mercoledì 31 maggio 2017

Recensione "La donna di ghiaccio" di Robert Bryndza

Buongiorno lettori,
oggi vi parlo di un thriller che attendevo moltissimo e che avuto il piacere di leggere la scorsa settimana. Si tratta de "La donna di ghiaccio", di Robert Bryndza.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

"Il freddo era intenso e tagliente. Ingoiò quell'acqua marcia, scalciò, agitò le braccia. In qualche modo riuscì a raggiungere la fiancata della barca. Si tirò su e vomitò. Quanto avrebbe voluto prendere quel telefono. E non per venderlo. Voleva solo chiedere aiuto."

Andrea è una ricca ragazza inglese che aveva tutti i numeri per avere successo nella vita.
Quando viene ritrovata brutalmente assassinata, nella sua tomba di ghiaccio, rimangono tutti sconvolti e scioccati. La detective Erika Foster è appena rientrata in servizio dopo un evento tragico e delicato che ha cambiato la sua vita per sempre. La ragazza e la sua ingombrante famiglia, costituiscono un caso scottante e per Erika sarà un'occasione unica per dimostrare di essere di nuovo al top.

"Rimase in ascolto per un istante, poi si voltò e andò verso la porta di fronte. La figura provò un improvviso bisogno di uscire di lì, di andarsene. Di escogitare un piano.
La detective Foster mi ha forzato la mano.
Credo che dovrò ucciderla."

Le indagini vengono ostacolate ad ogni passo, l'impulsività di Erika rischia, più volte, di metterla nei guai. ma la voglia di scoprire la verità e dare un volto al misterioso assassino è più forte del buon senso e della prudenza. A quanto pare, la vita di Andrea non era così perfetta come poteva sembrare ad una prima occhiata e la sua morte non è stata un caso accidentale e isolato. 

Questo era uno dei titoli che attendevo di più, quest'anno. Amo i thriller e sono sempre alla ricerca di nuovi libri e nuove storie intriganti e ricche di suspence. 'La donna di ghiaccio', ha una trama ben congegnata e complessa al punto giusto. Una fitta rete di segreti, misteri e bugie è lo scenario perfetto in cui ambientare le indagini della detective Foster. Il suo personaggio, insieme a quello della vittima, Andrea, è quello che viene più sviscerato e raccontato. Alla fine del libro, il lettore conosce ogni angolo della sua mente e ogni avvenimento della sua vita. La donna ci viene mostrata senza filtri, fragilità e punti di forza inclusi. L'autore ha una prosa molto diretta e accattivante, il ritmo della storia è incalzante e incuriosisce sempre di più, pagina dopo pagina. Mi è piaciuto molto lo sviluppo e l'epilogo, non scontato e con colpo di scena assicurato. Le dinamiche familiari dei Douglas- Brown mostrano uno scorcio interessante sulla società e sul modo di agire inglese quando si tratta di avere a che fare con Lord e nobili di vario rango. Nel complesso mi è piaciuto moltissimo come libro e come storia, spero di leggere ancora di Erika Foster in qualche altra brillante e oscura indagine.



martedì 30 maggio 2017

[Blogtour] "Tre metri sotto un treno" - 5 modi per sopravvivere ad una delusione d'amore

Buongiorno lettori,
ho il piacere di ospitare una tappa del blogtour dedicato a "Tre metri sotto un treno", di Giulia Valesi, edito da Piemme.
Nel particolare, vi parlerò di 5 modi per sopravvivere ad una delusione d'amore.
Chi di voi non ha mai sofferto del famigerato e spietato mal d'amore?
Lo vediamo nei film, lo viviamo o lo abbiamo vissuto sulla nostra pelle.
L'amore non è solo un sentimento bellissimo e stucchevole, è anche il motivo per il quale prosciughiamo i nostri condotti lacrimali, ci chiudiamo lo stomaco e ci disperiamo.
Ma non temete gente, con i miei cinque consigli, non sarete più 'tre metri sotto un treno'!





Quando una storia finisce, cambiare aria può essere la terapia migliore.
Non importa il luogo o la compagnia, la parola d'ordine è: SVAGO.




Spesso capita che, soprattutto dopo anni di relazione, ci si trascuri un po' mettendo da parte sogni e aspirazioni. Riprendere in mano le redini della propria vita può essere un'occasione di rivincita personale e un piacevole diversivo.




Si sa che una delle tantissime funzioni del cibo è quella consolatoria. 
Per affrontare lo stomaco chiuso, deliziatevi con i vostri piatti preferiti. Via libera a maxi pizze, cascate di sushi e i mitici barattoloni di gelato al cioccolato.
Alla linea ci penseremo un'altra volta!




Spesso le storie si lasciano dietro situazioni rancorose e tanta rabbia.
Sfruttate e sfogate questa energia attraverso lo sport. 
Iscrivetevi in palestra, chissà che, circondate da adoni muscolosi, non diventi più facile dimenticare la delusione.




Come vi accennavo all'inizio del post, l'amore non ci lega soltanto a un uomo o a una donna.
L'amore è anche quello per la famiglia e gli amici.
Circondatevi di persone sincere e amorevoli, non esiste rimedio migliore.

N.B. Ricordate che non esiste una notte tanto grande da non permettere al sole di risorgere il giorno dopo! 💓


Continuate a seguirci nel tour più divertente e strappalacrime della storia!
Ecco il calendario con le prossime tappe!



lunedì 29 maggio 2017

[Domino Letterario] "Una storia di amore e di tenebra" di Amos Oz

Buon pomeriggio lettori,
anche questo mese partecipo con piacere al 'Domino Letterario', un'iniziativa organizzata dai blog per promuovere la lettura attraverso la recensione di libri tutti collegati tra loro.
Per la mia tessera ho scelto il romanzo autobiografico di Amos Oz, "Una storia di amore e di tenebra".
Buona lettura!


Acquistalo, QUI


Amore e tenebra sono due delle forze che agiscono in questo libro, un'autobiografia in forma di romanzo, un'opera letteraria che comprende le origini della famiglia di Oz, la storia della sua infanzia e giovinezza a Gerusalemme e poi nel kibbutz di Hulda, l'esistenza tragica dei suoi genitori, e una descrizione epica della Gerusalemme di quegli anni, di Tel Aviv che ne è il contrasto, della vita in kibbutz, negli anni trenta, quaranta e cinquanta. La narrazione si muove avanti e indietro nel tempo, ricostruendo in 120 anni di storia familiare una saga che vede protagonisti quattro generazioni di sognatori, uomini d'affari falliti e poeti egocentrici, riformatori del mondo, impenitenti donnaioli e pecore nere.

Non è stata una lettura semplice, non è stata una lettura facile, ma è stata una lettura che mi ha arricchita, su questo non c'è dubbio. Con le autobiografie è così, non si tratta di classici romanzi, ma pezzi di vita di un individuo che meritano sempre rispetto e la giusta attenzione da parte di chi legge.
L'autore mescola alla perfezione elementi storici importanti, come la nascita dello Stato di Israele, ed avvenimenti familiari di un certo livello e di un certo impatto. La figura della madre, Fania, è un elemento fondamentale e il legame più forte che l'autore instaura nella sua vita. Il suicidio della donna sconvolge, e non poco, la sua vita e segna una frattura profonda e insanabile anche nel rapporto con il padre. Un giovane Amos lotta, da sempre, contro un destino che sembra essere stato tracciato da altri, il suo cognome stesso ne è la prova: Oz, in ebraico, significa forza ed è senza dubbio un elemento che non caratterizza l'animo gentile e tormentato dell'autore. La narrazione è costellata da un elevato numero di personaggi, più o meno noti, e avvenimenti storici, i numerosi salti temporali contribuiscono ad arricchire una trama, già complessa, rendendo la lettura poco scorrevole e, a tratti, confusionaria. Ho apprezzato moltissimo le descrizioni, accurate e dettagliate, dei luoghi e della meravigliosa cultura ebraica. Come vi dicevo, non è un libro di facile lettura ma è una storia intensa e di impatto che mi ha arricchita. Sono contenta del tempo speso in compagnia di un racconto unico nel suo genere che riesce ad amalgamare perfettamente una storia familiare con quella di un paese intero. Nel bene o nel male, questo libro ha lasciato un segno perciò non posso non consigliarlo.



Vi lascio il calendario con il domino di questo mese.
Continuate a seguirci!





[Presentazione] "Dietro le apparenze" di Silvia Devitofrancesco

Buongiorno lettori,
oggi vi segnalo l'uscita del nuovo romanzo di Silvia Devitofrancesco, "Dietro le apparenze".
Scopriamo insieme la copertina e la trama.


Data di uscita: 5 Giugno
Formato: cartaceo/ebook
Prenotalo, QUI


SINOSSI:

"Ci sono segreti che non possono essere rivelati." 

Laura Alberti lavora come fotografa presso la redazione di una rivista femminile. Gemma Bruschi, la donna con la veletta, colei che ha fatto delle apparenze una filosofia di vita, è la regina dei salotti romani. Un evento benefico le farà incontrare mettendo a nudo una inaspettata verità. Tra dubbi, rimorsi, aspettative, deduzioni e una complessa indagine di femminicidio, le esistenze delle due donne sono destinate a mutare per sempre. 


L'AUTRICE:

Silvia Devitofrancesco, classe 1990, è nata a Bari, dove vive tuttora. Ha conseguito la Maturità Classica e successivamente la Laurea triennale in Lettere (Curriculum “Editoria e giornalismo”). Dopo aver pubblicato racconti in antologie, approda al romanzo con Lo specchio del tempo (pubblicato per la prima volta nel 2014 dalla Casa Editrice Libro Aperto International Publishing e ripubblicato nel 2016 in versione Self Publishing) col quale si classifica prima al contest “Autore possibile 2016” nell’ambito della quindicesima edizione del Festival del Libro Possibile di Polignano a Mare. Nel 2016 pubblica Ultimo accesso alle…; firma assieme ad Arianna Berna, Monica Coppola e Loriana Lucciarini il volume solidale 4 petali rossi – frammenti di storie spezzate (Arpeggio Libero Editore) e pubblica la commedia romantica natalizia Un secondo, primo Natale. Nel 2017 omaggia le donne con la raccolta di racconti Essenzialmente donna.

domenica 28 maggio 2017

Recensione "Non tornare indietro" di Sophie Hannah

Buongiorno lettori,
oggi vi parlo del nuovo romanzo di Sophie Hannah, "Non tornare indietro".
Una storia di segreti e pericolose dinamiche che si nascondono dietro le personalità più impensabili.
Buona lettura.


Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

"C'è il brivido della trasgressione quando ci si spoglia per fare porcherie di nascosto con uno sconosciuto, c'è il profondo coinvolgimento affettivo del fare l'amore con l'anima gemella... e poi c'è il genere di intimità che si crea tra due persone che condividono un segreto.
Un grande segreto, significativo per entrambe."

Un famoso opinionista inglese viene ritrovato assassinato in casa sua.
Sulla scena del delitto, nessun indizio e una misteriosa frase che diventa subito un rompicapo per la polizia. Nicki è una casalinga come tante che, dietro la facciata di moglie e madre perfetta, nasconde inclinazioni e segreti discutibili. Le telecamere di zona riprendono più volte la sua macchina nei pressi della scena del crimine e i detective non vedono l'ora di sentire la sua giustificazione in merito.

"Io avevo gli occhi bendati ma provavo un fortissimo desiderio di vederlo, eppure trovai la situazione a suo modo intrigante. Forse addirittura eccitante. Tutti gli altri sensi erano in allerta. Inspirai il suo odore quando si sdraiò vicino a me. Toccarlo, assaporarlo, sentire la sua pelle nuda contro la mia... Non ho mai provato niente di simile, né prima né dopo di allora. Ed è questo il dramma, considerato ciò che accadde in seguito: che lui sia stata la cosa più bella che mi sia capitata."

La vita parallela, e segreta, di Nicki rischia pericolosamente di scontrarsi con la realtà. 
Lei è l'unica ad avere in mano i vari pezzi del puzzle e la cosa non le è di nessun di aiuto o conforto.
Rivelare anche il minimo dettaglio o sospetto, basato sulle informazioni in suo possesso, rischierebbe di far saltare definitivamente la sua 'copertura', e non può permettersi di farsi scoprire. 
Non può permettersi di perdere la sua famiglia.

"Quali sono le persone che ammiriamo di più? In fondo in fondo come ci piacerebbe essere, anche se non lo ammetteremmo mai? Come chi ci disprezza e ci sbeffeggia! Chi è talmente sicuro di essere superiore a noi da non avere problemi a dichiararlo in pubblico, e con una buona dose di ironia.
Inoltre la gente che sa certe cose sul nostro conto ha il potere di distruggerci."

La vita di Damon Blundy era piena di nemici e potenziali assassini, ma era anche piena di personalità femminili dai ruoli poco definiti. Quando la situazione precipita, Nicki dovrà prendere una decisione netta per salvarsi e fermare il colpevole.

Devo dire che mi aspettavo qualcosa di più da questo libro.
La parte legata ai veri protagonisti della serie, Simon e Charlie, viene sorvolata spesso e volentieri e per nulla elaborata nel dettaglio. L'attenzione dell'autrice si concentra quasi esclusivamente su Nicki e sulla torbida vita della vittima, Damon Blundy. Ho apprezzato molto il personaggio di Nicki, l'autrice ne mostre debolezze e fragilità senza alcuna censura, è una donna complessa e estremamente bisognosa di attenzioni. Necessita talmente tanto di approvazioni esterne, da mettere a repentaglio la sua stessa vita. 
La trama è intricata e ben sviluppata, fino alla fine non si riesce a scoprire la verità e l'autrice stuzzica il lettore con indizi e congetture in crescendo. La prosa è molto scorrevole a differenza della scelta narrativa che fa sembrare tutto un po' confusionario e difficile da seguire.
Nel complesso non mi è dispiaciuto, ma non mi ha nemmeno conquistata troppo. Conto però di dare una seconda occasione all'autrice leggendo un altro capitolo delle indagini di Charlie Zailer e Simon Waterhouse.



sabato 27 maggio 2017

Recensione "Destiny" di Lindsey Summers

Buongiorno lettori,
oggi vi parlo di "Destiny - Un amore in gioco", di Lindsey Summers, edito da Newton Compton.
La lettura mi ha stupito molto..continuate a leggere per scoprire se in positivo o in negativo.


Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

"Ciò che vorrei è che tu non esistessi. Quando torni?"

"Fra una settimana."

"E io cosa dovrei fare fino ad allora?"

"Sognarmi. In giro si dice che io sia davvero notevole, se riesci a capire cosa intendo.."

Keeley è al settimo cielo per l'arrivo delle vacanze estive. Certo, c'è da pensare al college, al suo caro e scapestrato fratello gemello, ma tutto sommato è più che pronta a godersi a pieno la stagione.
La mano velata del destino, fa in modo che prenda per errore il telefono di un altro ragazzo segnando ufficialmente l'inizio di tutti i suoi guai. Una situazione facilmente risolvibile, si trasforma infatti in un gioco all'ultima battuta con Talon, misterioso e borioso ragazzo che prende Keeley come confidente personale e soggetto perfetto per scherzi, battute e riflessioni sul futuro.

"Gli occhi di Keeley seguirono il contorno delle sue labbra: era stato un perfetto sconosciuto, ma ora era molto di più, e lei sentiva di conoscerlo meglio di chiunque altro."

Un messaggio dietro l'altro basta e avanza per portare il rapporto su un piano superiore. Dietro l'aria simpatica e irriverente, Talon nasconde una personalità misteriosa e intrigante. Keeley è sempre più attratta da lui, ma a peggiorare una situazione già surreale, si aggiunge il fatto che Talon è la nemesi di suo fratello. Quante sfide dovrà superare ancora questo amore appena nato?

"Siamo sull'orlo di un precipizio , Talon.
O facciamo un salto nel buio e proviamo a raggiungere l'altra parte, o ci allontaniamo e perdiamo quel che abbiamo."

"Non hai sentito dire che più arrivi in alto, più ti fai male quando cadi?"

"E' un rischio che sono disposta a correre."

Un segreto inconfessabile del passato di Talon dà il colpo di grazia alla storia.
Lottare contro tutti i problemi insorti, sembra essere una battaglia persa in partenza. Troppi dubbi, troppe insicurezze, troppe differenze caratteriali.. il destino li ha avvicinati, poi divisi.. gli concederà un'ultima occasione?

Quando mi trovo davanti i 'fenomeni di Wattpad', sono sempre prevenuta e poco interessata, perciò non mi aspettavo nulla da 'Destiny'. Inaspettatamente però, la storia mi ha preso moltissimo e questi due giovanotti mi hanno fatta sospirare messaggio dopo messaggio, sguardo dopo sguardo. 
Keeley e Talon hanno due personalità opposte: lei è cristallina e sincera sempre comunque, lui si nasconde dietro una facciata sbarazzina e affascinante. Mi è piaciuto l'evolversi combattuto della loro storia e l'epilogo stra-meritato. Nonostante la copertina rosa shocking, la trama non è per nulla melensa e sdolcinata, anzi. L'autrice è riuscita a conquistarmi e coinvolgermi pienamente con una prosa moderna e molto diretta, il ritmo è veloce e appassionante. Posso affermare con convinzione che il libro merita una possibilità, io mi sono ricreduta su tante cose, l'ho divorato in poche ore e non vedo l'ora di leggere il prossimo capitolo su Zach e Claire.
Promosso!!



venerdì 26 maggio 2017

Recensione "Quello che i tuoi occhi nascondono" di Serena Nobile

Buongiorno lettori,
oggi voglio parlarvi del romanzo di Serena Nobile, alias Virginia De Winter, intitolato "Quello che i tuoi occhi nascondono". Si tratta del primo di una serie composta da cinque romanzi e che sarà pubblicata da Harper Collins.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

Bianca ha una passione sconfinata per la fotografia, ma non quella tradizionale dai colori brillanti e sgargianti, lei vede il mondo in bianco e nero attraverso la sua reflex. E' sempre stata una ragazza benestante, ha buone amiche e una carriera consolidata alle spalle. Ma piccole increspature ed elementi sospetti sconvolgono la sua quotidianità. Si sente sempre osservata e non è la sola a notare delle novità. Le sue amiche di sempre, manifestano le stesse preoccupazioni e il tutto è riconducibile a una terribile sera di tanti anni prima. Il passato è venuto a chiedere il conto?

"Non vedo come tu possa pensare che sia colpa di Ludovica Lanfranchi. E poi perché adesso? Sono passati quattordici anni."

"Non lo so (...) Però a volte ho l'impressione che potrebbero passarne anche cento e che tornando al collegio la troveremmo ancora lì, mezza morta in camera sua."

Per lavoro, conosce Federico un attore affermato bello da togliere il fiato. Bianca resta subito sconvolta dalle sensazioni che riesce a scatenarle dentro. La passione tra i due è travolgente e inarrestabile. Ma la paura per la misteriosa presenza che la perseguita, non le permette di concentrarsi al cento per cento in questa storia.
Se la vendetta è un piatto che va servito freddo, Bianca e le sue amiche sono in un mare di guai.

Non avevo mai letto nulla dell'autrice, ma questo romanzo mi è piaciuto moltissimo.
E' impossibile da catalogare in un solo genere perché c'è di tutto: thriller, young adult, romance.. il tutto mescolato alla perfezione. Bianca è un personaggio determinato e caparbio, vive in simbiosi con la sua macchina fotografica e sembra sempre molto posata e riflessiva. Con Federico viene fuori una parte nuova di lei che mi è piaciuta ancora di più. Il punto forte del libro è il mistero che avvolge l'intera vicenda, l'autrice rivela poco e niente e lo fa a piccole dosi, senza svelare tutte le carte.
L'epilogo mi ha lasciata a bocca aperta e con tanta, tanta curiosità di scoprire cosa accadrà adesso. 
Penso che l'idea di base sia molto originale e accattivante, ho apprezzato molto la prosa dell'autrice e le bellissime descrizioni che permettono al lettore di immaginare perfettamente ogni dettaglio della storia. La narrazione è scorrevolissima, quasi non ci si rende conto di averlo già finito, il ritmo è incalzante e travolgente. 
E' un preludio straordinario per una serie che promette benissimo!
Consigliato.



giovedì 25 maggio 2017

[Review Party] "Amore dietro le quinte" di Ilenia Bernardini


Buongiorno lettori,
oggi ho il piacere di ospitare il Review Party di "Amore dietro le quinte" , scritto da Ilenia Bernardini per Butterfly Edizioni.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

"Hai bisogno di Chuck. La sceneggiatura è tua, ma se vuoi far nascere questo tuo 'bambino', devi accettare la sua presenza. Questo è quanto. 
A voi la scelta."

Blair Monroe è una vera professionista quando si tratta di scrivere sceneggiature. Ha un contratto con una emittente televisiva di successo e sta per lanciare una nuova serie insieme all'amica regista Serena. Il produttore ha però qualche remora su alcuni passaggi e le fa una proposta indecente.
Per avere la sua approvazione, dovrà lavorare fianco a fianco con Chuck, un giallista di successo e un carattere odioso direttamente proporzionale al suo fascino. No, non siamo in una puntata di Gossip Girl, Blair deve fare una scelta: o si impegna a non uccidere Chuck per il tempo necessario a far approvare la sceneggiatura, o addio sogni di gloria.

"Quindici giorni fa la mia vita era perfetta: ogni sera uscivo con una donna diversa, ero il centro dell'universo per le mie nipoti, potevo scrivere quando e come volevo.
Ma l'uragano B. ha sconvolto tutto."

Anche per Chuck non è facile avere a che fare con Blair e la sua lingua velenosa. 
Si odiano, ma si cercano e, soprattutto, per riuscire a far approvare il progetto devono assolutamente trovare il modo per collaborare. Dietro la maschera da play boy da strapazzo, Chuck nasconde anche una parte dolce e amorevole riservata alla sorella e le nipoti.
Più passano i giorni e più iniziano a diventare evidenti i segni lasciati dall'uragano B.
Cosa gli sta succedendo? E perché improvvisamente la sua mente inizia ad andare contro ogni sua convinzione spingendolo verso Blair?

"Voglio le stesse cose che vuoi tu, e nello stesso tempo ne desidero altre. Ma, per quante cose possa desiderare fare, TU sei il mio punto fermo.
Sarei disposta a rinunciare a tutto, purché abbia TE!"

La scadenza per presentare il lavoro finito è ormai alle porte, Chuck e Blair lavorano costantemente alla sceneggiatura e sembrano aver trovato, finalmente, un equilibrio. In cuor suo, Blair scopre di provare qualcosa per l'odioso collega, ma non riesce a capire come mai lui cerchi di tenerla a distanza nonostante l'evidente attrazione. L'arrivo di Seth, un uomo altrettanto affascinante e sicuro di sé, sconvolge il loro precario equilibrio. Blair si ritrova improvvisamente tra due fuochi e Chuck deve trovare il coraggio di superare i suoi i limiti se non vuole perderla per sempre.

Questo libro è un romance al cento per cento, perciò aspettatevi i cliché, aspettatevi una storia da sogno e, a tratti, molto lontana dalla realtà, e aspettatevi tante scene dolciose ed amozionanti.
Chuck e Blair sono come cane e gatto. Per motivi diversi, hanno problemi ad ammettere i propri sentimenti, nonostante l'interesse sia palese da entrambe le parti. Mi è piaciuto molto Chuck, è un personaggio dai mille volti e dalle mille risorse. Ho adorato anche la sua famiglia e il ruolo fondamentale che gioca nella sua storia con Blair.
Nonostante sia un romance, l'autrice ha giocato molto con l'ironia ed è stata bravissima ad inserire nella trama anche momenti più intensi e poco piacevoli. Per un attimo, ho temuto un epilogo diverso, ma sono contenta che tutto sia andato per il meglio!
Gli elementi un po' più piccanti e sexy, rendono perfetta la lettura anche se amate lo young adult.
L'autrice ha uno stile fresco e brioso, la narrazione è scorrevolissima e segue un ritmo molto veloce. 
Stiamo andando incontro all'estate e, questa, è la storia perfetta da portare in vacanza!








mercoledì 24 maggio 2017

Recensione "Il mio segreto" di Kathryn Hughes

Buongiorno lettori,
oggi vi parlo del nuovo romanzo di Kathryn Hughes, un'autrice che amo.
Il libro si intitola, "Il mio segreto" ed è stato portato in Italia dalla Nord.
Vi dico subito che l'ho amato moltissimo, perciò preparatevi ad una dolcissima recensione!
Buona lettura.


Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

"Non era convinta che pregare potesse servire a qualcosa; del resto, se esisteva un Dio, non avrebbe forse evitato l'esplosione? Eppure male non poteva fare, perciò giunse le mani, chiuse gli occhi e pregò affinché il marito tornasse sano e salvo, facendo in cambio una serie di promesse che non avrebbe mai mantenuto."

Beth sta vivendo il periodo peggiore della sua vita. Ha perso da poco la madre e il figlioletto di cinque anni lotta tra la vita e la morte in un letto di ospedale. I suoi reni stanno cedendo ed è imperativo procedere al più presto ad un trapianto. Lei e suo marito non sono compatibili e lei non ha mai conosciuto suo padre. Nonostante la madre abbia sempre mantenuto il più totale riserbo sulla questione, ora per Beth diventa di fondamentale importanza scoprirlo per provare a salvare suo figlio.
Il lungo viaggio nel passato sta per stravolgere anche l'ultimo briciolo di normalità della sua vita.

"Mary si girò a guardare l'ospedale, che ormai era piuttosto lontano. Senza nemmeno rendersene conto, aveva ricominciato a camminare verso casa.
Quella povera creaturina era stata abbandonata una volta e lei non intendeva permettere che accadesse di nuovo."

A volte si prendono decisioni che possono cambiare una vita intera e dalle quali è impossibile tornare indietro. Beth ha pochissimi indizi da cui partire, ma una madre disperata è disposta a qualsiasi cosa pur di salvare il proprio bambino. La scoperta di essere stata adottata, apre tutta una nuova serie di scenari che non aveva considerato, la voglia di scoprire le sue vere origini la distrae dal dolore e dalle preoccupazioni. La priorità è quella di scoprire l'identità dei suoi genitori naturali per cercare dei possibili donatori per Jake. La verità è più vicina di quanto creda.

"M'intristisce che siano state circostanze tanto terribili a riunirci, e mi dispiace aver dovuto aspettare un'intera vita per dirti la verità su tuo padre."

Scoprire le sue vere origini è un viaggio nelle emozioni e nelle vite di persone uniche e straordinarie che, nonostante tutto, l'hanno sempre amata. L'amore è l'unica speranza che le resta.

Amo i romanzi di Kathryn Hughes, mi piace il fatto di scoprire la trama passo passo e collegare poi tutti gli elementi. 'Il mio segreto' è la storia di Beth, una donna dall'incredibile forza. Nonostante sia sottoposta a notevoli fattori di stress, dolore e preoccupazione, riesce a mantenere la lucidità necessaria per portare avanti una ricerca praticamente impossibile. Sono pochi gli indizi a sua disposizione e l'autrice non rende certo le cose facili. Mi è piaciuto il rapporto con Michael e il piccolo Jake ha conquistato il suo posto nel mio cuore. Anche gli altri personaggi, presenti e passati, vengono ben costruiti e caratterizzati. I sentimenti sono il motore del libro, l'amore ha guidato ogni singola scelta della storia, nel bene e nel male. L'autrice è bravissima a creare un pathos emozionale non indifferente, coinvolgendo totalmente il lettore. Con la sua prosa elegante e ricercata, ha reso la lettura scorrevole tanto che ho divorato il romanzo in meno di un giorno.
E' una storia che si legge con avidità per scoprire il finale che è totalmente inaspettato ed emozionante. Ho amato ogni dettaglio del libro, la narrazione divisa in due tempi, permette di assaporare la storia a piccole dosi. Non ho nessun appunto da fare e vi consiglio assolutamente di dedicare qualche ora alla lettura di questa storia, non ve ne pentirete!



martedì 23 maggio 2017

[Presentazione] "L'amore addosso" di Sara Rattaro

Buon pomeriggio lettori,
oggi voglio parlarvi di un romanzo intenso ed emozionante edito da Sperling & Kupfer.
Si tratta dell'ultimo libro di Sara Rattaro, "L'amore addosso".
Una storia particolare che parla di bugie e verità sussurrate. La storia di Giulia e delle sue due personalità così uguali, ma così diverse.
Una sfida importante per l'autrice che, con una sensibilità estrema e una bravura già comprovata, si mette in gioco con una trama vera e reale che promette di incantare i lettori.
Scopriamo insieme la copertina e la sinossi.


Acquistalo, QUI


LA SINOSSI:

"La verità è quasi sempre una storia raccontata a metà"

Una giovane donna attende con ansia fuori da una stanza d'ospedale. È stata lei ad accompagnare lì d'urgenza l'uomo che ora è ricoverato in gravi condizioni. È stata lei a soccorrerlo in spiaggia, mentre passava per caso, dice. Non dice – non può farlo – che invece erano insieme, che sono amanti. Lo stesso giorno, in un'altra ala dell'ospedale, una donna è in attesa di notizie sul marito, vittima di un incidente d'auto. Non era con lui al momento dell'impatto; non era rintracciabile mentre la famiglia, da ore, cercava di mettersi in contatto con lei. E adesso, quando la informano che in macchina con il marito c'era una sconosciuta, non sembra affatto stupita. La prima donna è Giulia. La seconda è ancora Giulia. E il destino, con la sua ironia, ha scelto proprio quel giorno per fare entrare in collisione le due metà della sua vita: da una parte, quella in cui è, o sembra, una moglie fortunata e una figlia devota; dall'altra, quella in cui vive di nascosto una passione assoluta e sfugge al perbenismo di sua madre – alle ipocrisie, ai non detti, a una verità inconfessabile. Una verità che perseguita Giulia come una spina sotto pelle; un segreto che fa di lei quell'essere così tormentato e unico, luminoso e buio; un vuoto d'amore che si porta addosso come una presenza ingombrante, un caos che può soltanto esplodere. Perché l'amore è una voce che non puoi zittire e una forza che non puoi arrestare. L'unica spinta che può riportarti a ciò che sei veramente.







Buzzoole

Recensione "Gli orchi non sempre sono verdi " di Valerio Molinaro

Buongiorno lettori,
oggi voglio parlarvi di un noir, ambientato a Roma, che affronta tematiche interessanti.
Si tratta di "Gli orchi non sempre sono verdi", di Valerio Molinaro, edito da Newton Compton.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

"Il freddo della maniglia gli procurò un momentaneo senso di piacere, che gli scatenò brividi lungo tutto il corpo. Sospirò per un'ultima volta prima di sgusciare via, portandosi dietro la sua spina dorsale da mezzo uomo."

Il detective Gaston si trova in un momento molto buio della sua carriera. Ormai alcolizzato, decide di dedicarsi ad attività di investigazione privata grazie ad un talento innato per indagini e congetture. 
Quando si presenta alla sua porta l'ennesima moglie in cerca di prove dei tradimenti del marito, non sa che in ballo c'è una storia molto più scottante alle spalle.

"Non so a cosa potremmo trovarci di fronte..." 

"Il male, ecco cosa troveremo."

Un immigrato sbarcato da poco in Italia, si ritrova a fare i conti con il rapimento delle sue due sorelle. Senza un soldo e ignorato da persone e autorità, si rivolge a Gaston che decide, inaspettatamente, di dargli una mano. Per quanto incredibile possa sembrare, i due casi sono intrecciati come i lembi di una corda, Gaston ha di nuovo l'occasione di contare qualcosa e dimostrare tutto il suo valore.

Quando ho letto la trama, ho pensato subito che non fosse propriamente il mio genere preferito, ma c'erano alcuni elementi che mi incuriosivano e, alla fine, ho apprezzato la storia.
Gaston è un personaggio burbero e scontroso, o almeno così sembra a prima vista. La decisione di concedere il suo aiuto a Baasim, fa luce su un lato del tutto diverso della sua personalità. Mi è piaciuto moltissimo l'intreccio delle due indagini e l'attenzione velata, ma reale, sul tema dell'immigrazione. L'autore ha uno stile diretto e una prosa scorrevole, le ambientazioni sono perfettamente in tema con il genere noir e la narrazione ha un ritmo veloce e incalzante.
E' una storia particolare che riserva qualche sorpresa e fornisce qualche spunto di riflessione su temi importanti. Avrei gradito qualche approfondimento in più in alcuni punti, ma tutto sommato mi è piaciuto. Se vi piace il genere o volete avvicinarvi a questo tipo di letture, è la storia giusta.




lunedì 22 maggio 2017

Recensione "La libreria degli amori impossibili" di Elisabetta Lugli

Buongiorno lettori,
oggi vi parlo del romanzo di Elisabetta Lugli, vincitrice del concorso letterario 'Il mio esordio', indetto da Newton Compton.
Pronti a scoprire una storia di libri e amori impossibili?


Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

Anna vive a Torino e lavora alla libreria "Stella Polare".
A differenza di tanti negozi simili, la libreria in cui lavora è speciale e accoglie titoli ricercati e non i successi commerciali che scalano le classifiche. E' la proprietaria ad aver dato queste disposizioni e Anna si limita ad eseguire le sue indicazioni. Non ha mai capito fino in fondo i pensieri profondi di Adele, ma ama il suo lavoro e non si pone ulteriori interrogativi.

La sfera sentimentale viene liquidata con un secco 'no comment', il più delle volte, ma le manca avere un uomo accanto. Da quando la sua storia con Luca, il suo primo grande amore, è naufragata in maniera poco delicata, ha avuto soltanto una serie di storielle senza alcuna importanza. Il lavoro la assorbe completamente e la sua cara amica Giulia è una piacevole compagnia per le serate di svago, ma con la mente continua a chiedersi come sarebbe stato restare con Luca, magari sposarlo e avere una famiglia.

La vita monotona di Anna viene sconvolta da una decisione folle di Adele e da un ritrovato rapporto speciale con Luca. Ora la vita le concede finalmente una seconda occasione per essere felice: sarà in grado di coglierla?

'La libreria degli amori impossibili' è una deliziosa commedia romantica che ha come protagonista una giovane donna insicura e insoddisfatta della vita. Il personaggio di Anna non è, quasi per nulla, idealizzato. E' una protagonista molto reale, alle prese con i problemi quotidiani e le crisi di chi non ha ancora concluso nulla nella vita. Vive in perenne equilibrio tra la normalità e la voglia di compiere finalmente un grande salto e realizzare i suoi sogni, ma è il coraggio che le manca. Adele è una donna misteriosa, ma risoluta. Dietro l'aspetto austero e riservato, dimostra di avere una grandissimo cuore e di tenere molto ad Anna. La parte più intensa, è stata senza dubbio l'epilogo che ha portato il romanzo su un livello più intenso ed emozionante. Per quanto riguarda il resto, devo ammettere che l'autrice non è stata in grado di coinvolgermi pienamente. Non mi sono appassionata alla vicenda e non sono entrata in sintonia con Anna. In alcuni punti la storia e le dinamiche tra i personaggi risultano confusionarie o poco approfondite. Tenendo presente il fatto che si tratta di un romanzo d'esordio, non posso non apprezzare l'idea e l'ambientazione, le parti migliori del romanzo.
La definirei una storia senza pretese ma ideale per trascorrere qualche ora di svago.



sabato 20 maggio 2017

[BlogTour] "Il mio segreto" di Kathryn Hughes


Buongiorno lettori,
ho il piacere di ospitare la prima tappa del tour dedicato al nuovo romanzo di Katherine Hughes, "Il mio segreto", edito dalla Nord.
Non vedo l'ora di parlarvene quindi non mi resta che augurarvi una buona lettura!


Data di uscita: 4 Maggio
Autrice: Kathryn Hughes
Editore: Nord
Formato: cartaceo/ebook
Acquistalo, QUI


Quando si deve smettere di sperare? Beth se lo chiede ogni giorno, guardando suo figlio Jake in un letto di ospedale. Jake avrebbe bisogno di un trapianto, ma né lei né Michael, il marito, sono compatibili. Ma ecco che accade il miracolo: frugando tra alcune vecchie carte, Beth scopre di essere stata adottata. E, oltre lo sconcerto e la tristezza, Beth intravede una possibilità: da qualche parte, vicino a lei, potrebbero esserci parenti biologici compatibili con Jake. 

Inseguire quella speranza diventa per Beth un'ancora di salvezza in un oceano di dubbi. Armata solo del proprio coraggio e di pochissime informazioni, Beth inizia a combattere contro un muro di silenzi, reticenze e segreti. Ma non si arrende. Perché sa che l'amore è una luce impossibile da spegnere, e sarà quella luce a mostrarle la via. Perché questa è una battaglia che deve vincere a ogni costo. Perché solo ritrovando il proprio passato potrà salvare il futuro di suo figlio.



Continuate a seguire il tour per scoprire altri particolari di questo meraviglioso romanzo.



venerdì 19 maggio 2017

Recensione "E' un giorno bellissimo" di Amabile Giusti

Buongiorno cuori librosi,
oggi voglio parlarvi dell'ultimo libro di Amabile Giusti, "E' un giorno bellissimo", edito da Amazon Publishing.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

"L'amore è una fregatura. Si finisce col fare del male o per farsi del male. Non c'è mai il lieto fine. O vieni pugnalato alle spalle, o pugnali qualcuno alle spalle, o semplicemente finisci con l'annoiarti a morte."

Grace sta affrontando l'estate più dura della sua vita. Si è appena diplomata e la sua vita perfetta è stata stravolta da una serie di notizie che destabilizzerebbero chiunque: è stata adottata, il fidanzato storico la tradisce e non è stata accettata al college. Peggio di così non potrebbe andare e l'unica via d'uscita è quella di fuggire via lontano da New Heaven e mettere tante miglia tra lei e i problemi.
Quando incontra Channing, il viaggio prende una piega diversa, ma l'avventura è appena cominciata.

"Quel viaggio pareva davvero guidato dal destino. O il mondo era pieno di gente in fuga e non era affatto strano imbattersi in qualcuno che si lasciasse precipitosamente qualcosa alle spalle, oppure l'aver incontrato tutte quelle persone desiderose d'avventura faceva parte di un disegno misterioso di cui ancora a nessuno era chiaro il senso."

Channing vive la sua vita godendone a pieno. Ha una passione sconfinata per l'arrampicata e gira gli States alla ricerca di pareti rocciose sempre più difficili da scalare. Viene subito colpito dagli occhioni da cerbiatta di Grace, la ragazza è così ingenua e inesperta che non riesce proprio ad abbandonarla a se stessa. Passare del tempo in sua compagnia è sempre più facile, forse fin troppo, e Channing non può in alcun modo permettersi di perdere il controllo e far avvicinare così tanto un'altra persona al suo mondo. La sua è una battaglia che vuole affrontare in solitaria.

"Il punto è che questo è il viaggio della sua rinascita, la sua avventura grandiosa, la rivincita della sua parte ribelle su quella tanto carina e tanto obbediente. Non merita che io rovini tutto dicendole la verità adesso."

Tuttavia non sempre riusciamo a fare le scelte giuste e, il più delle volte, siamo convinti di sapere cosa sia meglio per gli altri, ignorandone volontà e desideri. Se c'è una cosa di cui Grace è fermamente convinta, è l'amore che prova per Channing. Nonostante il ragazzo tenti in ogni modo di allontanarla, alla fine cede ai sentimenti. Tutto sembra andare per il meglio, ma non si può sfuggire ai segreti e al destino.

Sto per scrivere una cosa sicuramente inconcepibile ai più, ma questo è stato il primo romanzo di Amabile Giusti che abbia mai letto. Per farmi perdonare però, posso assicurarvi che non sarà l'ultimo perché mi sono follemente innamorata dell'autrice e di questa storia.
Grace è una ragazza speciale, così come Channing. L'autrice è bravissima a rappresentarli e a farli entrare con prepotenza nel cuore del lettore. Ho amato i loro dialoghi, la battuta sempre pronta di Channing, il broncio infantile di Grace e anche l'allegra e stramba compagnia che li circonda. La componente emozionale gioca un ruolo fondamentale nel romanzo, la Giusti è stata in grado di coinvolgermi completamente. Ho riso, pianto e amato insieme a loro. Ho visto posti straordinari, descritti alla perfezione e nel dettaglio dall'autrice che non ha tralasciato nulla di questo viaggio.
Nonostante i vari cliché contenuti nella trama, la storia ha una sua originalità e unicità. 
Ho adorato la prosa delicata, ma diretta dell'autrice. Bella l'idea della 'to do list' e le tante piccole storie raccontate nel corso del libro.
E' stata senza dubbio una piacevolissima scoperta e non posso che promuovere questo romanzo a pieni voti. Da leggere assolutamente!



giovedì 18 maggio 2017

Recensione "Il tormento degli altri" di Val McDermid

Buongiorno lettori,
oggi vi parlo di un thriller di TimeCrime, "Il tormento degli altri", scritto da Val McDermid.
Buona lettura!

Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

"Non c'è nulla di simile.
Sono stata stuprata, John. Non esiste violazione più grande eccetto la morte. E da quella non è ancora tornato nessuno a raccontare come sia."

Carol Jordan era il miglior detective del suo dipartimento. Ha sempre dato tutta se stessa nel lavoro ricevendo in cambio la peggiore delle sorti. Abbandonata dai superiori, durante una missione sotto copertura, è diventata vittima di uno stupro e da quel momento tutto è cambiato.
Ora che un nuovo killer minaccia la città, la squadra ha bisogno della sua guida e, forse, anche lei ha bisogno di tornare di nuovo sul campo per guarire ed andare avanti.

"Credo che tu sia pronto ad arrenderti. Non hai vacillato. Sei rimasto fedele alla voce nella tua testa. Ma ora cominci a chiederti perché. Come ti ho già detto, qualcun altro ha preso il tuo posto. E' lì fuori, a fare quello che facevi tu. Ed è più sveglio di te, dato che non l'hanno ancora preso."

Gli omicidi sembrano ricalcare perfettamente quelli di un killer arrestato anni prima, Derek Tyler, il quale dichiarava di essere sotto l'influsso di una Voce e di eseguire tutti i suoi ordini. Il problema è che Tyler si trova ancora in carcere e quindi c'è un nuovo killer da catturare.
Le indagini sono ferme ad un punto morto, non ci sono altre piste da seguire e Carol Jordan si ritroverà di fronte ad uno scenario già visto: per stanare l'assassino, verrà effettuata un'operazione sotto copertura.

"Ci sono poche situazioni più commoventi di un funerale in pompa magna di un agente di polizia. Dozzine di poliziotti in alta uniforme, famiglie e amici impietriti dal dolore e in balìa della formalità di un addio solenne, tutta la grandiosità di cui è capace la Chiesa d'Inghilterra. 
Carol era circondata dai membri della sua squadra, lo sguardo dritto, il mento basso, il berretto sotto il braccio."

La missione si preannuncia delicata, la squadra non può sbagliare. Carol è costretta a rivivere, dall'esterno, tutti i preparativi e le misure di sicurezza. Ma il nemico da fronteggiare è subdolo e, soprattutto, si nasconde dove meno se lo aspettano.

La bellezza di questo thriller, secondo me, è il fatto di portare avanti due indagini contemporaneamente e, in entrambi i casi, la risoluzione non è semplice ma sofferta e articolata.
Mi sono piaciuti molto sia Carol che Tony, trovo che siano un'ottima squadra e che il loro rapporto sia molto maturo e affiatato. Il personaggio di Carol mi è piaciuto un pizzico in più per il vissuto e la forza con cui affronta il ritorno sulla scena del crimine. La trama è ben articolata e l'epilogo è rimasto avvolto nel mistero fino alla fine, rappresentando la chiusura perfetta per la storia.
Val McDermid ha uno stile diretto e, quando la situazione lo richiede, persino brutale. Non c'è censura e le scene vengono descritte nel particolare e in modo asettico. E' il quarto capitolo di una serie, ma può essere letto tranquillamente anche separatamente.
Non è male, ma manca la suspense tipica del genere. Sembra più la narrazione di eventi concatenati tra loro senza un minimo di pathos e di tensione narrativa. Per il resto, non mi è dispiaciuto come libro. Potete dargli una possibilità senza avere troppe aspettative e pretese.



mercoledì 17 maggio 2017

Recensione "La mia sfida più grande" di Terri Osburn

Buongiorno lettori,
oggi vi parlo di un romanzo che ho apprezzato moltissimo.
Si tratta del secondo capitolo della serie di "Anchor Island", firmata da Terri Osburn.
I libri sono autoconclusivi e possono essere letti separatamente.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

Lucas è un avvocato di successo, determinato e ambizioso. La piccola realtà di Anchor Island gli è sempre stata stretta, per questo è fuggito via dall'isola alla prima occasione. La fine dell'amore con la storica fidanzata, non fa che perorare la causa della sua fuga. Ma un malore improvviso del padre lo costringe a tornare e fare i conti con le faccende che ha lasciato in sospeso.

"In quei due o tre brevi momenti in cui si era immaginata di svegliarsi da sola, aveva minacciato di mettersi a piangere come una fontana.
Le lacrime non erano contemplate. Sid Navarro non piangeva per qualcosa di così stupido come un uomo."

Sid Navarro è un maschio mancato, o almeno, è così che la vedono gli altri.
In realtà sotto strati di grasso e olio di motore, si nasconde un corpo niente male e una donna innamorata follemente di Lucas da anni. Ma gli ideali del brillante avvocato non potrebbero essere più lontani da lei e dalla sua voglia di indipendenza.
Costretti a lavorare temporaneamente fianco a fianco, dovranno rivedere tutte le loro convinzioni, circondati dalla magica atmosfera dell'isola.

Questo romanzo mi ha conquistata. 
Anchor Island è lo scenario perfetto in cui far sbocciare l'amore, ma è anche una piccola realtà in cui il passato e il futuro sono, spesso, costretti a convivere. Il personaggio che ho preferito, in assoluto, è la temeraria Sid Navarro, una donna con la D maiuscola, che non ha bisogno di smancerie o favoritismi di genere. Mi è piaciuto vedere anche altri aspetti del suo carattere che l'hanno resa molto umana e reale. Anche Lucas è un ottimo protagonista, è sempre bello vedere l'evoluzione di un personaggio e, in un certo senso, anche la sua trasformazione. Il clima familiare dell'isola è reso ancor più perfetto dagli altri personaggi che aiutano, consigliano e supportano i protagonisti. La prosa dell'autrice è scorrevolissima, molto curata e piacevole da leggere. Ho apprezzato la scelta di rendere autoconclusivi i capitoli della serie, in modo che si possano leggere anche in maniera indipendente l'uno dall'altro. E' il romanzo perfetto per trascorrere qualche ora immersi nel romanticismo in compagnia di una storia dolcissima che vi farà sospirare.
Promossa!



martedì 16 maggio 2017

[BlogTour] "Ogni cosa a cui teniamo" di Kerry Lonsdale


Buongiorno lettori,
oggi ho il piacere di ospitare una tappa del blogtour dedicato a "Ogni cosa a cui teniamo", un romanzo di Kerry Lonsdale, edito da Leggereditore.
Il mio compito? Quello di stuzzicarvi con degli estratti di una storia meravigliosa.
Buona lettura!

Estratto 1



Estratto 2


Estratto 3


Estratto 4


Continuate a seguirci per scoprire altre curiosità di questo romanzo!