lunedì 30 maggio 2016

Recensione "Indelebile" di Julia B. Williams

Buonasera cuori librosi,
oggi vi parlo del romanzo "Indelebile", scritto dall'autrice Julia B. Williams.
Buona lettura!


LA COPERTINA:



LA RECENSIONE:


Quando una persona conosce Minerva, detta Mina, ne rimane affascinato. La ragazza con la chioma rosso fuoco e un numero considerevole di tatuaggi, è davvero particolare e difficile da trattare. Mina vive a Genova dove lavora come tatuatrice. Odia le relazioni sentimentali, prediligendo il piacere fisico di una notte. Nella vita ha già sofferto abbastanza per perdere ancora tempo con smancerie di ogni tipo.
La sua amica e coinquilina, decide di risvegliare il lato umano e meno detestabile di Mina, riportandola alle origini, nei luoghi in cui un tempo è stata felice.





Nell'atmosfera magica dell'isola di Panarea, la turbolenta Mina incontra Alessandro. 
Il ragazzo ne rimane subito colpito, ma ancora non sa quanto sarà dura conquistare il cuore della dama. Mina non ne vuole proprio sapere mentre Alessandro è più che mai deciso a farla capitolare. Anche lui infatti, è abituato ad avere tutte le donne che vuole e il rifiuto di Mina non fa che accrescere la passione e la tensione tra i due.



Oltre la facciata da dura, Mina nasconde un segreto, un passato dal quale ormai non può più sfuggire.
E' il momento di liberare il suo cuore di ghiaccio e, forse, grazie ad Alessandro, troverà la via giusta per farlo.



IL MIO GIUDIZIO:

Ho già avuto modo di conoscere l'autrice grazie alla trilogia dei frammenti, ma devo dire che l'ho apprezzata molto di più in questo romanzo autoconclusivo. Possiamo definirlo tranquillamente un New Adult. Nel romanzo, passione e sentimenti si alternano in un mix che affascina e coinvolge il lettore.
Il personaggio di Mina mi è piaciuto, l'autrice riesce a trasmettere perfettamente la sofferenza interiore della ragazza che fa di tutto per rendersi odiosa e sbagliata agli occhi degli altri. Vorrei fare anche un applauso ad Alessandro per la pazienza, di certo il rapporto burrascoso tra i due avrebbe fatto perdere le staffe a chiunque! La sua volontà di guardare oltre la corazza di Mina è ammirevole. Ben scritto, si legge piacevolmente. In alcune parti avrei tagliato qualcosa, ma tutto sommato non ci sono grandi difetti.
Consigliato alle amanti del genere.




giovedì 26 maggio 2016

Recensione "Incubo" di Wulf Dorn

Buongiorno cuori librosi,
vi parlo dell'ultimo libro di Wuld Dorn, in uscita oggi per Corbaccio.
Come sapete, sono una grande fan dell'autore e ringrazio moltissimo la casa editrice per avermi dato la possibilità di leggerlo in anteprima!

LA COPERTINA:




LA RECENSIONE:

"Stammi a sentire, sembravi davvero morta. Ho pensato..."

"Che fossi un cadavere?"

"Prima o poi lo diventerò e anche tu. Prima o poi tocca a tutti. La morte non fa eccezioni. Di fronte a lei siamo tutti uguali. Non gliene frega niente di chi eri. La morte appiana tutte le ingiustizie della vita."

Simon è un ragazzo dal passato difficile.
Sopravvissuto per miracolo all'incidente che è costato la vita ai genitori, viene ricoverato in un ospedale psichiatrico per superare lo shock. Al dolore e al senso di colpa, si aggiungono ben presto dei terribili incubi che inquietano anche i pochi momenti di tranquillità che attraversa durante la notte. Di solito nel sogno c'è una voce inquietante che lo chiama, sarebbe dovuto morire anche lui quella sera, gli incubi sono soltanto la punizione per essere sopravvissuto.

"I sensi di colpa sono sempre relativi. Può darsi che qualcuno sia davvero responsabile del vostro incidente, ma per te cambierebbe qualcosa saperlo? Anche se lo scoprissi, tutto continuerebbe a essere come ora. Non è possibile far tornare indietro il tempo. Nessuno è in grado di farlo. Continuare a frugare nel passato alla ricerca di un colpevole non cambierà niente. L'unico modo di uscirne è guardare avanti. Chiudere con il passato e pensare al futuro. Ci vuole molto coraggio, lo so, ma tu ce l'hai."

Il ritorno a casa non è come se lo aspettava. Mentre lui è stato rinchiuso nell'ospedale psichiatrico, il mondo è andato avanti. Suo fratello, l'unica famiglia che gli resta, si trasferirà presto lontano e a lui resteranno solo i rimpianti e gli incubi. L'unica persona che non lo abbandona mai, è la cara amica Caro che lo supporta, pur dicendogli sempre la verità.

Gli incubi, i lupi, un segreto inconfessabile sepolto nei recessi della mente.
Questi i punti chiave del nuovo romanzo di Wulf Dorn, pronto ad incantare il mondo.


IL MIO GIUDIZIO:

Passatemi l'espressione poco letteraria, ma questo romanzo è tanta roba!!!
Una trama diversa rispetto a quelle che conosciamo, ma un protagonista altrettanto complesso e interessante. Simon ha una personalità particolare e tutta da scoprire, ne sono rimasta colpita.
Ambientazione sempre molto suggestiva e caratteristica dei luoghi cari all'autore. Stile magistrale che si legge in maniera così scorrevole che vi ritroverete alla fine senza nemmeno accorgervene.
Mi dispiace svelarvi così poco, ma non voglio rovinarvi il piacere della lettura e un autore come Dorn non ha bisogno di troppe presentazioni o smancerie.
Vi assicuro che ci sono tutti gli elementi per un thiller da urlo, in tutti i sensi.
Da non perdere, lo consiglio!!!

lunedì 23 maggio 2016

[Recensione in ANTEPRIMA] "Senza difese" di Meredith Wild

Nella recensione di oggi, voglio parlarvi del primo libro della "Hacker Series", portata in Italia dalla Newton Compton e che troverete in libreria a partire dal 26 Maggio.
Si tratta di "Senza difese" di Meredith Wild.
Buona lettura!


LA COPERTINA:



LA RECENSIONE:

"Blake Landon era uno degli uomini più sexy che mi fosse mai capitato di incontrare, ma non mostrava alcun rispetto per le donne in carriera, e questo faceva crollare l'attrazione che provavo nei suoi confronti. Purtroppo era molto vicino ai primi dieci posti nella classifica delle persone che disprezzavo di più."

Erica Hathaway si è appena laureata alla prestigiosa università di Harvard e si impegna al massimo per costruirsi un futuro solido e pieno di soddisfazioni. Il progetto di una start up sulla moda, la impegna anima e corpo, ma per svilupparlo avrà bisogno di investitori interessati. Qui entra il gioco il fascinoso Blake Landon e una delle numerose società che amministra. Da subito è chiaro che c'è una scintilla tra i due, ma Erica vuole assolutamente mettere le distanze tra loro. Una personalità come quella di Blake, influente e maniaca del controllo, non può portare nulla di buono.

"C'era una linea di confine con Blake. Da una parte, lo volevo disperatamente, ma in qualche maniera riuscivo a stargli lontana. Eravamo dall'altra parte di quella linea, nella quale ero completamente alla sua mercé, impotente di fronte alla sua determinazione ad avermi."

Dopo i primi battibecchi, l'attrazione ha la meglio. Le cose tra i due vanno a gonfie vele, nonostante gli screzi dovuti a differenze caratteriali importanti e segreti del passato difficili da confessare. I nodi vengono presto al pettine e, per far funzionare il rapporto, sarà necessario scendere compromessi e, soprattutto, accettare pregi e difetti di entrambi.

Una volta appianate le scaramucce, sembra che niente e nessuno possa turbare la nuova coppia.
Nessuno, escluso un gruppo di hacker che minaccia di distruggere il lavoro di Erica solo per colpire Blake. A quante pare, i giochi sono appena cominciati.


IL MIO GIUDIZIO:

Ho delle sensazioni contrastanti su questa lettura.
Non mi sono piaciute alcune caratteristiche, per me troppo simile all'ormai super gettonato filone "cinquanta sfumature", nemmeno le scene erotiche che, sempre a mio parere, rovinano un romanzo ben scritto e interessante. Mi è piaciuto Blake Landon e la sua determinazione, su Erica non mi esprimo al momento. Mi piace la trama e il finale mi ha lasciata con una grandissima curiosità. Non vedo l'ora di vedere cosa succede adesso!!
Stile molto scorrevole e, come vi ho accennato prima, si tratta di una storia ben scritta e ricca di colpi di scena. L'autrice ha fornito parecchi spunti e non vedo l'ora di scoprire come porterà avanti la storia.
Per le amanti del New Adult è sicuramente una serie da non perdere, ma anche per le più romantiche, come me, ci sono elementi e scene apprezzabili.
Lo consiglio!!

Recensione "Il ritorno del Golem" di Giuliano Conconi

Buongiorno cuori librosi,
oggi il blog assume tinte dark con una romanzo interessante di Nero Press Edizioni.
Si tratta de "Il ritorno del Golem", scritto da Giuliano Conconi.


LA COPERTINA:



LA RECENSIONE:

"Ho pensato a quanto accaduto ogni singolo giorno, e gli incubi sono passati a tormentare il mio sonno ogni maledetta notte. Eppure soltanto ora mi sono deciso a mettere tutto per iscritto.
Forse a muovere la mia mano è stato il bisogno di riviverli , ripercorrendoli in sequenza. Oppure il desiderio di lasciare traccia della mia esperienza ai posteri, raccontando una storia tanto terribile quanto affascinante."

Petr Balak è riuscito ad allontanarsi da una vita che gli stava stretta. Figlio di braccianti, ha sempre scacciato via l'idea di seguire le orme dei genitori guidato da sogni e aspirazioni. Il suo viaggio inizia con il trasferimento a Praga per frequentare l'università. Qui viene accolto in uno studentato ebraico e inizia la sua vita da studente con qualche difficoltà di adattamento.
L'incontro con Saul Leser, esponente di spicco della comunità ebraica, è un vero punto di svolta per la sua nuova vita.

"Così egli creò un Golem.
La creatura, dalle sembianze umane, era dotata di una forza eccezionale e aveva il compito di proteggere la comunità."

Da subito Petr nota delle attività sospette negli alloggi. Grida improvvise, uscite notturne e un omicidio insoluto in cui non ci sono sospettati. Molti interrogativi affollano la mente della giovane matricola e la sua guida, Saul, sembra mantenere un calma innaturale rispetto agli eventi che si succedono a cadenza regolare. Quando un secondo omicidio sconvolge di nuovo gli equilibri della comunità, Petr decide di vederci chiaro e quello che scopre ha davvero dell'assurdo.
Una misteriosa creatura, il Golem, sembra essere uscita dalle leggende per stravolgere la quiete della città.

"Si dice che un momento prima di abbandonare le nostre umili spoglie mortali, rivediamo in pillole nella mente tutta la nostra vita.
Non fu il mio caso.
Io aspettavo e basta.
Ma non accadde niente."

Mistero, riti cabalistici e leggende si fondono insieme dando vita ad una storia dai toni gotici assolutamente da non perdere.


IL MIO GIUDIZIO:

L'unica pecca di questo libro, è la sua brevità.
Lo stile dell'autore, elegante e ricercato, è piacevole da leggere ed è in grado di trasportare il lettore in una dimensione a cavallo tra realtà e leggenda. Il mito del Golem, una creatura leggendaria, viene adattato al presente e inserito perfettamente in una cornice moderna. La narrazione portata avanti seguendo il POV del protagonista, ci permette di percepire al meglio le sfumature della vicenda che sorprende fino all'ultima pagina in un finale triste e amaro.
I personaggi hanno tutti un loro spessore e una spiccata personalità, mai come in questo caso, è valido il detto che "l'apparenza inganna".
Con qualche pagina in più, sarebbe stato perfetto.
Consigliato comunque agli appassionati del mondo gotico in tutte le sue sfumature.

domenica 22 maggio 2016

Recensione "Il profumo delle foglie di tè" di Dinah Jefferies

Buon pomeriggio cuori librosi,
in questa calda domenica di Maggio, vi parlo di un romanzo che vi farà viaggiare in posti lontani dai paesaggi bucolici.
Si tratta del libro "Il profumo delle foglie di tè" ,scritto da Dinah Jefferies per la Newton Compton.
Buona lettura!

LA COPERTINA:



LA RECENSIONE:

Il nostro viaggio inizia in un'epoca lontana. Un periodo storico in cui gli uomini inglesi facevano affari con la coltivazione del tè nelle terre dell'India. Gwen, una giovane donna, ha appena sposato un commerciante di tè e si appresta a raggiungerlo sull'isola di Ceylon.
Qui la vita è molto diversa da quella che conduceva a Londra. Suo marito è quasi un estraneo e la presenza, fin troppo ingombrante, della cognata non aiuta. La scoperta di essere incinta, porta con sé una ventata di felicità anche se i segreti e i misteri che aleggiano sull'isola, rischiano di rovinare il momento di serenità. 

"Laurence le suscitava un tale sentimento d'amore che tutto il resto non aveva importanza. 
(...) Se non l'avesse incontrato non avrebbe mai saputo cosa voleva dire amare e in quell'amore era rifiorita come donna e come moglie. Tutti gli sforzi erano stati ripagati e adesso avrebbero affrontato insieme qualsiasi cosa li aspettasse.
Sarebbe stato un nuovo inizio."

Con il passare dei giorni, i rapporti con suo marito si distendono e arriva il momento del parto che si rivela un momento devastante per Gwen. La donna deve infatti prendere una sofferta decisione per cercare di salvare il suo matrimonio. Da quel momento, la sua vita entra in una spirale discendente fatta di gelosie, segreti e bugie che la sfiniscono sia fisicamente che emotivamente.
Con l'arrivo della grande Depressione e il crollo totale del mercato del tè, la situazione precipita definitivamente, il matrimonio di Gwen si trova ormai sul filo del rasoio e quel segreto, che a lungo ha cercato di nascondere, minaccia di esplodere travolgendo le poche certezze che le rimangono.

Una storia profonda e intensa di una donna dal destino avverso.
A volte, l'amore non è abbastanza per superare certe tempeste.


IL MIO GIUDIZIO:

Da molto tempo non mi capitava di leggere una storia così intensa e particolare.
Vi dico subito che non è il classico romanzo d'amore, ma una storia molto più profonda che suscita emozioni contrastanti a seconda dei momenti. La protagonista è, senza dubbio, il cuore pulsante del libro. Le sue emozioni e le sue decisioni, influenzano la vita di tutti gli altri nel bene e nel male. Ho apprezzato il coraggio e anche la debolezza che caratterizzano questa donna dal destino così avverso. Più volte ho provato ad immedesimarmi in lei per capire a pieno il contesto storico in cui vive e le correnti di pensiero del tempo. Mi sarebbe piaciuto scorgere qualche dettaglio in più su Laurence, altro grande personaggio del romanzo, che però ci viene descritto soltanto attraverso gli occhi di Gwen. La trama è appassionante e ricca di colpi scena. L'autrice ha una prosa elegante, scorrevole e arricchita da minuziose descrizioni, soprattutto per quanto riguarda l'ambientazione.
Mi sono davvero appassionata alla lettura e ne ho apprezzato ogni elemento.
Non posso che consigliarla!

sabato 21 maggio 2016

Recensione "La libreria delle storie sospese" di Cristina Di Canio

Buongiorno cuori librosi,
oggi vi parlo di un romanzo davvero molto carino e ideale per tutti noi amanti dei libri.
Si tratta de "La libreria delle storie sospese", scritto da Cristina Di Canio per Rizzoli.
Buona lettura!


LA COPERTINA:



LA RECENSIONE:

"Vede, questa piccola libreria, la mia preziosa scatola lilla, non è fatta solo di pareti e legno e carta. E' piena di sogni, di speranze, di delusioni, di scommesse, di dolori, di gioie. Sono tutte custodite nelle pagine di questi libri e nella testa di chi li leggerà o li ha già letti. C'è tanta vita, qui, intorno a me, non solo quella che vede con gli occhi. Io sono un mezzo, sono un medium che mette in contatto le parole scritte con i cuori pronti a riceverle."

Nina è una libraia, ama il suo lavoro e il suo piccolo angolino in quel di Milano. 
Come tutti, si barcamena tra debiti e problematiche emotive trovando sempre un valido conforto nei libri. Per rilanciare l'attività, inventa l'iniziativa del "libro sospeso". Ogni lettore, sceglie e compra un libro lasciandolo in dono per il cliente successivo insieme ad una dedica. Inutile dire che l'iniziativa ha subito un grande successo e fornisce un po' di respiro alla giovane Nina che può così dedicarsi ai suoi problemi di cuore.

"Leggere è un'attività seria e va fatta con coscienza. Ci sono libri da iniziare in treno, altri da tenere sul comodino e sfogliare a letto, alcuni che possono funzionare  solo alla luce del sole splendente su una bella e affollata spiaggia e altri ancora hanno bisogno del silenzio assoluto. Ogni lettore vero lo sa: è il volume a chiederti quando essere iniziato."

Adele è un'anziana signora che passa intere giornate in libreria facendo compagnia a Nina. Sembra che il mondo non si accorga di lei, ma questo, se da una parte è molto triste, dall'altra le permette di vedere, sentire e giudicare le cose da un punto di vista privilegiato. Come la libraia, ama i libri e tutte le magiche storie che contengono. Vista dall'esterno, la situazione sentimentale di Nina, è molto chiara e Adele spera che la sua amica si renda conto che l'amore dei romanzi è difficile da trovare nella vita reale. Tra una riflessione e l'altra, tra i ricordi di una passato che sembra ormai lontano, la vita alla libreria scorre placida, intervallata solo da momenti di brio e follia forniti dai vari personaggi che invadono come meteore il paradiso libroso di Nina.

"Nel nostro mondo lilla, stiamo provando a fare qualcosa di diverso. Stiamo lasciando nelle mani del destino una storia, delle parole, delle suggestioni per qualcuno di cui ignoriamo  addirittura l'esistenza. Un libro sospeso non è un dono interessato, non è un tributo da versare in una giornata di festa obbligata, come un compleanno o il Natale, è un gesto spontaneo, è la condivisione di un'emozione con un altro essere umano con il solo scopo di spartire qualcosa di bello."

Anche nelle mani di Nina arriva un libro sospeso e tra sospetti, indizi poi fugati e incontri inattesi, si conclude questa magica storia piena d'amore e magia.


IL MIO GIUDIZIO:

Potevo io, books addicted, lasciarmi sfuggire un romanzo così? Ovviamente, no.
Una storia bellissima, piena d'amore per i libri e di quella magia che solo le parole sanno dare. Il personaggio di Adele, questa anziana signora rimasta sola al mondo, mi è piaciuto moltissimo. E' bello vedere le cose con gli occhi di chi ne ha viste tante. Ho apprezzato la solarità e il coraggio di credere nei sogni di Nina, una giovane ragazza che non si arrende mai di fronte alle difficoltà e riesce a reinventarsi sia dal punto di vista sentimentale che lavorativo. Una prosa elegante e scorrevole accompagna il tutto rendendo il romanzo, una lettura piacevole.
Una storia per apprezzare i libri e la lettura.
La consiglio!

mercoledì 18 maggio 2016

Recensione "Dentro soffia il vento" di Francesca Diotallevi

Buonasera cuori librosi,
vi parlo di un romanzo che mi ha emozionato moltissimo grazie ad una storia ricca di sentimenti e speranze. Si tratta di "Dentro soffia il vento", scritto da Francesca Diotallevi per Neri Pozza.
Buona lettura!

LA COPERTINA:



LA RECENSIONE:

"Lo so, sono tutte sciocchezze (...) Tuttavia, ve lo dico con il cuore, reverendo: quella donna non appartiene al borgo, non farà mai parte di noi. Ci sono battaglie già perse in partenza, e questa è una di quelle."

Ci troviamo in Italia in un piccolo borgo ai piedi delle Alpi. Un paesino così piccolo che è facilmente suggestionabile. Nel bosco vive, tutta sola, una ragazza dai capelli infuocati. La chiamano, la strega. Di giorno viene allontanata da tutti, ma quando cala il buio tutti gli abitanti del paese giungono alla sua capanna in cerca di rimedi e cure per i propri malanni. Solo un ragazzo ha avuto il coraggio di avvicinarsi a lei, in paese si mormora che il giovane della fattoria Rosset ne fosse addirittura innamorato. Tuttavia, ormai non ha più importanza. Il ragazzo è partito per la guerra e Fiamma, la strega del bosco, è rimasta di nuovo sola.

"Io non volevo guarire. Io volevo tenermelo dentro quel fratello che non avevo saputo proteggere, che non avevo potuto strappare via dalla morte, come lui aveva fatto con me. Quel fratello che non aveva tomba né fiori: che non avrebbe avuto un posto, nel mondo, dove chi lo aveva amato potesse ricordarlo, piangere per lui. Le custodivo come custodivo il dolore che avevo dentro, l'unico sentimento che sembrava darmi ancora la capacità di definirmi umano."

Yann Rosset, il nuovo capofamiglia, non riesce a darsi pace per suo fratello. Se non fosse stato per un brutto incidente, sarebbe partito con lui per difenderlo. Ora non gli resta che un profondo senso di colpa e un sentimento contrastante verso la donna che il fratello ha tanto amato. Per lui è una strega, non vuole avere nulla a che fare con lei, anche se questa è l'unica cosa che il fratello gli ha chiesto di fare. Nel frattempo, in paese, è arrivato un nuovo reverendo dalla mentalità più aperta. Per il prete, sono tutte superstizioni ed è impensabile che una donna viva da sola nel bosco alla mercé dei pericoli più svariati.

"Non lasciare che qualcuno ti dica in cosa credere, ragiona con la tua testa, segui l'istinto. Nessuno dovrà importi chi amare. L'amore non si insegna, è l'unica cosa che non posso spiegarti. Non posso dirti quali battaglie combattere, dovrai capirlo da sola e non sarà facile. L'amore non lo è mai, richiede coraggio e tenacia. Non si sceglie, è sempre lui che sceglie te."

I rimpianti, i pregiudizi e il dolore, a volte possono condizionare azioni e scelte. Ma alla forza del destino e dell'amore non si può fuggire. Ci si può nascondere, si può far finta di odiare una persona quando in realtà non vorremmo fare altro che amarla per sempre.. ma alla fine, l'amore vince sempre.


IL MIO GIUDIZIO:

Sono stata subito affascinata dalla copertina e dal titolo di questo romanzo. Sbirciando varie recensioni, ho riscontrato solo pareri positivi, così è stato il mio primo acquisto al Salone Internazionale del Libro a Torino. Ho amato tutto del libro, dalla trama ai personaggi allo stile delicato ed elegante dell'autrice. Un bellissimo personaggio femminile quello di Fiamma, che incarna l'animo buono e gentile di una fanciulla che soffre di solitudine forzata a cui la costringono gli abitanti del borgo che continua ad aiutare nonostante tutto. In lei c'è anche uno spirito libero e coraggioso, non ha paura di niente e di nessuno. Yann invece ha una personalità complessa: è un uomo dai modi burberi e un animo temprato dal dolore.
Caratteristica l'ambientazione e il piccolo borgo di Saint Rhémy.
Una prosa delicata come i sentimenti espressi e piacevolissima da leggere.
Promosso a pieni voti!




[Recensione + GIVEAWAY] "Il tuo castello tra le nuvole" di Barbara Sophia Tammes

Buongiorno cuori librosi,
oggi vi parlo di un manuale un po' speciale che vi aiuterà ad affrontare la vita con più zen e meno preoccupazioni. Si tratta de "Il tuo castello tra le nuvole" di Barbara Sophia Tammes, edito da Sonzogno.


LA COPERTINA:




LA RECENSIONE:

"Finché i tuoi pensieri resteranno vincolati da regole, divieti e restrizioni, non sarai mai in grado di modellare la realtà. Ma se riuscirai a esprimere a parole i tuoi veri desideri, a sperimentarli come immagini, a percepirli come profumi e a provarli come emozioni, allora sarai in grado di cambiare paradigmi e di creare una nuova realtà. Puoi chiamarla 'profezia che avvera i desideri'. "

Nella vita di ogni giorno, ognuno di noi ha un ruolo ben preciso.
Non siamo noi a definire la nostra identità, ma tutto l'insieme di regole e norme che seguiamo ci rendono studenti, mogli, avvocati, operai ecc. E se esistesse un posto in cui essere liberi da tutto questo? Se esistesse un posto solo nostro in cui poter essere tutto quello vogliamo?
Bene, questo posto esiste per ognuno di noi. E' un castello che può essere pensato e realizzato da chiunque, basta solo un pizzico di magia e tanta fantasia!

"La tua anima parla quando ridi di gusto, quando ti rotoli sull'erba, quando ami senza trattenerti, quando ti dimentichi del tempo che passa, quando sei radiosa, quando ti godi le cose, quando risplendi e i tuoi occhi brillano, quando versi fiumi di lacrime, quando senti il vento tra i capelli."

Il castello sarà la dimora della nostra anima, l'unica parte incontaminata del nostro essere. L'anima non segue le regole e non ha un ruolo, è la parte più vera di un essere umano. Nel castello è libera di scorrazzare tra infinite stanze, colori ed emozioni. Il castello è il nostro rifugio e, una volta realizzato, ci aiuterà ad affrontare la vita con uno sprint in più!

"In certi casi dis- identificarsi può essere un sollievo e in altri può farti sentire nuda e indifesa. E' una sorta di streaking mentale. 
Cosa rimane quando ti spogli di tutto?
Tu sei il tuo più grande tesoro."

Una guida alla fantasia, un invito a dimenticare i ruoli e a pensare alla persona in quanto tale.
Questo è l'insegnamento de "Il tuo castello tra le nuvole".


IL MIO GIUDIZIO:

Un libro meraviglioso, ben curato ed interessante.
Mi sono piaciute moltissimo le numerose illustrazioni e le metafore utilizzate dall'autrice, semplici ma efficaci. Mi piace l'idea di un castello creato da noi in cui poter fuggire quando la realtà si fa pesante. Seguendo le indicazioni passo passo, ho creato anche io il mio castello e devo dire che mi piace scorrazzarci dentro. E' un esercizio per la mente del tutto innovativo. Lo stile dell'autrice è elegante e scorrevole, ho divorato il libro in qualche ora.
E' stata una lettura distensiva e particolare.


Mi è piaciuto talmente tanto che darò ad uno di voi, la possibilità di vincere una copia cartacea gentilmente offerta dalla casa editrice <3

Per partecipare, basta compilare il form che trovate di seguito e lasciare un commento con una mail per contattarvi in caso di vittoria!



a Rafflecopter giveaway


Il giveaway termina il 31 Maggio <3

martedì 17 maggio 2016

Recensione "Alice through the looking glass" di Alessia Coppola

Buongiorno cuori librosi,
finalmente oggi esce "Alice through the looking glass", il nuovo entusiasmante romanzo di Alessia Coppola edito dalla Dunwich Edizioni.
Buona lettura!

LA COPERTINA:




LA RECENSIONE:

"Edmund mi portò sul suo petto, come se avesse voluto salvarmi da quei pensieri. E lo faceva tutte le volte. Il battito che si espandeva dal mio orecchio al cuore era una musica su cui danzava la mia felicità. Era linfa per me, me ne sentivo dissetata e ogni follicolo del mio corpo sprizzava vitalità. Non avrei  più concesso a nulla e nessuno di allontanarci."

Ritroviamo i nostri matti a bordo dell'aeronave alla ricerca di un varco per tornare a Wonderland.
Il viaggio va a gonfie vele, fino a quando Alice non cade vittima di un sonno profondissimo che la porta in scenari inquietanti e pericolosi. Nei sogni, Alice visita una realtà parallela che sembra una versione tenebrosa di Wonderland. In questo regno onirico ritrova le versioni malvagie di tutti i suoi amici accomunati da un simbolo... il segno del picche. 

"Non potevo crederlo. C'era ancora un barlume di amore dentro di me, quel sentimento incontaminato e antico che mi riportava ai tempi in cui eravamo sotto il tetto di Lewis. Se avessi ammesso che voleva distruggermi da dentro, disintegrandomi nel mondo del sogno, anche quell'amore sarebbe sfumato e avrei preso a odiarlo del tutto. Non si può odiare chi si ha amato, lo trovavo innaturale. Eppure avevo provato entrambi i sentimenti per lui."

Ormai gli intervalli tra i sogni si fanno sempre più brevi e con effetti sempre più devastanti. Il cappellaio è convinto che dietro questi incubi si nasconda un malvagio piano di Algar, il brucaliffo, deciso a riprendersi Alice. Tuttavia la ragazza la pensa diversamente. Non c'è nessuno che manipola la sua mente, la realtà oscura di Mechanicland è tangibile ed esiste all'interno dello specchio. 
Una malvagia regina la governa ed è decisa ad annientare Alice e la sua innocenza per regnare incontrastata e distruggere il regno di Wonderland.

"Tu e Algar avete intessuto un legame che va al di là del tempo e delle distanze. Che tu lo voglia o no, siete uniti da un filo invisibile. E' stato Algar, con la sua mente, a costruirlo. Quando sarà il momento lui sentirà il tuo richiamo e sarà qui. Non hai bisogno di sapere dove si trovi. Il suo cuore troverà il tuo."

Presto o tardi si arriverà alla resa dei conti. Alice è l'unica che può sconfiggere la perfida regina di picche e, per farlo, avrà bisogno di Algar. E' arrivato il momento di fare chiarezza anche nel suo cuore. Una battaglia epica è alle porte: c'è posto per un solo regno.
Chi vincerà?


IL MIO GIUDIZIO:

Che dire? E' un romanzo meraviglioso!!
Davvero non ci sono limiti alla fantasia di Alessia Coppola che inventa, stravolge e coinvolge il lettore in un mondo fantastico in cui è possibile trovare strambi personaggi come il Bianconiglio e il Cappellaio matto insieme a personalità del calibro di Sigmund Freud. Ho apprezzato molto il personaggio di Alice, l'ho trovato molto più maturo e coraggioso rispetto al primo libro. Il mio preferito resta sempre Algar che non si smentisce mai per cavalleria e saggezza. Prosa scorrevole ed elegante, lo stile della Coppola è piacevole da leggere e molto articolato e forbito. Le descrizioni minuziose permettono al lettore di immaginare perfettamente ogni scena e ogni aspetto del romanzo. 
E' una storia che fa sognare e che va oltre il semplice retelling, si tratta di una storia che ha preso una strada propria  e che non smette mai di affascinare. 
Consigliato agli amanti del fantasy e a chi ha voglia di tornare bambino, almeno per qualche ora.


Nelle puntate precedenti:



domenica 15 maggio 2016

[SalTo 2016] Viaggio in un paradiso di libri - parte 2

Nella seconda parte della mia giornata al Salone, dopo un pranzo al sacco super veloce, c'è stato un interessante incontro con Amazon Publishing e tre bravissime autrici che hanno presentato delle storie davvero interessanti.
Ve ne parlo subito!!!


CONFERENZA AMAZON PUBLISHING:

Ore 15.30 - Spazio Autori
La parola al femminile: sguardi diversi sui sentimenti

Moderatrice Alessandra Tavella
Le autrici Monica Lombardi, Marta Savarino e Daniela Grandi




L'incontro è iniziato con una piccola introduzione di Alessandra Tavella sul tema e sui libri delle tre autrici.
Il punto in comune? Le donne, il loro modo di vivere i sentimenti e di saperli trasmettere attraverso la scrittura.
Vediamo più nel dettaglio di quali storie abbiamo parlato.


E' una specie di magia di Daniela Grandi


Cosa fareste se un fulmine a ciel sereno vi riportasse indietro nel tempo, nella Kind of Magic dei vostri anni ’80?
Lucia e Sandra, amiche ancora oggi come ai tempi del liceo, hanno l’occasione di sperimentare questa “specie di magia”.
Dentro sono ancora le stesse donne di prima (o di dopo?), ma fuori si ritrovano con i loro corpi di diciottenni, le pettinature assurde, i vestiti improbabili, e poi c’è la loro vita del 1984: i genitori ancora giovani, le mattinate a scuola, con i grandi amori in agguato tra i banchi, gli amici dimenticati, le battute esilaranti, la voglia di prendersi in giro, la leggerezza.
Ma tornare indietro nel tempo potrebbe anche essere un modo per costruire un nuovo futuro: riusciranno a salvare Freddie Mercury? Ad aiutare vecchi amici a fare le scelte giuste anche contro i tabù del tempo? A far vedere a tutti quei semi che poi germoglieranno in problemi globali? O, più semplicemente, tornare ad avere diciott’anni potrà riportare un po’ di quella magia nella loro vita di oggi?

Cosa dice l'autrice: "Ho scritto questo libro per tornare indietro nel tempo, negli anni in cui ho vissuto le esperenze più incredibili. Le protagoniste sono due amiche che vi faranno divertire in un vero e proprio viaggio nel passato, alla scoperta dei miti degli anni '80."



Tutta colpa del tè di Marta Savarino



Luisa parte per la Scozia. È stata abbandonata dal compagno alla nascita della loro figlia. È delusa, affranta e arrabbiata, ma è decisa a reagire per amore della piccola Viola. Accolta dalla famiglia di origine, ritrova se stessa dedicandosi alla sua più grande passione, la cucina. Adesso è lo chef nell’albergo dei genitori. Le giornate scozzesi fredde, lunghe e assolate si susseguono tranquille, e l’allegria torna. La frizzante personalità di Luisa rivive con la piccola Viola e i nipoti. Nella vita di Luisa non c’è più posto per un altro uomo.
L’arrivo di David Alexander Hamilton, il nuovo giardiniere dell’albergo, bellissimo, affascinante e sensuale, romperà questo proposito. Il risveglio dei sensi di Luisa sarà turbato dal tormento di un doloroso segreto celato dall’uomo.
Cosa dice l'autrice: "Ho ambientato il libro in Scozia perché è uno degli scenari che preferisco. Ho riportato l'incubo di ogni donna basandomi su una mia esperienza diretta. La parte fondamentale della storia, è l'importanza della famiglia e dell'amore che mi lega alla mia. La famiglia è la mia ispirazione."

IN ANTEPRIMA, LA PRESENTAZIONE DI "SCHEGGE DI VERITA' "
IL NUOVO ROMANZO DI MONICA LOMBARDI!

In occasione del Salone, è stato presentato in anteprima assoluta, il nuovo romanzo di Monica Lombardi che uscirà per Amazon Publishing il 28 Giugno.



Qualsiasi cosa per riaverla. Qualsiasi cosa per riaverle entrambe.
Due donne, due amiche, Giulia e Livia, rapite una sera di novembre mentre tornano dal cinema. Una delle due riesce a fuggire, ma non ricorda nulla, né del rapimento né del suo passato. Il suo aiuto potrebbe essere determinante per la polizia, se solo riuscisse a mettere insieme le schegge di verità che come lampi le attraversano la mente. Il volto che però vede nello specchio continua a esserle del tutto estraneo.
Le indagini possono dunque partire solo dal bosco, teatro della fuga, e dalla spessa nebbia che blocca la sua memoria. A guidarle è il commissario Emilio Arco, con l’aiuto di Ilaria Benni, una sensitiva in grado di percepire la paura delle persone, e di uno psichiatra, coinvolto per motivi che oltrepassano la sfera professionale.

Abbiamo visto la Lombardi rapportarsi con moltissimi generi e, ancora una volta, l'autrice stupisce i suoi lettori con questo thriller psicologico che si prospetta una lettura interessante.
Cosa è stato svelato del libro?
- E' un libro al femminile, le protagoniste sono infatti due donne.
- Le più romantiche non hanno nulla da temere, nonostante sia un thriller, non mancherà la parte sentimentale.
- Sarà un interessante viaggio nella mente guidato dalle emozioni.

Io ne sono rimasta affascinata, ho la mia copia e non vedo l'ora di scoprire l'autrice in questa nuova veste!

In conclusione, la marcia in più di queste bravissime autrici, è proprio nel loro essere donne, nel divertimento e nella passione che mettono nella scrittura. I sentimenti sono la parte più importante di un libro perché sono quelli che permettono ad un autore, di entrare nel cuore dei lettori.
E' stata una bellissima esperienza e questi sono i tesori che porterò con me come ricordo






Così si è conclusa la mia esperienza al Salone del Libro, un momento magico che ogni lettore dovrebbe vivere!

[SalTo 2016] Viaggio in un paradiso di libri - parte 1

Buongiorno cuori librosi,
oggi vi racconto la fantastica giornata che ho trascorso al Salone Internazionale del Libro a Torino.
Tra incontri con colleghe blogger, conferenze, anteprime e mille mila chilometri percorsi, la giornata è passata in un soffio. Ecco i momenti e le immagini più belli.


THE BEGINNING:

Ore 9:45

La mia avventura è iniziata con una fila infinita per entrare, controlli con metal detector e perquisizione borsa ( povero carabiniere che cercava di capire qualcosa nella mia maxi borsa piena di fogli, tablet, cellulare e libri ^_^).
Superato il primo step, sono andata a ritirare il mio biglietto e finalmente sono entrata!!




Sono stata accolta da un gioco di colori bellissimo e laboratori a tema.
Vi confesso che penso di aver capito come si è sentita Alice a Wonderland *.*

LA FIERA:

Ore 10.00
Incantata dalle meraviglie intorno a me, sono arrivata nel cuore della fiera, circondata da stand delle migliori case editrici e da libri...tanti libri!




L'NCONTRO CON LA DEAGOSTINI:
Ore 11.00
Io e tantissime altre blogger, ci siamo date appuntamento allo stand "DeAgostini" per incontrare il responsabile dell'ufficio stampa e scambiare due chiacchiere.



Non solo chiacchiere, ma anche una carinissima iniziativa.
Sulla coloratissima parete che vedete dietro di noi, stralci e citazioni dei libri più belli della casa editrice. Io ho scelto la citazione tratta da "Dimmi tre segreti", un libro che ho apprezzato tantissimo!! (recensione QUI)


MY PARTNER IN CRIME:
Ore 12.00

Se ho aperto un blog, è perché anni fa ho conosciuto su Facebook una ragazza fortissima.
Il suo blog era una droga per me, così mi sono fatta coraggio e mi sono buttata nella mischia sempre sotto la sua guida e ispirazione. Ebbene, dopo conversazioni infinite, ieri ci siamo incontrate per la prima volta di persona ed è stato amore!
(Se volete passare a trovarla, la trovate QUI )

Eccoci in tutto il nostro splendore <3 (ringraziamo la preziosissima Monique Scisci per la collaborazione)
In compagnia di "Brew" (Dunwich Edizioni)




In compagnia di "Nyctophobia"
Recensione QUI




























IL BOTTINO:





Diciamo che sono stata brava e mi sono trattenuta, questi sono i nuovi tesori che ho adottato:

- Copia di "Dentro soffia il vento" di Francesca Diotallevi

- Copia de "La libreria delle storie sospese" di Cristina Di Canio

-Copia Autografata de "Tutta colpa del tè" di Marta Savarino

-Copia in Anteprima Autografata de "Schegge di vetro" di Monica Lombardi

Sì, ho scelto solo autori italiani perché, come sapete, sostengo a spada tratta la nostra editoria e sopratutto le donne!! <3

In più, per il mio animo da Potterhead, la maglia di Serpeverde con il Quaderno di Incantesimi e Ricette.


giovedì 12 maggio 2016

Recensione "La vita perfetta" di Renée Knight

Buonasera cuori librosi,
voglio parlarvi di un thriller davvero intrigante edito da Piemme.
Si tratta de "La vita perfetta", scritto da Renée Knight.


LA COPERTINA:



LA RECENSIONE:

"E' la persona a lei più vicina eppure è riuscita, in tanti anni, a tenerlo all'oscuro. Non importa quanta intimità ci sia tra loro, Robert non lo saprà mai e questo pensiero per lei è agghiacciante. Tenendolo dentro, Catherine ha lasciato che quel segreto crescesse a dismisura, e adesso è troppo grande per potersene liberare. Il fatto di avere un segreto è diventato quasi più importante del segreto in sé."

Catherine ha davvero una vita perfetta: una bella casa, un bel marito, un matrimonio felice e un lavoro che la riempie di soddisfazioni. Non ha un gran rapporto con suo figlio e tutti sono convinti che sia dovuto al suo scarso istinto materno. La sua esistenza viene sconvolta da un libro, una storia che parla di lei e di un segreto che si porta dietro da tanti, troppi anni. Era convinta di essere stata brava, di aver sepolto per sempre quel segreto scomodo.. ma, a quanto pare, il passato è tornato a chiedere il conto.

"Ha sbagliato a pensare che quel messaggino stringato possa soddisfarmi. E' una provocazione. Un insulto. Non mi interessa che riconosca il mio dolore. Ormai è troppo tardi. Deve condividerlo, sapere cosa si prova. Solo allora mi metterò in contatto con lei. Deve soffrire quanto ho sofferto io."

Quel libro è stato soltanto l'inizio di un perverso gioco che ha come obiettivo, quello di rovinarle la vita. Tutto quello che, per anni, ha sepolto nei recessi della sua memoria, sta tornando prepotentemente alla ribalta e rischia di spazzare via ogni cosa. Deve assolutamente scoprire chi si cela dietro questo malvagio piano di vendetta, deve scoprire chi può essere a conoscenza dei fatti e soprattutto perché ha deciso di uscire allo scoperto dopo tutto questo tempo.

Inizia un viaggio a ritroso nel tempo, ricordare fa ancora male, nonostante ormai siano passati vent'anni. Dopo varie indagini, Catherine ha scoperto l'identità del suo carnefice ed è pronta ad affrontarlo. E' stanca dei segreti e delle notti insonni. E' arrivato il momento di chiudere i conti con il passato e i suoi fantasmi.

IL MIO GIUDIZIO:

Bramavo questo libro più o meno dalla sua uscita e finalmente ho avuto l'opportunità di leggerlo.
Mi è piaciuto davvero moltissimo, l'ho divorato in un solo giorno.
Una trama intricata e intrigante, l'autrice è bravissima a mantenere sempre alta l'attenzione del lettore attraverso una narrazione in due tempi. A poco poco, diviene chiaro il senso della vicenda che non smette mai di stupire. I personaggi sono veramente ben costruiti ed interessanti, è stato bello farsi un'opinione di loro e poi essere "letteralmente" smontati dall'autrice che stravolge completamente le parti. Scorrevole, pieno di colpi di scena, ben scritto e molto molto intrigante.
Uno dei thriller più belli di quest'anno, lo consiglio vivamente!!

mercoledì 11 maggio 2016

Recensione "Il potere della lista" di Roxanne St. Claire

Buon pomeriggio cuori librosi,
oggi vi parlo di un thriller che mi è piaciuto molto, edito da Fabbri Editori.
Si tratta de "Il potere della lista", scritto da Roxanne St. Claire.
Buona lettura!


LA COPERTINA:



LA RECENSIONE:

"Nelle ultime dodici ore la mia vita è cambiata talmente tanto che sono un po' stordita. Più di un po'. Non ho mica chiesto io l'improvvisa ventata di notorietà e, se una parte di me vorrebbe godersi le luci di questa ribalta sconosciuta, un'altra vorrebbe scappare via, il più lontano e il più veloce possibile."

Kenzie Summerall è una delle dieci ragazze della lista.
Ogni anno, la pubblicazione di quest'ultima, getta gli studenti della Vienna High nell'euforia più totale. Le dieci migliori ragazze della scuola, vengono votate dagli studenti maschi e finiscono nella lista. Essere nell'elenco delle fortunate comporta fama e notorietà immediata, tanto che ogni ragazza sogna di finirci. Kenzie si è classificata quinta, non si aspettava minimamente di essere una delle fortunate: è una ragazza ordinaria e, per di più, anche una secchiona. Non ha niente in comune con le sue compagne di classifica e non è pronta ad affrontare il nuovo status di star della scuola.

"Erano vive. 
Adesso non ci sono più, scomparse l'una dopo l'altra in due terribili incidenti. E nei corridoi le voci si rincorrono.
Una maledizione.
Un assassino.
Un'assurda coincidenza. "

Una serie di spaventosi e mortali incidenti iniziano ad interessare le ragazze della lista che muoiono in sequenza per eventi sfortunati e assolutamente accidentali. Kenzie è convinta che ci sia la mano di un serial killer dietro queste morti improvvise, ma le sue sorelle di classifica pensano che sia la maledizione che da anni, colpisce membri o ex componenti dell'elenco. E' inquietante il numero di incidenti che interessano le donne che sono, o sono state, nella classifica. Se il prezzo da pagare per la notorietà è la morte, Kenzie non vuole averci nulla a che fare. Maledizione o no, deve trovare un modo per fermare questa scia di morte che ha colpito la Vienna High. Forse, il segreto per porre fine a questo sinistro gioco con il destino, si cela negli enigmatici messaggi in latino che continua a ricevere. Non le resta che seguire i passaggi e completare la partita.

"Nessuno fiata, eppure... sento qualcosa.
Una voce familiare nella mia testa, una voce che ha taciuto per gli ultimi due anni.
Falli neri, Kenzie.
Finalmente mi arriva la voce di Conner. E adesso so esattamente che cosa devo fare."

Il mistero si infittisce quando l'incidente che è costato la vita a sua fratello, due anni prima, sembra avere un' inquietante analogia con i casi che si stanno verificando ora.
C'è una sola mano dietro quelli che, ormai, possiamo definire omicidi e adesso, Kenzie, ha un motivo in più per scoprire la verità e fare giustizia.


IL MIO GIUDIZIO:

E' stata una lettura piena di suspense e tensione emotiva. 
Le pagine scorrono veloci e il mistero si infittisce capitolo dopo capitolo.
I personaggi sono ben costruiti e articolati. Levi è quello che ho apprezzato di più, fino all'ultimo sono stata indecisa sul giudizio su di lui. Anche Kenzie è stata una protagonista formidabile, in grado di reggere la tensione, la paura e il dolore senza mai perdere la lucidità.
La trama e l'idea originale che sta alla base del romanzo, tengono sempre viva l'attenzione del lettore che si sente vicino alla soluzione, ma non riesce mai ad afferrarla fino alla fine. Prosa scorrevolissima, ho divorato il libro in un giorno!
Per gli amanti del genere, è senza dubbio una lettura da fare. 
Consigliato!

lunedì 9 maggio 2016

Recensione in ANTEPRIMA "Dimmi tre segreti" di Julie Buxbaum

Buongiorno cuori librosi,
oggi vi parlo di un romanzo YA carinissimo in uscita il 10 Maggio per DeAgostini.
Si tratta de "Dimmi tre segreti", scritto da Julie Buxbaum.
Buona lettura!


LA COPERTINA:



LA RECENSIONE:

"Volevo bene alla mamma perché era mia.
E io ero sua.
E questa sensazione di appartenere a qualcuno non mi capiterà mai più.
I giorni perfetti sono per le persone con sogni piccoli, realizzabili. O forse sono per tutti, solo che lo capiamo con il senno di poi: sono perfetti solo ora che contengono qualcosa di irrevocabilmente e irrimediabilmente perduto."

Jessie ha sempre vissuto una vita tranquilla, ordinaria se vogliamo. La sua famiglia non era né ricca né povera, nella media così come la scuola e gli amici che frequentava. Perché uso il passato? Perché da quando sua madre non c'è più, tutto è cambiato. Suo padre ha avuto un colpo di fulmine con una ricca vedova di Los Angeles e dopo un matrimonio lampo, si sono trasferiti nella villa a cinque stelle della matrigna. Un mondo nuovo, assolato e decisamente pieno di sfarzi, si apre adesso davanti a lei che non è per nulla preparata ad affrontarlo. Dopo il primo giorno di scuola, una mail anonima dà una svolta decisiva alla sua nuova vita. Il misterioso "Perfetto Sconosciuto" è ufficialmente la sua guida spirituale.

Io: Tre segreti. (1) Non so chi sei. Vorrei saperlo. Credevo che fossi qualcun altro, ma ora so che mi sbagliavo. (2) Non ti ho mai mentito, non credo. (3) Non so più dove sia casa mia.

PS: magari "casa" non è necessariamente un posto.

Io: Magari no.

Lentamente, ma inesorabilmente, lo scambio quotidiano di mail con PS, diventa una piacevole abitudine a cui ricorrere quando il clima si fa troppo pesante. Nella nuova scuola è tutto strano e diverso, sembra circondata da cervelloni che fanno yoga tra una lezione e l'altra, sempre rigorosamente vestiti con abiti da migliaia di dollari. La vita in casa non è più facile, con la matrigna e un fratellastro che a stento le rivolgono la parola e che hanno abitudini totalmente diverse. Jessie si sente in gabbia, senza dubbio una gabbia piena di comfort e super lussuosa, ma pur sempre una gabbia. Le manca la sua vecchia vita e la sua migliore amica,per questo riceve in regalo un week end a Chicago, ma una volta lì si accorge che le cose sono cambiate. Adesso non appartiene più nemmeno alla sua vecchia vita e, in fondo in fondo, le manca Los Angeles, PS e Ethan..soprattutto Ethan.

"Siamo solo io e lui, Ethan è Ethan è Ethan e Jessie è Jessie è Jessie, e le sue labbra sfiorano le mie. Ma a volte un bacio non è un bacio non è un bacio.
A volte è poesia."

Ethan è il suo compagno di scuola e spalla per un compito di letteratura. Jessie si sente molto attratta da lui, dall'aura di mistero che emana e, perché no, anche dalla sua onnipresente maglietta di Batman. Certo, anche PS è un bel personaggio, ma ancora non vuole decidersi ad incontrarla. La sua vita prende una piega inaspettata, forse c'è una via d'uscita in quell'inferno in cui crede di vivere.
Forse la vita le riserverà ancora tante sorprese.


IL MIO GIUDIZIO:

Carino, carino, carino. A partire dalla copertina dolcissima, questa lettura mi è piaciuta moltissimo.
Semplice, scorrevole, leggera, a tratti profonda e intensa. Jessie è un personaggio interessante e tutto da scoprire, mi sono ritrovata in alcuni suoi aspetti di adolescente e immedesimata più volte nel suo stato d'animo. Originale l'idea della "guida spirituale" che diventa un punto fermo sia per la protagonista che per il lettore che cerca di capire fino all'ultimo chi si cela dietro l'account di PS. 
Il personaggio di Ethan merita un discorso tutto suo: parliamo di uno dei ragazzi più desiderati della scuola sul quale pendono giudizi pesanti basati soltanto sul passato e su una storia non sua. La sua maglietta di Batman entrerà nella storia dei particolari librosi che mi piace annotare durante le mie letture. Finale tutto da scoprire e dolcissimo da leggere. Narrazione fluida, resa ancor più scorrevole dallo stile narrativo scelto. Uno Young Adult davvero ben scritto, lo consiglio!