martedì 31 gennaio 2017

[Segnalazione] "Io sono Alice" di Valentina Agosta




Buongiorno cuori librosi,
oggi vi porto nel magico Paese delle Meraviglie, segnalandovi un ebook molto interessante.
Si tratta del nuovo romanzo di Valentina Agosta, "Io sono Alice".
Scopriamo insieme di cosa si tratta.



Acquistalo, QUI


LA TRAMA

"Io sono Alice" parla della famosa eroina del romanzo di Lewis Carroll, ma in una veste nuova in quanto grazie ad un incantesimo, Alice diventa reale e si ritrova a vivere due vite, tra fantasia e realtà.
Carroll si sente molto solo e grazie ad un incantesimo riesce a portare in vita Alice.
Da quel momento Alice è una bambina in carne ed ossa ma Carroll non può tenerla con se. Decide di affidarla ad una coppia di Il romanzo coniugi che non ha avuto la possibilità di avere figli.
All’età di sette anni cade nella tana del coniglio e rimane a Wonderland finchè alla morte di Carroll, Wonderland rischia di scomparire per sempre.
Alice dovrà risalire dal sottosuolo per trovare la dimora di Carroll e scoprire come salvare Wonderland dalla completa distruzione.
Ad aiutarla non ci saranno solo i personaggi che già conosciamo come Il cappellaio Matto o la Regina di Cuori.
Ci saranno anche personaggi che fanno parte del mondo reale.
Ben presto Alice scoprirà che è l’unica in grado di salvare Wonderland ma sta a lei decidere se in fin dei conti vuol far parte del mondo reale o del mondo dei matti. 







lunedì 30 gennaio 2017

Recensione "Carve the Mark" di Veronica Roth

Buongiorno cuori librosi,
oggi vi parlo di uno dei romanzi che aspettavo di più in questo 2017.
Si tratta del primo capitolo della nuova serie sci-fi scritta da Veronica Roth, autrice di successo della saga Divergent.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

"Io ero una Noavek e lui un Kereseth. Io ero la nobiltà e lui un prigioniero. Ogni momento in cui ci sembrava di stare bene l'uno con l'altra si fondava sulla rimozione di questa realtà. I nostri sorrisi si spensero e tornammo in silenzio ai rispettivi compiti."

In un sistema solare delimitato da una barriera di flussocorrente, 9 pianeti coesistono tra loro e costituiscono le nazioni. A Thuve, una famiglia spietata e crudele, i Noavek, vuole il potere ad ogni costo e non si fermerà davanti a nulla pur di ottenerlo. In questa strana civiltà, esistono gli oracoli, in grado di prevedere il futuro, e i predestinati, persone a cui è stato assegnato un fato al quale non si può sfuggire. Ogni persona possiede un donocorrente, una qualità spiccata che lo differenzia dagli altri. Akos e Cyra hanno due doni complementari che faranno incrociare i loro destini nonostante le differenze di appartenenza e rango.

"E' viva."

Lui chiuse gli occhi un istante, permettendosi di pensare di nuovo a lei. Era viva nella sua memoria, mentre combatteva nella palestra come se la guerra fosse una danza, mentre cercava finestre nello spazio nero come fossero dipinti. Rendeva belle le cose brutte, e lui non avrebbe mai capito come ci riusciva. Ma era viva.

Cyra è un'arma vivente, il suo tocco provoca un terribile dolore che può addirittura uccidere l'avversario. Questo dono la rende preziosissima agli occhi della sua famiglia, i Noavek, che intendono sfruttarla per garantirsi il potere a cui ambiscono da sempre. Akos, che ha la capacità di spezzare qualsiasi donocorrente, viene promosso a servo fedele della ragazza, per lenire il dolore lasciato dal suo dono. Con il passare del tempo, le differenze e l'astio tra i due si assopisce, lasciando il posto a ben altri sentimenti. Il popolo di Thuve è stanco dei Noavek e ribelli sono pronti a colpire.
Da quale parte si schiereranno Akos e Cyra? 

Devo dire che la fantasia di questa autrice non conosce confini. Ha ricreato un mondo perfetto, con nomi, popoli, usanze e lingue diverse. I personaggi sono dei moderni Romeo e Giulietta in versione aliena. Li ho apprezzati entrambi, per motivi diversi. Cyra è una ragazza fortissima, nonostante sia stata cresciuta in un clima di odio e violenza e abbia il dono di distruggere più o meno chiunque le si avvicini, conserva una coscienza e una morale fuori dal comune, fino alla fine. Akos, invece, inizialmente è guidato dal rancore e dal desiderio di vendetta, ma con il tempo viene influenzato positivamente da Cyra. Il loro è un amore nascosto, che non si palesa spesso, se non in rare occasioni di vita o di morte. Lo stile della Roth è avvincente, come sempre, e la narrazione ha un ritmo incalzante e travolgente. E' una storia che si legge in pochissimo tempo e che ti tiene incollato alle pagine per la curiosità. Sono state gettate le basi per una storia che promette bene, ma il finale non mi ha convinta al 100%. Un plauso anche all'editore per aver realizzato un'edizione curatissima ed elegante. Per il momento non è promosso a pieni voti, ma lo consiglio comunque. Conoscendo l'autrice, merita la piena fiducia!



sabato 28 gennaio 2017

Recensione "Il caffè delle seconde occasioni" di Alison Kent

Buongiorno cuori librosi,
oggi voglio parlarvi di un romanzo molto carino edito da Amazon Crossing.
Si tratta de "Il caffè delle seconde occasioni", scritto da Alison Kent.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI


LA RECENSIONE:

"Lo strano sfarfallio che sentiva nello stomaco quando lui era nei paraggi... la faceva preoccupare. Non era lì per questo. Non l'aveva programmato. Non sapeva come reagire alle sensazioni che Ten suscitava in lei. La cosa che la preoccupava ancora di più era il desiderio di lasciarsi trascinare da lui."

Kaylie,una pasticcera di successo, decide di tornare in un piccola cittadina dove ha vissuto gran parte dell'adolescenza. La sua storia familiare non è delle migliori, sua madre era una drogata e suo padre è sparito, per questo è stata affidata ai servizi sociali e poi ad una deliziosa coppia di signori che sono stati per lei dei genitori a tutti gli effetti. La casa vittoriana che ha acquistato, apparteneva proprio a loro e l'idea di Kylie è quella di trasformarla in un bellissimo caffè, in cui le persone possano ritrovarsi per un pranzo veloce e assaggiare i leggendari brownies di Kylie. Viste le condizioni in cui versa lo stabile, Kylie decide di assumere un tuttofare del posto, Ten, ma l'uomo scatenerà in lei una serie di emozioni che credeva perse per sempre.

"Non l'avrebbe più persa di vista.
Mai più.
Non voleva pensare al momento in cui lei avrebbe scoperto il suo tradimento finché non fosse stato necessario. Starle vicino dopo tutti quegli anni e tutta quella sofferenza e tutto ciò che aveva dovuto passare perché lui l'aveva abbandonata era l'unica cosa importante. Ed era deciso a correre tutti i rischi necessari."

Tornare ad Hope Springs, però, non è solo un modo per ricominciare. Kylie si è resa conto che se davvero vuole un futuro radioso e sereno, deve far pace con il suo passato e, per farlo, deve scoprire cosa ne è stato del padre. I lavori di ristrutturazione proseguono  senza sosta, il rapporto con Ten cresce e si rafforza ogni giorno che passa. Accomunati da un passato non facile, cercano di trovare un modo per far pace con sé stessi confidandosi ricordi dolorosi, a lungo nascosti.

"Man mano che emergevano alcuni frammenti del passato, la voglia di guardare indietro si era attenuata. Il presente era splendido. Il futuro promettente. Voltarsi indietro per camminare nella direzione opposta sembrava uno sbaglio. Aveva creduto a lungo che sapere qualcosa sui suoi genitori le avrebbe dato la forza per chiudere la porta sulla vecchia vita e aprirne un'altra su quella nuova, ma adesso non ne era affatto convinta."

Circondata da nuovi amici e dall'amore di Ten, scoprire la verità diventa una questione meno rilevante. Ma, ormai, la macchina dei ricordi è stata avviata ed è impossibile da fermare. Tra un brownies e dolorose confessioni, Kylie avrà una seconda possibilità per costruire la vita che ha sempre sognato.


Questo è il genere di romanzo che amo. Una storia semplice, dolce e delicata, caratterizzata da momenti ironici e altri più seri e profondi. Ho apprezzato tutti i personaggi, a partire dai protagonisti, Kylie e Ten, fino al cagnolone Magoo, un vero angelo custode. Kylie e Ten sono molto simili ed entrambi attraversano un lungo processo di cambiamento nel corso della storia, man mano che le situazioni si evolvono, anche loro si dimostrano più maturi e pronti per affrontare un passato spiacevole. La trama è molto scorrevole e l'autrice ha una prosa elegante e piacevole da leggere. Carinissime le ricette presenti a intervalli regolari nel libro, proverò sicuramente a replicare i brownies di Kylie! Mi è piaciuta moltissimo anche la cittadina di Hope Springs e il clima familiare che si respira, sembra un posto perfetto per ricominciare! Lieto fine, forse scontato, ma che costituisce il perfetto finale di una storia in cui si ride, si soffre e ci si innamora, consapevoli del fatto che, per ognuno di noi, ci sarà sempre una seconda occasione!
Promosso!



venerdì 27 gennaio 2017

Recensione "Il fabbricante di giocattoli"di Liam Pieper

Buongiorno cuori librosi,
in occasione della Giornata della Memoria, ho deciso di dedicare la recensione di oggi ad un libro che ripercorre un po' gli eventi, senza però risultare pesante o eccessivamente triste.
Si tratta de "Il fabbricante di giocattoli", scritto da Liam Pieper e pubblicato da BookMe.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI


LA RECENSIONE:

"Costruiva giocattoli. Capiva le persone, e aveva intuito che l'unico motivo per cui la gente teneva duro erano i bambini. E se i bambini del campo avessero perso la speranza, allora non ci sarebbe stato più futuro per nessuno."

Questa storia si apre a Melbourne, in Australia, in una delle più grandi fabbriche di giocattoli del mondo. Una fabbrica, con una storia profonda e anche triste, se vogliamo. Il fondatore, Arkady, è un sopravvissuto, una delle migliaia di vittime innocenti dei campi di concentramento durante la guerra.
A quei tempi, Arkady donava speranza ai bambini del campo fabbricando piccoli e rudimentali giocattoli, una volta libero dalla guerra e dai suoi fantasmi, ha fondato un impero basato proprio su quella bambolina di pezza che a tanti bambini aveva dato la forza e il coraggio di andare avanti.

"La rabbia non è produttiva. E' utile per un minuto, se serve a fuggire, a combattere, ma nei campi queste due cose non erano possibili, e dopo la guerra lo sono state ancora meno. Chi di noi è sopravvissuto ha dovuto imparare a tenere a freno l'odio, altrimenti lo avrebbe distrutto."

Adam, nipote di Arkady, ha preso le redini dell'azienda ma la sua condotta morale lascia molto a desiderare e ben presto si ritrova in una situazione molto scomoda e compromettente.
Per tirarsi fuori dai guai, decide di giocarsi il destino della fabbrica in un estremo tentativo di salvezza che, purtroppo, non ha gli esiti sperati. La stessa bambola che ha fatto la fortuna del marchio, ora ne decreta la fine. Una storia a cavallo tra il passato e il presente, tra l'orrore vero e la superficialità di chi non ha dovuto mai lottare nella vita. Un finale che colpisce al cuore e dà tutto un altro significato alla vicenda.


Quando ho scelto di leggere questa storia, avevo in mette un tipo di scenario che spesso mi è capitato di leggere in romanzi che trattano tematiche simili. Devo dire, però, che la storia raccontata da Liam Pieper, è diversa nel suo genere a partire dai toni utilizzati. Poche le scene crude della guerra e l'orrore dei campi, dolcissima l'idea di un fabbricante di giocattoli per i bambini del campo. Non ho apprezzato per nulla il personaggio di Adam, che si oppone con forza alla figura del vecchio Arkady e ai suoi ideali. Una trama molto complessa in cui nulla si ferma all'apparenza e niente è come sembra. Ci sono moltissimi colpi di scena, quello finale mi ha colpita e mi ha lasciato anche leggermente interdetta perché non me lo sarei mai aspettato.
Mi piace la prosa dell'autore e la narrazione forte e incisiva nei punti in cui si richiedevano tali caratteristiche, e dolce e delicata in momenti più intensi e profondi. E' senza dubbio un modo diverso per affrontare un ricordo che fa ancora male e che deve essere mantenuto vivo, anche attraverso storie di questo tipo. Non mi ha convinta al 100% ma è stata comunque una buona lettura che mi ha mostrato un altro lato di questo importantissimo capitolo di storia.





giovedì 26 gennaio 2017

Recensione "La figlia femmina" di Anna Giurickovic Dato

Buon pomeriggio cuori librosi,
in questo nuovo post, voglio parlarvi del romanzo d'esordio di Anna Giurickovic Dato, "La figlia femmina", in uscita oggi per Fazi Editore.
Ho avuto il piacere di leggerlo in anteprima e non vedo l'ora di farvelo conoscere.
Buona lettura!



Acquistalo, QUI


LA RECENSIONE:

"Sei la parte più importante della mia vita. Se qualche volta sono freddo o sono sgarbato è perché sento che mi sei indispensabile e questo mi fa paura. Provo a tenerti lontana, ma più ti allontano più mi sei vicina e il tuo grande amore per me è un laccio che non si slega."

Silvia è la moglie felice di un diplomatico italiano. Maria è il frutto del suo amore con Giorgio, ma è sempre stata una ragazzina problematica, scostante e avara di sentimenti. Silvia prova in tutti i modi a comprendere il carattere della figlia, ma le due non riescono a trovare nessun punto di incontro.
Nemmeno Giorgio riesce a farle andare d'accordo. 
Dopo la morte accidentale e prematura dell'uomo, madre e figlia abbandonano Rabat e si trasferiscono a Roma, alla ricerca di pace e serenità.

"Sai, Maria, penso si possano teorizzare due tipi di felicità: una felicità momentanea, legata al soddisfacimento di bisogni e pulsioni, e una felicità infinita e smisurata, come condizione di esistenza perenne. Ecco, quest'ultima credo non esista. E' qualcosa cui l'essere umano ambisce per natura, ma la consapevolezza che sia impossibile raggiungerla non comporta già di per sé uno stato cronico di infelicità?"

La nuova città rappresenta una possibilità per ricominciare da zero, nella speranza di appianare le vecchie divergenze tra madre e figlia, visto che ormai sono rimaste sole al mondo. Per Silvia arriva ben presto un nuovo amore, ma per qualche strano motivo, sua figlia assume un comportamento a dir poco insolente e provocatorio verso l'uomo lasciando basita la madre.

"Dio almeno mi crede."

"Tutti ti crediamo."

"Tu non mi crederesti mai."

"A cosa non dovrei credere, Maria?"

"Che io sono un diavolo."

"Tu sei un angioletto, sei una bimba."

"Non è vero. Io il diavolo ce l'ho qua. Ma non lo so chi ce l'ha messo, ci sono nata così."

Una confessione a cuore aperto e, davanti agli occhi di Silvia, viene finalmente a galla la verità. 
Un segreto nascosto nel profondo della sua famiglia, una figlia che non è mai stata una figura più ambigua. Una dinamica familiare intricata e complessa, in cui è difficile trovare una vittima e un colpevole.

"La figlia femmina" è un'opera molto particolare e, al tempo stesso, una storia bellissima e unica da leggere. L'autrice dimostra una bravura fuori dal comune e mi ha conquistata completamente.
La parte migliore del libro, è il quadro psicologico che gravita intorno ai personaggi. Inizialmente, ho fatto molta fatica a comprendere il personaggio di Maria in quanto l'unico punto di osservazione è quello della madre. Man mano che procedevo con la lettura, ho cambiato più volte opinione sui vari protagonisti, in quanto non c'è un confine netto e definito tra i buoni e i cattivi. Quello che è certo, è che dietro una famiglia rispettabile e, apparentemente, perfetta, si nascondono segreti che sconvolgono per sempre le vite dei personaggi. 
La prosa dell'autrice è molto scorrevole, ho divorato il romanzo in una sera, affascinata da un lessico elegante e ricercato e da uno stile forte e incisivo. Nonostante ci sia un unico narratore, l'autrice riesce a garantire una certa obiettività e coerenza per tutti i personaggi.
Un ottimo romanzo d'esordio per una giovane autrice che fa ben sperare.
Promosso e consigliato!






Recensione "Scia di sangue" di Karin Slaughter

Buongiorno cuori librosi,
torna in libreria la brillante penna di Karin Slaughter, grazie ad Harper Collins Italia, e sono impaziente di parlarvi del suo nuovo lavoro.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

"Non era mai riuscita a comprendere a fondo il rapporto malato tra Will e Angie. Era qualcosa che aveva finito per accettare come si fa sempre con ciò che si tollera quando si ama qualcuno (...) Angie era una droga, una malattia.
Tutti avevano un passato."

Will Trent è un agente di polizia dal passato burrascoso e un matrimonio molto difficile alle spalle.
Indagando su un nuovo caso, la sua strada si incrocia di nuovo con quella della pericolosa e instabile ex moglie. Improvvisamente, la situazione si complica perché quando si parla di Angie, si preannunciano solo guai. 

"In ogni relazione, romantica o no, esisteva una certa dose di egoismo, che poteva aumentare o diminuire a seconda di chi fosse più forte o ne avesse più bisogno. Amanda assorbiva egoismo come una spugna, Faith lo lasciava andare con troppa facilità. Angie invece ti infilava una mano in gola, te lo strappava via e poi ti dava un calcio nelle palle per punirti di aver solo pensato di poter essere egoista."

Le indagini diventano più torbide ogni minuto che passa. Avere a che fare con il passato, non è facile, soprattutto perché ora Will sta con Sara, il medico legale della squadra, e cerca disperatamente di vivere una vita 'normale'. Angie non è dello stesso avviso, ha vissuto un'infanzia difficile con Will, ed è decisa a coinvolgerlo in un pericoloso gioco in cui rischieranno la vita.

"Se ami qualcuno, non gli fai del male. Non lo torturi. Non lo terrorizzi e non lo costringi a vivere nella paura. Non è così che funziona l'amore, non è così che fa la gente normale."

Una scia di sangue e di cadaveri, questi gli elementi da cui partire. Will deve assolutamente risolvere questo assurdo rebus, ne va della sua vita e della sua carriera. E' arrivato il momento di combattere, una volta per tutte, i demoni del passato. 


Mi sto davvero sforzando per non rivelare più del necessario su questo meraviglioso thriller di Karin Slaughter. Si tratta di una storia emozionante, ricca di colpi scena e dal ritmo incalzante. E' un romanzo al femminile, in quanto le donne protagoniste sono decisamente in maggioranza e hanno le personalità più disparate. La vera prima donna della situazione è Angie, un personaggio costruito magistralmente, intricato e complesso come pochi altri. Will, invece, mi è sembrato l'anello debole della catena, incapace di tenere a bada tutte le figure femminili che gli gravitano attorno. La trama è originale e ben sviluppata, ci sono molti elementi innovativi ma vengono rispettati, pienamente, i canoni del genere. La narrazione prosegue rapida e veloce, l'autrice ha una scrittura magnetica che tiene il lettore incollato alle pagine. Ci troviamo davanti a un thriller di ottima fattura, per nulla scontato e dal finale molto interessante. L'ho apprezzato moltissimo e ringrazio Harper Collins per avermi dato la possibilità di leggerlo!



mercoledì 25 gennaio 2017

W.W.W. Wednesday #1

Buongiorno cuori librosi e buon Mercoledì.
Oggi ho deciso di proporre la famosissima rubrica del W.W.W. Wednesday e farvi scoprire quali libri mi tengono compagnia questa settimana.




1. Quale libro hai finito?

La figlia femmina di Anna Giurickovic Dato


Questa è stata la mia ultima lettura, un romanzo d'esordio molto particolare dalla complessa dinamica psicologica. L'ho divorato ieri sera insieme ad una tazza gigante, e bollente, di tè.
La recensione, arriva domani sul blog.


2. Quale libro stai leggendo?

Carve the Mark di Veronica Roth e Il caffé delle seconde occasioni di Alison Kent

                 


Sì, sto leggendo due libri contemporaneamente. Non potrebbero essere storie più diverse, ma le sto apprezzando entrambe. Ve ne parlerò prossimamente.


3. Quale libro leggerai?

Il solo modo per coprirsi di foglie di Laura M. Leoni


Ho ricevuto questo libro il giorno in cui è uscito e sono curiosissima di leggerlo.
Spero di parlarvene al più presto.


E ora, sotto con i commenti.
Voglio sapere quali sono le vostre letture passate, presenti e future.
Fatemelo sapere in un commento! ✌

                                                 


martedì 24 gennaio 2017

[Release Blitz] "Razov" di Giovanna Roma

Buongiorno cuori librosi,
ho il piacere di partecipare al release blitz di "Razov" il nuovo libro di Giovanna Roma, uscito il 17 Gennaio in tutti gli stores online.
Scopriamolo insieme!



LA COVER:


Data di uscita: 17.01.2017
Formato: ebook
Genere: Dark Romance
Prezzo: 1,99 (prezzo promozionale fino al 24.01)
Guarda il booktrailer: QUI


LA SINOSSI:

Poche cose mi interessano davvero: le banconote di grosso taglio e le armi. Tutto quello che non è compreso in queste due categorie è tagliato fuori.
Lisa Petrova rientrava nella seconda.
Era la scelta per sbaragliare la concorrenza e rafforzare il mio Impero. Era la garanzia di un caricatore d'arma d'assalto a vita.
Poi mi è esplosa tra le mani. La sicura che la conteneva si è sganciata. Inganni e segreti sono saltati in aria. Il mondo di entrambi si è capovolto. Strano a dirsi, ma non potevamo essere più distanti di così.
Era convinta che fossi il mandante della Morte, mentre io concedo, ai popoli in lotta, il potere di difendersi.
Se non lo credete, avete un'errata concezione di ciò che è giusto e sbagliato.
Permettetemi di aggiustarvi.


TEASER IN ESCLUSIVA:

Quanto credi che gli importi di una misera dottoressa di terz'ordine?» Allunga un braccio dietro di sé, indicando il resto degli invitati. «Tu sei sotto di lui, come sotto chiunque in questa festa.» Li guardo uno a uno. Pochi sembrano badare a noi. «Sei uno strumento, un mezzo per un fine. Vali meno di niente e morta saresti rimpiazzata in un baleno. Non importa se Razov ti presenti come il suo nuovo asso nella manica, se ti veste dei gioielli di famiglia...» dicendolo, brucia con uno sguardo disgustato il mio collier. «O se ti regala il più indecente dei vestiti. La sua mente è un meraviglioso pozzo di atrocità, non conosce il fondo, rinnega la decenza, ogni forma di umanità e tu sei indegna di tutto questo e te ne accorgerai quando non avrà più bisogno di te. Potrai scappare, rintanarti in capo al mondo, ma lui ti scoverà. Non esisteranno mai delle porte chiuse per Razov, sussurri che gli sfuggiranno. Ti troverà, odorando la tua paura e distruggerà chiunque cerchi di nasconderti.» 





L'AUTRICE:



Sono nata e cresciuta in Italia e viaggiato sin da bambina. I generi che leggo spaziano tra thriller, psicologia, erotico e dark romance. Anche quando un autore non mi convince, concedo sempre una seconda possibilità, leggendo un altro suo libro. Sono autrice dei romanzi "La mia vendetta con te, il suo sequel "Il Siberiano", la serie "Deceptive Hunters" e lo storico "Il patto del marchese".


CONTATTI:

TWITTER: @_GiovannaRoma_



VUOI VINCERE UNA COPIA DEL LIBRO?
PARTECIPA AL GIVEAWAY! ↴




lunedì 23 gennaio 2017

[Cover Reveal] "Non mentirmi" di Sagara Lux

Buongiorno cuori librosi,
ho il piacere di ospitare il Cover Reveal di "Non mentirmi", il nuovo libro di Sagara Lux.
Buona lettura!



Blitz Release Non mentirmi



Cover Non mentirmi


Titolo: Non mentirmi
Autore: Sagara Lux
Data di pubblicazione: febbraio 2017





Nathan Blair nasconde un segreto.
A Miranda basta un semplice sguardo per percepire in lui qualcosa di affascinante e spaventoso al tempo stesso; qualcosa che l'attira al punto da farle mettere da parte la carriera di violinista e investire tutta se stessa nella ricerca della verità.

Miranda De Luca possiede un talento.
Il suono del suo violino riesce a penetrare le barriere della mente di Nathan. Risveglia le ombre del suo passato e riporta alla luce qualcosa che credeva di avere sepolto per sempre.

Miranda è la stella che brilla sul palcoscenico.
Nathan è il mostro che la osserva nell'ombra.
Uno dei due mente, l'altro vuole scoprire la verità.
È per questo che scendono a un patto pericoloso e sensuale, che li costringerà a rivelarsi per quello che sono e legherà per sempre le loro vite, i loro corpi... E i loro segreti.




FULL COVER


Full Cover

GRAPHIC TEASER


Graphic Teaser


L'AUTRICE



Sagara Lux crede nelle seconde occasioni, benché la vita non gliene abbia mai concesse.
Non ama parlare di sé, ma ama scrivere e dare a vita a personaggi capaci di colpire stomaco e cuore insieme.
Se volete, potete trovarla qui.

Facebook | Website | Amazon | Goodreads | Pinterest | Youtube




ALTRI ROMANZI DI SAGARA LUX


DI CARNE E DI PIOMBO
Broken Souls #1

INGANNO
Broken Souls #2

RISCATTO
Broken Souls #3

domenica 22 gennaio 2017

5 Libri che vi faranno piangere

Buongiorno cuori librosi,
tempo fa, sulla pagina Facebook ( che trovate QUI), vi avevo proposto un sondaggio sui libri più tristi che conoscete.
Oggi, scopriremo insieme quali sono e vi regalerò un pack speciale per una serata umida e singhiozzante!
Buona lettura!





1. Io prima di te



Alzi la mano chi non ha sentito un vuoto nel petto dopo la fine libro!
Io ho versato lacrime amare per il finale e, ancora oggi, non me ne faccio una ragione.
Per chi non lo avesse ancora letto, vi consiglio vivamente di non prendere appuntamenti dopo la lettura del libro, avrete una faccia da zombie, impresentabile anche dopo una sessione di trucco.


2. I passi dell'amore


Ho letto questo libro tipo a 14 anni, e ho capito che Nicholas Sparks mi avrebbe ucciso, prima o poi.
Penso sia il "padre", di tutti i libri strappalacrime che leggiamo oggi. Nick, tu sì che ci vuoi bene, hai dato il via ad una catena letale per il cuore di noi povere lettrici!


3. Colpa della stelle



Vogliamo parlare di Augustus?? Vogliamo parlare del 'per sempre in un tempo finito'?
Okay, okay... parliamone!! 😢
Questa è un'altra storia che mi ha fatto disperare.. ma perché??? Perché le storie più belle devono sempre avere un finale tragico?? Comunque, ragionando seriamente, togliete la penna a John Green perché siamo davanti ad un 'Nickolas Sparks 2,il ritorno nella valle del pianto'!!


4. Allegiant


Vorrei fare un minuto di silenzio per Veronica Roth e la sua crudeltà! Sappi, Veronica, che non ti perdonerò MAI! Sei perfida e cattiva! Ma io dico, tre libri, tre storie al cardiopalma, litri di bava per Quattro senza maglietta, applausi senza fine per Tris che sfida il sistema e poi cosa fai??? Mi lasci Quattro senza Tris??? Ma, dico, scherziamo?? Vi dico solo che dopo aver finito di leggerlo, ho avuto il blocco del lettore per due settimane!! Vi dico solo che ho preordinato il nuovo libro solo per ricevere l'epilogo esclusivo, e spero migliore, di questa serie!! I libri mi uccideranno, lo so!


5. Harry Potter e i doni della morte


Volevo concludere questo allegrissimo tour nella death valley, con un altro trauma infantile..
Questo libro, è pieno di morte... dal titolo, alla copertina, a SEVERUS PITON!!!!!!!
Non ce la posso veramente fare.. dopo anni passati a leggere le avventure di Harry Potter, la Rowling mi ha preso a bastonate per tutte le 700 pagine, roba che alla fine non avrei voluto nemmeno la morte di Voldy, poverino. Vi prego non provateci a casa, e soprattutto non lasciate che i vostri figli leggano questa saga senza supporto dello psicologo. Lo dico per il vostro bene!


Riguardando tutta questa carrellata di storie tristissime, mi chiedo come abbia fatto a superare i traumi. Ragazzi, qui siamo davanti al dolore vero!! 
Mi scuso anche per lo stile del post, molto poco elegante ma per affrontare un tema così, ci voleva!


Ebbene miei cari, ora arriva la parte allegra(?).
Vi regalo un pack per una serata che vi farà disperare!



In palio, una copia cartacea de "Innamorata di un angelo", un libro per niente triste, ve lo assicuro (😝) e una confezione speciale di Kleenex!
Per vincere questo esclusivo set, vi basterà seguire i seguenti passaggi:

1. Diventa lettore fisso del blog ↴
puoi farlo cliccando il tasto blu "SEGUI", che trovi nella barra destra del blog

2. Clicca 'mi piace' alla pagina Facebook → QUI

3. Condividi il post sui tuoi social e tagga gli amici

4. Lascia un commento con il nickname con cui sei iscritto al blog, una mail a cui contattarti in caso di vittoria e il link della/e condivisione/i.

Termina il 29 Gennaio alle 12.00


NOTA BENE:

Sapete che da un po', ho adottato politiche contro i fan occasionali, perciò se il vostro scopo è portarvi a casa regali, non vincerete mai in quanto scelgo io personalmente i vincitori e mi baso sulle persone e la loro presenza COSTANTE sia sul blog che sulla pagina Facebook.
Avvisati 💓




AND THE WINNER IS.....

ROSY PALAZZO 💓



sabato 21 gennaio 2017

Recensione "La voce nascosta delle pietre" di Chiara Parenti

Buongiorno cuori librosi,
oggi ho il piacere di parlarvi di un romanzo bellissimo e particolare scritto da un'autrice che apprezzo molto.
Si tratta de "La voce nascosta delle pietre", scritto da Chiara Parenti per Garzanti.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

"Avrei anch'io trovato le mie gemme, preziose amiche dalle incredibili capacità in grado di tirare fuori  il meglio di noi stessi. Insieme a queste fedeli compagne ero sicura che avrei saputo superare ogni ostacolo perché, mio nonno lo diceva sempre, le pietre ci guidano  verso la felicità. Sì, le avrei amate incondizionatamente per il resto della mia vita."

Luna ha una passione sconfinata per le pietre, le capisce e ne trae enormi benefici. Ogni pietra ha il suo significato e un suo potere speciale, ma pochi hanno il dono di capirlo e utilizzarlo in maniera corretta. Istruita dal nonno, Luna cresce tra storie avventurose e gemme preziose e colorate insieme a Leo, l'amico di sempre. Con il passare degli anni, il rapporto con Leo cambia e si evolve, fino a sbocciare nel primo vero amore. Tra di loro c'è un legame unico, il nonno li definisce due diamanti: forti e indistruttibili. 

"Ricordati, le pietre conoscono la strada. Loro sono la strada. La strada verso il cuore. Percorri sempre questa strada e non ti perderai mai."

Purtroppo la vita non sempre va come speriamo, e, in una terribile notte, Leo scompare lasciando dietro di sé solo un biglietto e il cuore spezzato di Luna. Dopo sette anni, la vita è andata avanti, Luna non è più una ragazzina ed è in procinto di sposare un uomo dal cuore d'oro che l'ha sempre amata. Un destino, forzato, riporta sul suo cammino Leo che non l'ha mai dimenticata e non ha mai avuto l'occasione di spiegare cosa successe in quella notte. Ma Luna non vuole saperne niente. Quello che c'è stato tra loro, è stato unico e magico, ma ora sono adulti e non è più tempo di giocare.

"Così penso alle pietre. 
(...) Hanno resistito a pressioni enormi, a temperature incredibili, a eruzioni vulcaniche, e dalla loro forza hanno tratto la vita. (...) Hanno resistito perché le pietre sono pazienti, incredibilmente tenaci. 
Anche il vero amore è così. Ha bisogno di forza, sacrificio, di una resistenza infinita. E' un diamante che non ha paura del tempo che passa, delle tempeste, della furia degli elementi. L'amore resiste. Aspetta. E continua a vibrare per sempre."

Il passato non si può cancellare e il futuro è tutto da scrivere. Le faccende in sospeso, esigono di essere risolte. In un viaggio magico alla ricerca di pietre preziose nella natura più incontaminata, Luna dovrà fare i conti con sé stessa e capire che non può accontentarsi, ma deve vivere di emozioni che facciano splendere e brillare il diamante che è in lei.

Ho iniziato a leggere le storie di Chiara Parenti un paio di anni fa, avevo appena aperto il blog e mi sbellicavo dalle risate con i suoi romanzi dal mood molto ironico pubblicati da Rizzoli, nella collana 'Youfeel'. Ho sempre visto molto potenziale in lei e quando ho saputo della sua pubblicazione su carta, sono corsa a prendere la mia copia con molte aspettative. Ho trovato una Chiara diversa, più matura forse, ma non meno brillante e ingegnosa. Mi piace il modo, competente ed esaustivo, con cui ha sviscerato l'argomento principale attorno al quale ruota la trama. Molto ben costruiti entrambi i protagonisti e i vari 'aiutanti'. Ho amato, letteralmente, nonno Pietro e i suoi rocamboleschi piani per far incontrare di nuovo Leo e Luna. La prosa dell'autrice è scorrevole, delicata e molto elegante. Ho letto il romanzo nel giro di qualche giorno, gustandomi la storia fino in fondo. 
Carinissima anche l'intervista all'autrice, alla fine del libro, che ci permette di capire ancora meglio la storia. Nel complesso, è stata una lettura stupenda che consiglio a tutte le mie amiche lettrici!



venerdì 20 gennaio 2017

[Libri & Film] 3 appuntamenti da non perdere!

Buon pomeriggio cuori librosi,
il 2017 sarà un anno pieno di uscite attesissime sia per i libri che per i film.
Scopriamo insieme 3 appuntamenti a cui non potete proprio mancare!




FALLEN - 26 Gennaio


Lucinda "Luce" Price, una diciassettenne molto determinata che apparentemente sembra vivere una vita normale, fino a quando non viene accusata di un crimine che non ha commesso. Spedita al rigido riformatorio Sword & Cross, Luce si trova a essere corteggiata da due ragazzi, ai quali si sente inspiegabilmente legata. Sola e perseguitata da strane visioni, Luce inizia a svelare dei segreti legati al suo passato e scopre che i due giovani sono angeli caduti che si contendono il suo amore da secoli. Luce dovrà far chiarezza nei suoi sentimenti e scegliere da che parte schierarsi in un’epica battaglia tra Bene e Male per difendere il suo vero amore.


Guarda il trailer → QUI


50 SFUMATURE DI NERO - 9 Febbraio


Quando un addolorato Christian Grey cerca di persuadere una cauta Ana Steele a tornare nella sua vita, lei esige un nuovo accordo in cambio di un'altra possibilità. I due iniziano così a ricostruire un rapporto basato sulla fiducia e a trovare un equilibrio, ma alcune figure misteriose provenienti dal passato di Christian accerchiano la coppia, decise ad annientare le loro speranze di un futuro insieme.

Guarda il trailer → QUI


LA BELLA E LA BESTIA - 16 Marzo



La storia racconta il fantastico viaggio di Belle, giovane donna brillante, bellissima e dallo spirito indipendente che viene fatta prigioniera dalla Bestia e costretta a vivere nel suo castello. Nonostante le proprie paure, Belle farà amicizia con la servitù incantata e imparerà a guardare oltre le orrende apparenze della Bestia scoprendo l'anima gentile del Principe che si cela dentro di lui.

Guarda il trailer → QUI


[ANTEPRIMA] Recensione "Hai cambiato la mia vita" di Amy Harmon

Buongiorno cuori librosi,
questa mattina voglio parlarvi di un romanzo che mi ha colpita e affondata.
Si tratta del nuovo libro di Amy Harmon, "Hai cambiato la mia vita", che arriverà in Italia il 26 Gennaio per Newton Compton.
Buona lettura!

** può contenere spoiler **


Acquistalo, QUI


LA RECENSIONE:

"Qualunque sia stata la ragione, quando Moses arrivò a Levan per me fu come trovare altra acqua: fredda, profonda, imprevedibile e, come la pozza del canyon, pericolosa, perché non sai mai cosa si nasconde sotto la superficie. 
E, come facevo da sempre, mi buttai di testa, anche se me l'avevano proibito.
Stavolta, però, andai a fondo."

Georgia vive una tranquilla cittadina dello Utah, aiuta i genitori a lavorare nel maneggio di famiglia e, come tutta la città, è in fermento per l'arrivo di Moses, una piccola celebrità dalla storia interessante che richiama moltissimo quella del più noto personaggio biblico. In realtà la vita di Moses è molto meno poetica, è un figlio del crack abbandonato in una cesta da una madre troppo fatta per prendersene cura. Dicono tutti che gli effetti della droga abbiano danneggiato per sempre anche il suo cervello, un motivo più per stargli alla larga, ma, agli occhi di Georgia, un motivo in più per scoprire cosa si nasconde dietro questo enigmatico e bellissimo ragazzo.

"Fosse quello che fosse, lo volevo con una disperazione tale che mi consumava. Non avevo mai voluto niente con quella forza. E non riuscivo a immaginare di provare lo stesso in futuro per qualcun altro."

Moses ha delle sue leggi, dei comandamenti, che rispetta con disciplina impeccabile. Aspetta solo di raggiungere la maggiore età per poi prendere il volo da una città che parla alle sue spalle, dai pregiudizi e da Georgia. La ragazza, infatti, nonostante le palesi dimostrazioni di disappunto di Moses, non molla la presa. E' affascinata da ogni parte di lui, anche dai misteriosi e inquietanti disegni che, di tanto in tanto, spuntano per la città e portano la sua firma. Georgia lo ama più di qualsiasi cosa ed è per questo che lui deve lasciarla andare.

"Proprio per quello, perché era passato tutto quel tempo, c'era la possibilità che non lo riconoscessi subito, che non reagissi all'istante. Invece sì. Mi era bastato uno sguardo, e il mio cuore aveva battuto un colpo assordante, che ancora adesso mi rimbombava nella testa e nelle membra, e mi faceva vibrare, mi faceva tremare."

Sette anni dopo, ormai adulti, Georgia e Moses si ritrovano e si accorgono che non è cambiato niente e, contemporaneamente, è cambiato tutto. C'è un motivo se si sono incontrati di nuovo, ma stavolta Georgia non è disposta a correre dietro a nessuno, Moses l'ha quasi distrutta l'ultima volta e non ha intenzione di provare ancora tutto quel dolore. Lui, dal canto suo, si trova ad un punto cruciale della sua vita, il suo 'dono' , o maledizione dipende dai punti di vista, lo ha guidato di nuovo a Levan e da Georgia, questa volta non potrà semplicemente fuggire, ma dovrà affrontare il suo destino una volta per tutte.


Questo romanzo è eccezionale, è l'unico aggettivo che mi viene in mente se penso a "Hai cambiato la mia vita" . La storia di Moses e Georgia è di una intensità disarmante, il loro amore sofferto ci attanaglia in una morsa di dolore e sofferenza e ci spinge sempre più in basso fino a toccare il punto di rottura. Il personaggio a cui mi sono affezionata di più, è senza dubbio quello di Georgia. Provo soltanto ammirazione per lei e la sua determinazione. Ci prova fino alla fine, pur sapendo di rischiare moltissimo e mettendo in gioco fino all'ultimo pezzo del cuore. Moses è uno dei protagonisti più enigmatici che abbia mai incontrato, purtroppo è circondato dai pregiudizi e il suo dono non aiuta perché le persone fanno fatica a credere nel sue capacità 'paranormali'. L'autrice ha uno stile inconfondibile, delicato e forte al tempo stesso. La narrazione è scorrevolissima e il ritmo incalzante.
Ben riuscito l'inserimento di più generi letterari, il romance, il paranormal e anche un pizzico di thriller. E' una storia unica nel suo genere e magica come tutte quelle della Harmon.
Vi consiglio di prenotare subito la vostra copia, perché è un romanzo che merita tantissimo.
Mi ha completamente conquistata e soddisfatta, lo consiglio!



mercoledì 18 gennaio 2017

Il segreto per vivere felici? L' Hygge!

Buongiorno cuori librosi,
oggi vi parlo di un manuale carinissimo che mi ha svelato i segreti per una vita più serena e "hygge".
Si tratta de "Il metodo danese per vivere felici", un libro che ha venduto milioni di copie in tutto il mondo e che può cambiare il modo in cui ci approcciamo alla vita di tutti i giorni.


Acquistalo, QUI

Cosa significa "Hygge"?
L'autrice ce lo spiega molto bene, attraverso immagini di momenti quotidiani dei danesi, i quali prendono l'hygge, come uno stile di vita. Questa parola ha molteplici significati e viene utilizzata come nome, aggettivo e verbo.
Nella nostra lingua, non esiste una traduzione che renda a pieno il significato, ma potremmo intenderla come un qualcosa di piacevole, sereno e rilassante.


Per passare del tempo 'hygge', non è necessario chissà quale impegno e ricerca. 
Basta ritagliarsi momenti di pace e tranquillità nel solito tram tram quotidiano. In questa ottica, anche starsene sdraiati a guardare un paesaggio, diventa un momento unico e irripetibile che ci dona pace e serenità.



Dedicare attenzioni e tempo alle persone che amiamo, è un altro punto focale nella nostra ricerca della felicità.
Via i computer, gli smartphone e le televisioni per passare un tempo di qualità in famiglia e con gli amici. Basta anche una cena frugale, l'importante è ricercare un clima accogliente e familiare in cui scambiarsi storie e racconti.


Circondatevi di cose belle da vedere e che vi trasmettano tranquillità.
I danesi vanno pazzi per le candele e, in generale, per tutta una serie di oggetti e complementi d'arredo dall'aspetto rassicurante. Rientrare a casa dopo una giornata estenuante, ed essere circondati da cose che amiamo, ci aiuta a ritrovare l'equilibrio.


Fare attività ricreative.
Che siate soli o in compagnia, dedicate del tempo ai vostri hobbies. Bastano anche 10 minuti al giorno per ritrovare la calma e affrontare la giornata con il sorriso, in pieno spirito hygge!


Ultimo, ma non meno importante elemento fondamentale per la ricerca dell'hygge, il cibo!
I danesi amano il cibo e lo utilizzano come elemento per unire le persone intorno a un tavolo per passare serate in pieno stile hygge. 


Questi i segreti per vivere una vita più felice e più serena.
Sono linee guida molto semplici e facili da seguire, io senza dubbio, inizierò a cambiare la mia quotidianità. In fondo, a cosa serve correre e vivere carichi di ansie e stress?
Meglio prendere come modello questa società e iniziare a vivere in modo hygge!


Vi consiglio di recuperare al più presto questo manuale, non ve ne pentirete!