiamento nella personalità di Giuditta mentre lascia intatta quella di Gabriel.

Ci si può innamorare ed essere ricambiati,
si può essere amati e non amare,
si può non amare e non essere amati.
In ogni caso si sopravvive.

Sono rimasta molto colpita dalla freddezza con la quale l'autrice si rapporta ai sentimenti. E' tutto molto schematico, o al massimo filosofico, ma poco emozionante.
E' questa la pecca più grande del libro, a mio avviso. Manca quasi del tutto di spessore emozionale e non si riesce ad appassionarsi alla vicenda. Riconosco una buona prosa, un linguaggio corretto e piacevole da seguire ma il tutto è poco coinvolgente ed appassionante.

Amare, amare incondizionatamente,
amare senza freni, amare rinunciando anche alla
propria dignità è inaccettabile.
Le persone non cambiano per amore,
ma l'amore può cambiare le persone.

La storia ha un gran potenziale, si legge molto velocemente e l'autrice riesce ad incuriosire il lettore pur raccontando semplicemente una storia d'amore tra due ragazzi molto diversi tra loro. Quello che consiglierei, per il futuro, è lavorare un po' di più su tutta la componente emozionale di una storia, elemento per me imprescindibile in un romance. Bello l'epilogo e, soprattutto, non scontato.
Nel complesso, è stata una lettura interessante che raggiunge la sufficienza piena.