mercoledì 22 febbraio 2017

[Graphic Novel] "L'uomo montagna"

Buon pomeriggio cuori librosi,
oggi vi parlo di una lettura particolare, una graphic novel.
Sono una novellina su questo tipo di pubblicazioni, ma devo dire che ho apprezzato moltissimo la storia de "L'uomo montagna", un'opera di Séverine Gauthier e Amélie Flèchais portata in Italia da Tunué.


Acquistalo, QUI



Questa è la storia di un nonno e del suo nipotino, entrambi amano moltissimo viaggiare e raccontare le incredibili avventure di cui sono protagonisti. Purtroppo, sulle spalle del nonno sono cresciute delle grandi montagne che non gli permettono più alcun movimento. Ma il nipotino non si scoraggia, è convinto che un vento fortissimo potrebbe spostare le montagne e liberare il vecchio nonnino, così parte alla volta della grande montagna per cercare questo potentissimo vento.






Durante il suo viaggio, incontrerà i personaggi più strambi che gli insegneranno lezioni importanti e lo aiuteranno nella difficile missione. Raggiungere la caverna del vento, infatti, non è un'impresa facile per un bambino!
Forse l'esito non è stato quello sperato, ma senza dubbio, è stato un viaggio pieno di avventura e ricco di aneddoti da raccontare.





Devo dire che mi sono approcciata in maniera molto cauta con questa lettura e anche con una buona dose di scetticismo. Ora posso affermare, invece, che mi sono totalmente ricreduta e ho apprezzato moltissimo questa storia. La tenerezza dei due protagonisti è disarmante, così come il finale dai toni agrodolci. Cristallini i dialoghi e stupende le illustrazioni. Nonostante l'apparenza, sono certa che potrebbe piacere anche ad un pubblico adulto, ogni tanto è bello tornare bambini e leggere storie che fanno bene al cuore. Super promosso!



W.W.W. Wednesday #5

Buongiorno cuori librosi e benvenuti all'appuntamento con la rubrica settimanale del 'W.W.W. Wednesday'.
Pronti a scoprire le storie che mi fanno compagnia questa settimana?
Buona lettura 💓



1. Quale libro hai finito?


Acquistalo, QUI

Questo era un altro arretrato di Gennaio che sono riuscita a recuperare questo mese. Arriverà sul blog la prossima settimana.


2. Quale libro stai leggendo?


Acquistalo, QUI

Questo è una delle ultime uscite della Giunti, ho letto solo qualche pagina ma promette bene. Mi piace tantissimo la copertina!


3. Quale libro leggerai?


Acquistalo, QUI

Non vedo l'ora di tuffarmi tra le pagine del nuovo romanzo di un'autrice che ho già avuto modo di apprezzare!


Ora tocca a voi!
Quali letture vi stanno facendo compagnia?




martedì 21 febbraio 2017

[Presentazione] "Il Logista" di Federica Fantozzi


Buongiorno cuori librosi,
volevo parlarvi della prossima uscita di Marsilio Editore che troverete in libreria, e in tutti gli store online, a partire dal 23 Febbraio.
Scopriamo insieme qualche informazione in più sulla storia e un estratto esclusivo direttamente dal libro.
Buona lettura!



Prenotalo, QUI


SINOSSI:

Amalia Pinter lavora per «Il Vero Investigatore», un piccolo quotidiano della Capitale specializzato in cronaca nera. Nel suo quartiere, Ponte Milvio, si imbatte in una vecchia fiamma dei tempi universitari, Tancredi, da cui si lascia accompagnare, in un servizio per il giornale, a casa di una giovane coppia, vittima di una strage jihadista durante il viaggio di nozze in un’isola tropicale. Tancredi si è trasferito da anni a Londra, dove si occupa di logistica di guerra: con la sua società, la Stinger Ltd, gestisce i trasferimenti di facoltosi professionisti in paesi ad alto rischio. Un lavoro borderline che lo mette in contatto con servizi segreti e bande paramilitari. In vacanza a Roma, il ragazzo invita Amalia a cena nel suo appartamento, ma lei lo trova morto accanto a una bottiglia di whisky e cristalli di droga. L’ipotesi degli investigatori è suicidio, una pista che convince anche chi conosceva la vittima: zio Doug, l’unico parente rimastogli dopo la morte dei genitori; Iris, la bionda fidanzata e socia in affari; Adam, l’amico libanese con cui si confidava. Amalia riceve però un biglietto: l’immagine di uno scorpione dai contorni dorati e l’avvertimento di una minaccia incombente. Di quale segreto era in possesso Tancredi? E quanto tempo le rimane per scoprirlo? La ragazza inizia un’indagine testarda e solitaria. Senza sapere che, nelle periferie della sua città, anche qualcun altro è a caccia.







ESTRATTO IN ESCLUSIVA:

Il documento Windows davanti ad Amalia era vuoto. Come al solito, non c’era nessuna sindrome paralizzante. Semplicemente non poteva scrivere: non era pronta a tradire i segreti di Tancredi. Fatto raro per i giornalisti e inedito per lei, ma cosi era. Era rientrata direttamente da Fiumicino a mani vuote, trincerandosi dietro il classico buco nell’acqua. Il Capo, stavolta, aveva perso le staffe.
«O mi consegni cento commoventi righe di ritratto o il tuo prossimo articolo si intitolerà Porri ma buoni. E sarà la ricetta di una minestra per vegetariani poveri» aveva minacciato.
Cosi lei balzellava sulla sedia senza concludere nulla. «C’e una visita» annuncio Antonio, il segretario di redazione. Aveva il tono di una guardia carceraria che avverte i detenuti dell’arrivo dei parenti, e lei lo accolse con lo stesso spirito. Mezz’ora di distrazione.
Una vecchietta con i capelli cotonati di una sfumatura azzurra aspettava all’ingresso. Sembrava la nonna della Fata Turchina, in orecchini di perla e cappotto di cammello.
«Buongiorno. Come posso aiutarla?» Antonio appizzo le orecchie. Amalia non era mai gentile con potenziali scocciatori. Lei piloto la vecchietta nella sala riunioni e le
offri persino un bicchier d’acqua.
«Forse accadrà il contrario, dottoressa» disse la signora estraendo una busta di carta dalla borsa. Gliela porse: «Per lei.»
Era una comune busta da lettere con scritto Amalia Pinter in stampatello. Nessun mittente. La apri: conteneva la stampata di un foglio A4. Un disegno: uno scorpione dai bordi d’oro con l’aculeo rialzato in segno di minaccia. Non le diceva nulla. Giro il foglio e lesse poche parole: Ami, bada
al volo... La frase si interrompeva. Più in basso, altre due parole quasi scarabocchiate: Too late? Troppo tardi?
Le si gelo il sangue. «Come l’ha avuta?»
«E una storia un po’ strana» rispose la vecchietta. Appollaiata sulla sedia, con il cappotto ancora allacciato, assomigliava a un uccellino imbacuccato in una coperta troppo grande. «Sa, ho sempre freddo» si scuso. «La lettera l’ho trovata nella mia cassetta delle lettere. Senza francobollo.
Ho chiesto ai condomini, ma nessuno conosceva la destinataria. Ho domandato anche al postino, casomai ci fosse una persona con quel nome in zona. Sa» sorrise ad Amalia, «era chiaramente un errore, ma come si poteva rimediare?»
«Lei dove abita, signora?»
«In piazza di Spagna, cara.»
Amalia aveva bisogno di un’ultima conferma. «Si ricorda
il giorno in cui l’ha trovata?»
«Come potrei scordarlo? Era la mattina in cui hanno scoperto quello sfortunato ragazzo in mansarda. C’era l’androne pieno di polizia. E arrivata pure l’ambulanza, i paramedici si sono lamentati delle auto che intasano i vicoli, e poi nemmeno e servita.»
«La ringrazio di cuore. E stata in gamba a trovarmi.»
«Oh cara, non e stato difficile. Ho chiesto a mio nipote di fare una ricerca su Internet. Lui e bravo con il computer. Mi ha detto che lei era una giornalista e mi ha dato
l’indirizzo. Ho pensato che potesse essere importante. Cosi
ho preso un taxi ed eccomi qui.»
«E stata veramente gentile» ripeté Amalia che non vedeva l’ora di liberarsene.
«Mi chiedo solo una cosa» esito la vecchietta.
«Si?»
«Dato che nessuno dei condomini sapeva di questa faccenda, non sarà che a sbagliare buca della posta e stato proprio quel ragazzo? Sa, il poverino... Impossibile chiederglielo, ovvio. Magari dovrei avvertire la polizia, non crede?»
La nonna della Fata Turchina non era fessa. Amalia cerco una risposta rassicurante.
«Se non fosse che il mio compianto marito» prosegui la signora, «mi consigliava di avere a che fare il meno possibile con i tutori dell’ordine. Lui era colonnello della Finanza, sa, se ne intendeva. Non che io abbia qualcosa da nascondere, ma e meglio starsene in disparte, di questi tempi. Magari
per lei e più... abituale mettersi in contatto con la polizia.»
Con un sorriso smagliante Amalia tese la mano: «Si fidi di me. Giornalisti e poliziotti sono gemelli separati alla nascita. Seguono strade diverse che si riuniscono nel momento dell’interesse collettivo. Arrivederci.»



A me incuriosisce moltissimo perché penso ci sia un buon mix di elementi thriller che andranno ad avvalorare sicuramente il tema giallo della vicenda.
Voi cosa ne pensate? Cosa si nasconderà dietro questo scorpione dai contorni dorati?

Recensione "La bugia perfetta" di Emily Elgar

Buongiorno cuori librosi,
voglio parlarvi di un thriller bellissimo che ho divorato in poche ore.
Si tratta de "La bugia perfetta" di Emily Elgar, edito da TimeCrime.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

"Il mio sguardo guizza su Cassie. E' ancora lì; è ancora viva. Ma non ha più un'aria serena. I muscoli facciali non sono rilassati; sono contratti, la bocca rotonda, pietrificata in un urlo silenzioso, e la verità mi investe, chiara come se mi fossi tagliato sull'affilatezza della presa di coscienza: Cassie e il suo bambino non sono al sicuro neanche qui."

Alice è un'infermiera di terapia intensiva. I suoi pazienti sono, forse, i più difficili da curare sia per le situazioni critiche in cui versano, sia perché non sono in grado di esprimere a pieno la loro condizione essendo in coma. Frank è ospite del reparto da un paio di mesi e Alice lo ha preso particolarmente a cuore: le piace confidarsi con lui ed è certa che lui possa sentirla e comprenderla. L'arrivo di una nuova paziente, Cassie, porta una ventata d'aria nuova in reparto ma anche un terribile pericolo.

"Il fiato le si addensa attorno sotto forma di nuovolette bianche e dense, ogni respiro ghiacciato le folgora i polmoni. La bocca si riempie di un sapore inusuale. Le ricorda qualcosa, qualcosa di metallico e, mentre si addentra sempre di più nella notte, sa che sapore ha la sua bocca. 
Il sapore del sangue."

La giovane donna, sembra essere stata vittima di un incidente e la polizia arresta ben presto il principale sospettato. Ma, in realtà, il colpevole è ancora a piede libero e si aggira per il reparto di terapia intensiva. Frank collega via via i pezzi del puzzle, ma, a differenza della sua mente attiva e cosciente, il suo corpo giace privo di forze e non gli permette di rivelare la verità ad Alice.
L'infermiera, nel frattempo, inizia ad avere dei seri dubbi sulla vita perfetta della sua paziente ed è più che mai decisa a scoprire la verità. Se la donna è in pericolo, è suo dovere proteggerla.

Ho divorato questo libro in pochissime ore e l'ho apprezzato davvero moltissimo.
Alice è una protagonista perfetta, una professionista che prende a cuore ogni aspetto del suo lavoro e la vita di ogni suo paziente. Frank è un uomo che ha voglia di riscatto, la sua mente vigile è intrappolata in un corpo privo di forze e incapace di riferire la verità. E' doloroso vedere gli tutti gli sforzi compiuti dall'uomo pur di salvare Cassie, la sua compagna di stanza. La vita della donna, apparentemente perfetta e felice, è in realtà una grande bugia che scopriamo piano piano attraverso viaggi a ritroso nel tempo nella sua quotidianità. Tanti sospettati e moventi, ma di certo non mi sarei mai aspettata il colpo di scena finale. L'autrice è bravissima a tenere sempre alta la suspense attraverso una narrazione scorrevole e molto curata. Il ritmo è serrato e incalzante e non lascia nemmeno il tempo di riprendere fiato. Amo questo genere e ho letto le storie più diverse, ma devo dire che sono rimasta piacevolmente colpita. Veramente un ottimo libro, lo consiglio!



lunedì 20 febbraio 2017

Recensione "Era una famiglia tranquilla" di Jenny Bluckhurst

Buongiorno cuori librosi,
oggi vi parlo di un thriller strepitoso edito da Newton Compton.
Si tratta di "Era una famiglia tranquilla", scritto da Jenny Blackhurst.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

"Ora che ho iniziato, non posso arrendermi tanto facilmente. La parte di me che si è sempre fatta delle domande deve conoscere la verità. Devo rivangare il passato, affondare nella merda fino alle ginocchia, per vedere cosa c'è sotto. Me lo merito? Sono pazza?"

Emma Cartwright è una donna come tante che vive in una piccola cittadina. Ha solo un'amica e un pesante passato da nascondere. Solo pochi mesi fa, infatti, si chiamava Susan Webster ed era appena uscita da un istituto psichiatrico dopo aver scontato la pena per l'omicidio di suo figlio. Al processo è stato detto che soffriva di psicosi puerperale, che non ha mai creato un rapporto con il neonato e, infine, che lo ha brutalmente soffocato. Emma/Susan ha completamente rimosso il fatto e quando riceve, nella sua nuova vita, una foto di un bambino di nome Dylan, tutto cambia.
E se le cose non fossero andate come le hanno sempre fatto credere?

"Ho sempre saputo che me l'ero cavata con una pena troppo leggera. Ora qualcuno vuole farmi soffrire, soffrire davvero. Mio padre? Non lo so. Ma quello che so è che non è finita. Non finirà se prima non scoprirò chi mi sta facendo questo."

Continuano ad arrivare oggetti di suo figlio e i suoi tentativi di indagare subiscono più volte dei sabotaggi. Emma inizia a convincersi che c'è una remota possibilità che suo figlio sia vivo e questa nuova consapevolezza apre nuovi ed infiniti scenari. Se suo figlio fosse vivo, non sarebbe più un'infanticida, non sarebbe più costretta alla gogna mediatica e a vivere con una nuova identità. La donna si aggrappa a questa novità con tutte le sue forze, ma più si fa strada tra gli indizi e gli atti del suo processo, più si delinea una verità agghiacciante.

"Ovviamente ho paura, non prendo alla leggera un tentato omicidio, ma adesso so che stiamo per scoprire cos'è successo a mio figlio e non posso fare a meno di sentirmi emozionata. Lo troveremo, o morirò nel tentativo di trovarlo. E se questa adesso sembra un'eventualità molto concreta, non m'importa. Sono disposta a morire per mio figlio. E sono disposta persino a uccidere per lui, se si dovesse arrivare a tanto."

La chiave del mistero si nasconde nel passato del suo ex marito e padre di Dylan, ad accompagnarla c'è Nick, un giornalista che sembra credere al complotto pur non conoscendola. Un colpo di scena dietro l'altro, Emma scopre il terribile inganno di cui è stata vittima ed è più in pericolo che mai.


Quando ho iniziato a leggere questo libro, non potevo credere a quello che i miei occhi stavano leggendo. Era davvero la storia di un'infanticida? Dopo le prime pagine, però, si è subito delineato un nuovo scenario altrettanto agghiacciante. Emma/ Susan è un personaggio straordinario che affronta la situazione con la determinazione che solo una madre può avere. E' stato interessante vedere che il suo istinto materno, sopito durante i primi mesi di vita del bambino, si sia rivelando in un momento terribile per lei e le dia la forza per scoprire la verità. Ho amato Cassie, l'amica che tutte vorremmo, in grado di comprendere tutti i pregi e difetti di Emma senza fare domande. Nick è un personaggio enigmatico che capiremo perfettamente solo nel finale. Epilogo spiazzante e inaspettato. L'autrice intesse una trama eccezionale per una storia complessa e originale. La narrazione procede con un ritmo incalzante e si snoda su due diversi piani temporali: il passato e il presente. La voce di più narratori ci permette una visione d'insieme della storia e di comprenderne ogni sua parte. La prosa dell'autrice è ben curata e scorrevole, ho divorato il libro in un solo giorno. Amo questo genere e "Era una famiglia tranquilla", entra di diritto tra i miei thriller preferiti di sempre.
Lo consiglio!



sabato 18 febbraio 2017

Recensione "I love my boss" di Sadie Jane Baldwin

Buongiorno cuori librosi,
oggi vi parlo di un romanzo edito dalla Butterfly Edizioni.
Si tratta de "I love my boss" di Sadie Jane Baldwin.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

"Direi che ormai sono un esperto nell'interpretare i pensieri delle creature femminili, chi ha detto che sono difficili da capire? Pensano sempre le stesse cose: mentirti, mentirti, mentirti."

Alice Bell è una ragazza come tante, con la sua chioma rosso fuoco ha una bellezza fuori dal comune che affascina subito il play boy Adam Kant che, sul più bello, si tira indietro. Incapace di comprendere i motivi di un simile comportamento, Alice decide di dimenticare l'accaduto e concentrarsi sul nuovo lavoro di stagista in una grande azienda. Ma la sfortuna si è affezionata a lei e le gioca uno scherzo per nulla simpatico... Adam Kant, infatti, è il suo capo.

"Ti ho allontanata proprio perché avevo capito che eri speciale. Ho avuto paura, paura di innamorarmi, paura di capire che tutto sarebbe stato diverso. Cercavo di starti lontano, di dimenticarmi di te, ma non ci riuscivo, nella mia mente c'eri sempre tu, ci sei sempre tu..."

La situazione si fa subito molto complicata, non c'è abbastanza spazio per una donna con l'orgoglio ferito e una maschio alpha abituato ad avere tutto dalla vita. Alice si vendica ogni volta che ne ha l'occasione con scherzi poco simpatici e che rischiano di cacciare nei guai Adam. Ma entrambi, si rendono conto presto che, nonostante tutto, sono incredibilmente attratti l'uno dall'altra e sarà dura mantenere le distanze. 

Tra episodi esilaranti e momenti di passione, la storia tra Adam e Alice si fa sempre più intensa. Ma un malinteso rischia di troncare sul nascere questo nuovo amore. I due saranno in grado di superare i dubbi e le incertezze per ritrovarsi di nuovo?

Questo romanzo non vi riserverà colpi di scena o momenti pieni di emozioni. E' una storia come ne abbiamo lette molte, magari anche con qualche cliché, ma è stata davvero una lettura carina. Ogni tanto ho bisogno di libri così: simpatici, con situazioni bizzarre e con un pizzico di romanticismo. Alice è una ragazza come tante, per nulla idealizzata, la ragazza della porta accanto. Ho amato la sua verve e i suoi piani diabolici per vendicarsi su Adam. Al contrario il nostro protagonista maschile, è il classico play boy bello, ricco e sempre alla ricerca di nuove conquiste. E' stato bello conoscere anche altri aspetti della sua personalità, alla fine mi sono dovuta ricredere sulla sua persona. L'autrice ci intrattiene con una narrazione molto scorrevole e dialoghi irriverenti. La trama è così come si legge, senza colpi di scena o momenti deprimenti, è una lettura "leggera", se vogliamo. Nel complesso, però, a volte si ha bisogno di storie così in cui ci si gode semplicemente un libro carino e ci viene strappata qualche risata. E' senza dubbio la lettura giusta per le lettrici più romantiche che amano le favole moderne con un pizzico di passione che non guasta mai.



venerdì 17 febbraio 2017

Recensione "Cuore di ghiaccio" di Angela White

Buongiorno cuori librosi,
oggi vi parlo di un romanzo storico meraviglioso, che ho divorato in un solo giorno.
Si tratta de "Cuore di ghaccio", di Angela White.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI


LA RECENSIONE:

"Sapeva bene cosa ci fosse oltre i cancelli del monastero: un mondo crudele, oscuro e che le avrebbe fatto solo del male. Non c'era nessuno là fuori per lei. Non c'era niente, solo pericoli. Solo il disprezzo e le minacce di chi non la voleva: ebbene neanche lei voleva loro!"

Lady Mary è l'ultima erede dei Rothford, fin da piccola viene rinchiusa in un convento e accusata di essere posseduta dal demonio. Rifiutata dalla famiglia, si rifugia nel calore del monastero e tra le monache trova una famiglia che non la giudica e non la teme. La tranquilla vita nel convento, però, sta per essere turbata dai doveri verso la famiglia e il feudo, rimasto senza nessun erede.

"Non c'è niente a questo mondo che abbia più importanza di ciò che prova il nostro cuore. 
Perché soltanto il cuore è capace di cambiare il nostro destino. Ma con questo non intendo ingannarvi: non sarà facile per voi. Non siamo facili, noi Ashton. E' una stirpe feroce, la nostra. Testarda e implacabile nelle sue decisioni. Così guerrieri da non toglierci mai l'armatura, che alla fine diventa tutt'uno con il nostro cuore."

Il barone Warren Ashton, è un guerriero forte e valoroso, un condottiero che ha ricevuto lode e onore persino dal re. Un uomo ligio al dovere e che in nome di esso, cerca una moglie per garantire un erede. Lady Mary è una scelta perfetta, l'unione tra due famiglie da sempre in lotta. L'innocenza della ragazza spezza la sua armatura, ma la strada del vero amore è lunga e tortuosa. I segreti di palazzo e la misteriosa malattia di Lady Mary, saranno ostacoli difficili da superare.
Solo l'amore potrà sciogliere il cuore di ghiaccio di Lord Ashton e garantire un lieto fine alla dolce Mary.


Questi sono i romanzi che amo di più in assoluto. Non si tratta di bestseller, di trame complicate o fanciulli belli e dannati. 'Cuore di ghiaccio', è una storia romantica e dolce con due protagonisti meravigliosi e per nulla scontati. La bellezza dei romance storici è, senza dubbio, nell'ambientazione in cui a fare da sfondo ci sono castelli, cavalieri a cavallo e dame da salvare o da conquistare, come nel caso di Lady Mary. Il barone Ashton è un uomo tutto di un pezzo, il suo cuore è davvero impenetrabile, almeno fino all'arrivo di Mary, un personaggio dal bel caratterino, ma fondamentalmente, insicuro e bisognoso d'amore. La trama è ben delineata, ma rivela alcune sorprese nel corso della lettura. L'autrice ci culla attraverso una narrazione elegante, fluida e ricercata che si adatta perfettamente ai toni e alle usanze dell'epoca. I sentimenti sono il vero punto forte della storia, e non si parla solo d'amore: c'è passione, dolore e amicizia. E' una storia in cui ci sono moltissimi personaggi che doneranno il proprio contributo alla causa, aggiungendo qualche giusta riflessione o forzando un po' la mano del destino. Nel complesso, è stata una lettura distensiva e piacevole che mi ha trasportato, almeno per qualche ora, in una vera e propria favola.




giovedì 16 febbraio 2017

[Presentazione] "Lontano dalla verità" di Linwood Barclay

Buongiorno cuori librosi,
volevo parlarvi di un thriller molto interessante disponibile da oggi in tutti gli store online, e presto in libreria. Si tratta di "Lontano dalla verità", scritto da Linwood Barclay e pubblicato da Timecrime.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI


SINOSSI:

A Promise Falls, il crollo dello schermo di un drive-in causa la morte di quattro persone. Sembrerebbe una tragica fatalità, ma qualcosa nelle indagini non torna: molte le circostanze spiegabili solo riducendole a casualità, troppe le coincidenze sospette. Quando la figlia di una delle vittime chiede all’investigatore privato Cal Weaver di indagare su una recente intrusione nella casa di suo padre, la scoperta di una stanza segreta nel piano interrato spalanca scenari torvi e inaspettati. A cosa serviva quella stanza? Perché qualcuno ha cercato di penetrarvi furtivamente? Il detective Barry Duckworth, impegnato nella risoluzione di due casi di omicidio risalenti ad anni prima, sospetta che tra quei delitti e la scia di morte che sta turbando Promise Falls ci sia un sinistro collegamento, una linea rossa che unisce un passato inquietante e un presente non meno pericoloso. Ma un’altra vittima è destinata a cadere sotto i colpi di un assassino senza volto, perché il baratro nel quale la cittadina sta per sprofondare è ben più profondo di quanto si creda.


A me ispira tantissimo, a voi?
Ditemi cosa ne pensate in un commento!

mercoledì 15 febbraio 2017

W.W.W. Wednesday #4

Buongiorno cuori librosi,
come ogni mercoledì, sono pronta a darvi degli aggiornamenti sulle mie letture.
Scoprite i libri che mi tengono compagnia in questi giorni 💝



1. Quale libro hai finito?


Acquistalo, QUI

Una storia carina e ironica, forse con qualche cliché, ma ideale per questa romantica settimana. Arriverà sul blog nel week end. 


2. Quale libro stai leggendo?


Acquistalo, QUI

Un romanzo storico che non voglio finire.. sono perdutamente innamorata del barone Warren Ashton 😍 Ve ne parlerò sul blog venerdì!


3. Quale libro leggerai?


Acquistalo, QUI

Ho acquistato l'ebook questa settimana, approfittando di un'offerta, e non vedo l'ora di scoprirlo!



Come avete notato, la mia settimana è stata piena di amore e cuoricini. Sono curiosa di sapere i vostri aggiornamenti, aspetto i commenti 💬







martedì 14 febbraio 2017

Recensione "Notti al circo" di Angela Carter

Buongiorno cuori librosi,
oggi vi parlo di una storia particolare in cui l'immaginazione e la fantasia sono gli elementi fondamentali. Si tratta di "Notti al circo", di Angela Carter, edito da Fazi Editore.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

"Spesso la nostra non è una scelta volontaria. A volte si diventa clown dopo aver fallito il resto. Sotto la maschera impenetrabile costituita dal cerone troverai, sempre che ti interessi guardare, il volto di chi un tempo era orgoglioso di mostrarsi."

La vita, all'interno di un circo, non si limita al momento dello spettacolo, quello fatto di luci e lustrini in cui tutti sono allegri o rimangono a bocca aperta di fronte ad un numero particolarmente emozionante di un trapezista. C'è tutto un mondo dietro, e i protagonisti sono creature affascinanti e straordinarie. Fevvers, la Donna Alata, è una vera attrazione ed è la punta di diamante del circo. La sua personalità è così prorompente, da convincere il giornalista Jack Walser, a seguirla e a diventare parte integrante del circo nel ruolo di clown.

"Non c'è mai stata una come te. Nessuno, quindi, è in grado di dire cosa dovresti fare e come dovresti farlo. Tu sei l'Anno Uno. Non hai storia. Non esistono attese nei tuoi confronti se non quelle create da te."

Il viaggio ha inizio e non conosce confini. Da Parigi alle lande desolate della Siberia, Walser è sempre più affascinato dalle creature misteriose che popolano la vita circense e il suo rapporto con Fevvers diventa sempre più stretto via via che conosce la sua storia. E' un mondo magico e fantasioso in cui trovano comunque spazio riflessioni e momenti  più profondi. 

Angela Carter dà vita ad una storia davvero particolare e interessante. L'autrice ha un'immaginazione  fervida e ci trasporta in un mondo ambiguo nel quale è difficile riconoscere la realtà dalla finzione. Il personaggio della Donna Alata è fulcro della storia e, a mio avviso, racchiude in sé tutte le atmosfere e i sentimenti del femminismo tipici degli anni in cui è stato scritto il romanzo. Fevvers, infatti, è una donna che si è costruita da sola e dal passato tutt'altro che facile. I personaggi secondari sono innumerevoli e ognuno porta con sé una storia o un insegnamento particolare. La prosa dell'autrice è molto scorrevole e piacevole da leggere. I toni cambiano a seconda della situazione descritta, alcuni dialoghi sono davvero brillanti. La trama è leggermente confusionaria per l'eccessivo numero di storie e personaggi che si accavallano nella narrazione. Ho apprezzato alcune riflessioni e la voglia di mostrare il lato oscuro della vita e non solo quello politicamente corretto.
Da questo punto di vista, credo che l'autrice, attraverso un'ironia pungente, sia riuscita a dare voce alle figure ai margini della società. Non è una storia adatta a tutti e necessita di una certa attenzione per essere pienamente compresa. Ho intenzione di rileggere alcuni passaggi per approfondire meglio la lettura, ma nel complesso, posso dire di aver apprezzato molto questo libro.
Se volete mettervi alla prova con una storia particolare, questo è il romanzo che fa per voi.



lunedì 13 febbraio 2017

[Blogtour + Giveaway] "The Last Valkyrie" di Jennifer Sage



Buongiorno cuori librosi,
è con emozione che oggi mi accingo a scrivere la recensione in anteprima di una storia pazzesca che ho amato profondamente. Si tratta del paranormal romance di Jennifer Sage, "The last valkyrie".
Buona lettura!



Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

"E alla fine ci sarà l'Unica.
Non generata dai discendenti, ma dagli Dei, che salverà tutti quando non ci sarà più nessuno a riportare a casa i guerrieri coraggiosi.
Solo una per liberarli dalle prigioni costruite con la magia oscura ad Asgard.
Tre Re per salvarla; l'Unica per salvare tutti gli Imperi."

Kara è l'ultima valchiria, la sua esistenza è stata gelosamente protetta dai genitori, prima, e da un drago, in seguito, che le ha insegnato tutto ciò che c'è da sapere sui regni e le creature che abitano in essi. Il suo destino è segnato, è l'ancora di salvezza per gli Dei prima che il Ragnarok, una sorta di Apocalisse, spazzi via il mondo da loro conosciuto. Vivere con Zane, il drago, non è semplice: l'uomo è avvolto nel mistero ma Kara ne è completamente affascinata, l'attrazione fisica che prova per lui, è irrefrenabile. Ma l'attenzione di Zane è concentrata sul futuro incerto e sull'impossibilità di una loro eventuale unione.

"Ho le mie ragioni, Valchiria. Come le avrai tu quando avrai saputo la verità. Noi non siamo stati generati per avere amore. Siamo stati creati per portare guerra e morte."

L'equilibrio precario di questo strano rapporto, precipita con l'inizio del Ragnarok. Non c'è più tempo per le mezze verità. Quando arriverà il momento, Kara dovrà essere consapevole e pronta per affrontare il suo destino. Divorato dai rimorsi e dai segreti, Zane decide di chiedere aiuto a Rune, il Re degli Elfi, una persona dall'animo molto volubile. A differenza di Zane, Rune sarebbe più che disposto a soddisfare qualsiasi bisogno di Kara, ma il cuore della ragazza sembra legato indissolubilmente a quello del drago.

"Come Signora del Castello, lei discende le antiche scale, con le ali libere dal flagello dell'amore. Il gelo dell'inverno ancora non è sulla sua anima, ma è vicino. Viene nell'oscurità della notte e nella luce del giorno, per portarle via il cuore. Non c'è pace per l'unica Valchiria sopravvissuta. Affilate le spade. Presto i mondi saranno in guerra."

Nonostante il sostegno di Zane e Rune, Kara deve ancora capire come diventare la leggendaria Valchiria su cui tutti fanno affidamento. Al momento, si sente solo una ragazza sola al mondo e preda degli istinti e delle passioni. La scoperta di alcune verità e la perdita di una persona a lei molto vicina, porterà l'oscurità e una rabbia incontrollabile. La fine del mondo è alle porte e solo l'ultima Valchiria potrà fermarla.


Questa è una storia che ti cuoce a fuoco lento e, senza nemmeno accorgertene, ti entra dentro e non ti lascia più. Amo la mitologia norrena e la figura delle valchirie mi ha sempre affascinato moltissimo. Jennifer Sage ha creato un personaggio meraviglioso che incarna alla perfezione tutte le caratteristiche di queste magiche creature. Kara ha coraggio da vendere e anche una buona dose di sicurezza e autostima, mi piace la sua autoironia e la sua passionalità travolgente. Zane e Rune sono due protagonisti diversissimi tra loro: uno devoto ad un profondo senso del dovere, l'altro facile preda degli istinti più primordiali e che non prende mai nulla sul serio. Il contesto in cui va in scena questo interessante triangolo amoroso, è magnificamente descritto e sviluppato. Non mancano i riferimenti storici e mitologici a luoghi e personaggi ben noti. 
La Sage ha una prosa molto diretta e quasi totalmente priva di abbellimenti stilistici, mi è piaciuta la disinvoltura con la quale riesce a parlare di un luogo mistico come il Valhalla e, subito dopo, di pub e sbronze colossali. In un certo senso, è riuscita a dare una consistenza realistica a delle creature leggendarie. La presenza di momenti passionali ad alto tasso di feromoni e testosterone, interrompe quelli di tensione dovuti all'Apocalisse che sta per stravolgere ogni cosa. Un finale tutto da scoprire, dove non mancano i colpi di scena. Sono state gettate le basi per una saga che conquisterà il cuore di tanti lettori. Se amate il fantasy con un pizzico di romance, 'The Last Valkyrie' è la lettura perfetta!
Promosso a pieni voti!




Curiosi di saperne di più?
Continuate a seguire il blogtour e gli interessanti appuntamenti dedicati a "The last valkyrie"!
Ecco il calendario completo e i blog che ospiteranno le altre tappe:





Vuoi vincere una copia ebook, autografata, del libro?
Compila il form sottostante con i dati richiesti 😊

a Rafflecopter giveaway

giovedì 9 febbraio 2017

Recensione "Madame Claudel è in un mare di guai" di Aurélie Valognes

Buongiorno cuori librosi,
esce oggi, per Newton Compton, "Madame Claudel è in mare di guai", una divertentissima commedia francese che racconta una verità più profonda e attuale.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI


LA RECENSIONE:

Il signor Ferdinand è un moderno Grinch ultraottantenne. Odia profondamente socializzare con il prossimo e intrattenere relazioni interpersonali. Passa le giornate rinchiuso in casa in compagnia della sua fedele compagna, Daisy, un bellissimo esemplare di alano che rappresenta, per lui, l'alleato perfetto per combattere la solitudine. Nel condominio in cui vive, è circondato da anziane signore che hanno una passione sfrenata per il pettegolezzo e formano una vera e propria armata capitanata dalla portinaia Madame Suarez.

"La sua antipatia è diventata una seconda natura, un'arte di vivere, di sopravvivere, anche. Sì, sopravvivere, perché Ferdinand vive male l'invecchiamento. Solitudine, decadenza fisica: tutto ciò lo uccide a fuoco lento. L'unica attività che sia riuscito a trovare per sfuggire alla noia è essere cattivo, tanto per non mancare a nessuno quando se ne sarà andato."

Tra un dispetto e l'altro, la guerra prosegue senza esclusione di colpi. Le perfide vecchine sono determinate a cacciare Monsieur Brun e, per farlo, sono pronte a tutto. Solo la novantenne Madame Claudel concede una possibilità al vecchio burbero dando inizio ad una strana, quanto improbabile, amicizia.

Quando arriva la resa dei conti, tutto sarà nelle mani di Madame Claudel che, con astuzia e uno spiccato spirito d'azione, rimetterà in riga tutti i membri del residence.

Quando mi è stato presentato questo romanzo, in casa Newton, sono rimasta subito colpita dalla bellissima copertina, allegra e delicata, e dalla trama particolare. E' una storia che si legge molto velocemente e che trasuda ironia. Il signor Ferdinand è un personaggio splendido, che nasconde un mondo pieno di sentimenti dietro la scorza dura in cui si nasconde. Il suo carattere burbero e irascibile, si trasforma pian piano nel corso del romanzo, tirando fuori una persona completamente nuova e diversa, capace di amare senza riserve. Dietro una trama apparentemente leggera si nasconde, a mio avviso, un messaggio sociale importante e triste. Monsieur Brun non è altro che uno dei tantissimi anziani che restano abbandonati a sé stessi, la solitudine e la tristezza di una vita priva di stimoli, trasforma questi poveri vecchietti, in persone algide e scarse di sentimenti. Madame Claudel, invece, è l'esempio opposto di una persona che ama ancora la vita e trova nuovi interessi ogni giorno per non cedere alla depressione. Insieme, sono un'accoppiata dolcissima e vincente. Il colpo di scena finale mi ha fatto sorridere il cuore. La prosa dell'autrice è molto scorrevole e diretta. I dialoghi sono divertenti e spensierati e rendono la lettura piacevole.
Pur non amando questo tipo di storie, ho trovato una vera chicca in queste pagine e ne consiglio la lettura.



mercoledì 8 febbraio 2017

[Presentazione] "La bugia perfetta" di Emily Elgar



Buonasera cuori librosi,
volevo parlarvi di un thriller interessante che troverete in tutti gli store online a partire dal 9 Febbraio, e in libreria a partire dal 23 Febbraio.
Scopriamo insieme di cosa si tratta!


Autore: Emily Elgar
Editore: Timecrime
Genere: thriller
Prenotalo, QUI


SINOSSI:

"Quando Cassie Jensen arriva nel reparto di terapia intensiva al St Catherine’s Hospital, Alice Marlowe, l’infermiera che si occupa delle sue cure, ne rimane inspiegabilmente affascinata. Quella fragile donna è stata trovata gravemente ferita in un canale lungo la strada, investita da un’auto pirata, ma il suo cuore nasconde qualcosa di tormentato e oscuro. Nello stesso reparto, Frank Ashcroft ha appena riaperto gli occhi dopo due mesi di coma. Solo un riflesso nervoso, pensano i medici, ma Alice è convinta che il paziente percepisca e comprenda quanto gli accade intorno. È Frank l’unico testimone dei dialoghi tra Cassie e le persone che vanno a trovarla. È lui a ricostruire nella propria coscienza, ora di nuovo vigile, un quadro di rancori, ossessioni morbose, rapporti familiari deteriorati, e a mettere insieme gli elementi che potrebbero far luce su quanto è accaduto a Cassie quella notte, sul ciglio di quella strada. Ed è Frank l’unico custode di un pericoloso segreto. Ma Frank è paralizzato nel suo letto, del tutto incapace di comunicare..."




[Presentazione] "Un amore di sorpresa" di Daisy Raisi


Buon pomeriggio cuori librosi,
volevo segnalarvi un piccolo romanzo Youfeel che parla d'amore e di musica.
Scopriamo insieme di cosa si tratta!



Acquistalo, QUI
Formato: ebook
Editore. Rizzoli


LA SINOSSI:

"Samuel, ex frontman di una band inglese di successo, e Caterina, editor e aspirante scrittrice italiana, hanno avuto un solo vero incontro prima che lui imboccasse la strada dell'autodistruzione, in seguito alla separazione dalla moglie. Travolto dai problemi personali, Samuel vede la sua carriera declinare e non ha più modo di rivedere Caterina, che nonostante la brevità dell'incontro non è mai riuscita a dimenticare. Lo stesso vale per Caterina che serba intatto il ricordo di quel breve intensissimo incontro. Otto anni dopo si ritrovano grazie a Internet, ma insidie, nemici e un passato maledetto rischiano di dividerli per sempre."








martedì 7 febbraio 2017

W.W.W. Wednesday #3

Buongiorno cuori librosi,
torna il consueto appuntamento settimanale con il W.W.W. Wednesday!
Queste sono le letture che mi fanno compagnia in questo periodo, ovviamente aspetto anche i vostri aggiornamenti nei commenti! 💓





1. Quale libro hai terminato?



Questo thriller mi è stato regalato all'incontro con la Newton Compton e l'ho scelto per la mia tappa del domino letterario di Febbraio. Davvero una storia ben fatta! Ve ne parlerò a fine mese 😏


2. Quale libro stai leggendo?


Di solito non amo i libri francesi, ma questo romanzo si sta rivelando una vera chicca!
Ve ne parlerò domani in occasione dell'uscita.


3. Quale libro leggerai?


Questo è un arretrato di Gennaio che ho intenzione di recuperare!
Mi ispira molto la bellissima copertina.


Mi sono accorta solo adesso che il mio 'W.W.W. Wednesday' è tutto made in Newton Compton 😜, dettagli.
Fatevi sotto con i commenti, sono curiosa di scoprire i libri che avete letto, state leggendo e leggerete!

Appuntamento alla prossima settimana 💓