giovedì 9 febbraio 2017

Recensione "Madame Claudel è in un mare di guai" di Aurélie Valognes

Buongiorno cuori librosi,
esce oggi, per Newton Compton, "Madame Claudel è in mare di guai", una divertentissima commedia francese che racconta una verità più profonda e attuale.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI


LA RECENSIONE:

Il signor Ferdinand è un moderno Grinch ultraottantenne. Odia profondamente socializzare con il prossimo e intrattenere relazioni interpersonali. Passa le giornate rinchiuso in casa in compagnia della sua fedele compagna, Daisy, un bellissimo esemplare di alano che rappresenta, per lui, l'alleato perfetto per combattere la solitudine. Nel condominio in cui vive, è circondato da anziane signore che hanno una passione sfrenata per il pettegolezzo e formano una vera e propria armata capitanata dalla portinaia Madame Suarez.

"La sua antipatia è diventata una seconda natura, un'arte di vivere, di sopravvivere, anche. Sì, sopravvivere, perché Ferdinand vive male l'invecchiamento. Solitudine, decadenza fisica: tutto ciò lo uccide a fuoco lento. L'unica attività che sia riuscito a trovare per sfuggire alla noia è essere cattivo, tanto per non mancare a nessuno quando se ne sarà andato."

Tra un dispetto e l'altro, la guerra prosegue senza esclusione di colpi. Le perfide vecchine sono determinate a cacciare Monsieur Brun e, per farlo, sono pronte a tutto. Solo la novantenne Madame Claudel concede una possibilità al vecchio burbero dando inizio ad una strana, quanto improbabile, amicizia.

Quando arriva la resa dei conti, tutto sarà nelle mani di Madame Claudel che, con astuzia e uno spiccato spirito d'azione, rimetterà in riga tutti i membri del residence.

Quando mi è stato presentato questo romanzo, in casa Newton, sono rimasta subito colpita dalla bellissima copertina, allegra e delicata, e dalla trama particolare. E' una storia che si legge molto velocemente e che trasuda ironia. Il signor Ferdinand è un personaggio splendido, che nasconde un mondo pieno di sentimenti dietro la scorza dura in cui si nasconde. Il suo carattere burbero e irascibile, si trasforma pian piano nel corso del romanzo, tirando fuori una persona completamente nuova e diversa, capace di amare senza riserve. Dietro una trama apparentemente leggera si nasconde, a mio avviso, un messaggio sociale importante e triste. Monsieur Brun non è altro che uno dei tantissimi anziani che restano abbandonati a sé stessi, la solitudine e la tristezza di una vita priva di stimoli, trasforma questi poveri vecchietti, in persone algide e scarse di sentimenti. Madame Claudel, invece, è l'esempio opposto di una persona che ama ancora la vita e trova nuovi interessi ogni giorno per non cedere alla depressione. Insieme, sono un'accoppiata dolcissima e vincente. Il colpo di scena finale mi ha fatto sorridere il cuore. La prosa dell'autrice è molto scorrevole e diretta. I dialoghi sono divertenti e spensierati e rendono la lettura piacevole.
Pur non amando questo tipo di storie, ho trovato una vera chicca in queste pagine e ne consiglio la lettura.



3 commenti:

  1. Oltre al Grinch, mi viene in mente anche il cartone "Cattivissimo Me" ♡
    Io sono nella tipica fase di blocco del lettore :'(
    Non mi era mai successo prima d'ora!

    RispondiElimina
  2. Mi incuriosisce molto questo libro! Come per te, non è il genere che solitamente leggo, però ogni tanto ci può anche stare! E hai ragione, la copertina è meravigliosa! **

    RispondiElimina
  3. Questo libro mi ha colpita😍 pensare che non ne sapevo l'esistenza! Io devo assolutamente leggerlo! M rispecchio molto nel signor Ferdinand, sono come lui e credo proprio che ci voglia qualcuno che riesca a guardare oltre la mia corazza 😊

    RispondiElimina