lunedì 30 novembre 2015

Recensione "Un Natale per ricominciare" di Eva Palumbo

Oggi iniziamo ufficialmente con le letture natalizie.
Il primo romanzo di cui vi parlo è un ebook della Triskell Edizioni, "Un Natale per ricominciare", scritto da Eva Palumbo.
Scopriamolo insieme!

** contiene spoiler **

LA COPERTINA:




LA TRAMA:

Amy, una libraia di Londra reduce da una terribile esperienza che l’ha portata a rivoluzionare completamente la sua vita, incontra per caso Justin, un famoso attore di Hollywood, in crisi professionale e alla ricerca di una strada per riprendere in mano la sua esistenza.
Nella magica atmosfera di una parte di Londra poco turistica, vestita a festa per l’imminente Natale, un forte sentimento nasce tra loro, ma Amy è dubbiosa, diffidente, teme la grande differenza tra i loro due mondi, vede poche prospettive per una loro relazione, e soprattutto è spaventata di soffrire ancora come in passato. Ha paura di aprire di nuovo il suo cuore all’amore, perciò, quando Justin le confessa di essersi innamorato di lei e le chiede di seguirlo negli Stati Uniti, Amy rinuncia a questa nuova possibilità che la vita sembra offrirle.
Sembra tutto finito tra loro, ma l’amore e il desiderio sono più forti della lontananza e delle differenze. Riuscirà Amy a superare la sua paura di innamorarsi di nuovo? Riuscirà a rimettere ancora tutto in gioco, per lasciarsi alle spalle il suo passato e ricominciare?

LA RECENSIONE:

"Ho deciso che la vita è troppo breve per non fare quello che si ama, ogni giorno. Per rimandare la realizzazione dei propri sogni, dei propri desideri."
Amy Clark, libraia e donna in fase di rinascita. La sua vita è stata stravolta da una tragedia, ha perso il suo grande amore e con esso ogni briciola di felicità. Questo evento così brutale e traumatico, ha il potere di aprirle gli occhi, di farle capire che sta sprecando il suo tempo dietro cose e persone che non meritano attenzioni. La decisione di aprire una libreria è un progetto folle agli occhi di chi le sta vicino, ma non perderà un minuto di più a rendere felici gli altri. Da oggi esiste solo Amy Clark, la libraia.
"Non è solo per quello che sei tu. E' per quello che io divento quando sto con te. Mi sento pieno di vita, libero di essere me stesso per la prima volta da anni. Posso fare qualsiasi cosa, essere qualsiasi cosa. Da quando ti conosco, Amy, io... Amy, io sono stato più me stesso insieme a te che in tutto il resto della mia vita."
E' una mattina come tante in libreria, quando uno sconosciuto dall'aria sospetta irrompe nel locale. Si tratta di un certo Justin, star di Hollywood in incognito. Amy è una delle poche donne del pianeta a non conoscerlo e questo rappresenta l'inizio di un'amicizia sincera e disinteressata. I giorni si susseguono e Justin ha bisogno di ritornare con i piedi per terra attraverso la normalità di Amy per questo diventa una presenza sempre più costante della sua vita. Per le strade di Londra sta arrivando il Natale, e forse anche l'amore.
Justin alla mia porta? Il mattino di Natale?
(...) "Sei vero?"
"Si, sono vero, Amy. Sono io. Sono tornato."
Chris è un pensiero costante e un freno sempre tirato per Amy. Nonostante Justin sia il principe che tutte sogniamo, il regalo che tutte vorremmo, è difficile lasciarsi andare. E' difficile immaginare un futuro con un attore famoso. E' difficile pensare di raggiungere il castello del Mago di Oz e vivere per sempre felici e contenti. 
Una storia speciale tra la magia dei libri e quella del Natale, assolutamente da non perdere!

IL MIO GIUDIZIO:
E' stata una lettura distensiva e magica, una storia leggera e romantica ideale da leggere nel periodo natalizio accanto al fuoco. I protagonisti sono il vero successo del romanzo: da una parte Amy con una vita da ricostruire, dall'altra Justin con una vita da riscoprire. Personalità opposte, ma due anime gentili che si riconoscono subito. Lo stile è fluido e piacevolissimo da leggere. Non vi dirò che ci saranno colpi di scena, finali mozzafiato o chissà quali elementi innovativi, ma questa è una storia bella, dolce ed a lieto fine. La storia giusta da concedersi a Natale, quando la tranquillità è d'obbligo! Se, come me, amate sognare questa è la storia che fa per voi!

Wish you a merry.... Bookmas! 1° settimana

Benvenuti cuori librosi
Finalmente diamo inizio a "Bookmas"!
Ogni settimana avrete la possibilità di vincere tre libri cartacei che vi saranno recapitati direttamente a casa!
Scopriamo insieme i  titoli in palio questa prima settimana =)





1. Mistero a Villa del Lieto Tramonto





2. Il più grande amore della mia vita



3. Cancella il giorno che mi hai incontrato


Cosa dovete fare per vincere?

1. Essere lettori fissi del blog

2. Cliccare "mi piace" alle pagine Facebook delle case editrici:




3. Condividere pubblicamente il post sulle vostre bacheche Facebook taggando più amici che potete


Una volta effettuati i passaggi, commentare il post con la vostra mail, il nickname con cui siete iscritti al blog ed il link della condivisione.

I libri saranno assegnati in ordine di estrazione:
1° estratto = "Mistero a Villa del Lieto Tramonto"

2 ° estratto = " Il più grande amore della mia vita"

3° estratto = "Cancella il giorno che mi hai incontrato"

Scadenza: 8 Dicembre ore 12.00


Buona  fortuna <3

n.b. Partecipando e seguendo attivamente il blog, potrete diventare il "follower del mese" e vincere due libri cartacei più un buono Amazon da 5 euro.




Ecco i fortunati vincitori!


CONGRATULAZIONI!!!!




domenica 29 novembre 2015

10 motivi per scegliere una donna che legge

Buon pomeriggio lettori,
oggi per voi un post curioso e spiritoso.
Suppongo che tutte voi amiate la lettura ed i libri, pertanto diamo qualche consiglio ai maschietti in fatto di ragazze ;-)
Una lettrice è per sempre!






1. Non ha problemi a passare del tempo da sola

Quanti ragazzi si lamentano di avere ragazze "pesanti", che pretendono di monopolizzare tutto il loro tempo libero? Bene, una lettrice non ha nessun problema a stare sola un pomeriggio o una sera, perché troverà rifugio in un libro, in questo modo ognuno avrà i suoi spazi senza bisogno di litigare.


2. Non dà problemi per i regali

Compleanni, anniversari, promozioni.. tutte situazioni che richiedono un pensiero per la vostra lei e che vi mandano in crisi. Con una lettrice non c'è problema perché ci sarà sempre un libro che desidera. Doppio risultato: ragazza felice e portafoglio salvo!


3. Può insegnarvi tante cose

I libri parlano degli argomenti più svariati, perciò la vostra bellissima fanciulla che legge potrà illuminarvi su tanti argomenti ed essere una brava insegnante su temi che desiderate approfondire.


4. Sa ascoltare

Una ragazza che ama leggere storie, sa anche ascoltarle. Perciò in una lettrice, troverete sempre conforto.


5. Migliora la vostra persona

Una ragazza che legge, riuscirà sicuramente a trasmettervi l'amore per la lettura rendendovi persone migliori!


6. E' un bellissimo panorama da guardare

Guardare una ragazza mentre legge è un'esperienza unica.


7. Può aiutarti a dormire

La sera il sonno non arriva? Non ti preoccupare, lei ti leggerà senz'altro qualcosa per farti addormentare.


8. E' una donna di sostanza!!!

Una donna che legge non è mai frivola o priva di contenuti, ma ha un bagaglio culturale non indifferente.


9. Ha una mente aperta

Una lettrice è curiosa di natura ed è sempre pronta per l'avventura e per fare nuove esperienze.


10. Sa sempre come stupire

Una donna che legge non perderà mai occasione per stupirvi ed amarvi con passione e devozione, come si legge nei libri.


Bene maschietti, ci sarebbero altri mille motivi per scegliere di dedicare il vostro tempo ad una donna che legge, ma vi lascio il piacere della scoperta!

P.s. Se avete già una donna che legge, tenetevela stretta e compratele tanti libri
(Natale è alle porte :-P)



sabato 28 novembre 2015

Ebook gratuiti da Amazon

Buon pomeriggio cari lettori,
oggi voglio aiutare i vostri e-reader (ed i vostri poveri portafogli) segnalandovi qualche ebook gratuito messo a disposizione da Amazon.
Vi ricordo che queste offerte subiscono variazioni di ora in ora, per cui fate attenzione prima di procedere al download!




MILLE PRIME NOTTI DI ANJA MASSETANI E ALICE WINCHESTER


Che cosa faresti se non ricordassi niente della prima volta che hai fatto l’amore? Nina De Luca ha diciotto anni, è orfana e vive con i suoi quattro fratelli. Non conduce esattamente la classica vita da adolescente, finché una delle sue compagne di scuola la invita a una festa. Il suo desiderio innocente è quello di godersi, almeno per una volta, una serata come tutti i suoi coetanei. Weston Trevett ha ventidue anni, è bellissimo e ha una vita complicata. Nina non è il tipo di ragazza che lui frequenta di solito, ma se l’occasione si presentasse proprio a una festa? Il destino sta tutto lì, in fondo. Un incontro, una notte che cambierà per sempre le vite di entrambi.

Link per l'acquisto: QUI


ALEXANDRA DI LAUREN ROYAL



Inghilterra, 1815
La maggiore di tre sorelle, lady Alexandra ha sempre fatto ciò che ci si aspettava da lei. Ma quando l’uomo che ama da quand’era una ragazza ritorna dopo un lungo periodo all’estero, si ritrova a sperare che il gentiluomo perbene che suo fratello ha scelto per lei non la chieda in moglie. Decide che, se lo farà, dovrà respingerlo in maniera poco appropriata—cioè, finché l’uomo in cui ripone le sue speranze e i suoi sogni la informa che non ha intenzione di sposarla.
L’ultima volta che Tristan Nesbitt ha visto Alexandra, era un uomo comune, senza alcuna speranza di poter un giorno sposare la figlia di un marchese. Sette anni dopo, è Lord Hawkridge, e questo dovrebbe renderlo perfettamente adatto alla donna che aveva catturato il suo cuore tanto tempo prima. Ma un orribile scandalo ha macchiato il suo nome in Inghilterra—uno scandalo così orrendo che sposarla non rovinerebbe solo l’impeccabile reputazione di Alexandra, ma quella della sua intera famiglia. Per il bene di Alexandra, dovrà combattere il suo inarrestabile desiderio e restare lontano…

Link per l'acquisto: QUI


IL RESTAURO NATALIZIO DI CAROLINE MICKELSON




Con il conto alla rovescia già avviato verso il Natale, l'arredatrice d'interni Jackie Frost è sorpresa di ricevere una telefonata urgente da parte di Babbo Natale che richiede il suo aiuto. Una volta arrivata al Polo Nord, Jackie viene trascinata nel piano folle di Babbo Natale di riarredare la Centrale Operativa del Natale come regalo di Natale per la signora Claus.
La devozione di Jackie per la famiglia Claus viene messa a dura prova diverse volte mentre il rinnovo procede, soprattutto dal dovere lavorare fianco a fianco con il mastro artigiano Dean Bradshaw. Dean è bello, intelligente, divertente e ha un dono speciale per costruire. Ma quello che preoccupa Jackie è quello che lui sta cercando di rimuovere, ovvero il muro che lei ha costruito attorno al proprio cuore.

Link per l'acquisto: QUI


TESSA E BASTA DI TESSA KREVIC



Tessa ha quindici anni, è Croata e si trova a vivere l’adolescenza durante il conflitto dei Balcani. Scopre che per alcuni lei, ortodossa, è diversa dagli altri. Cresce in fretta, impara cos'è la paura sotto le bombe, il terrore per le minacce di violenza. Ma Tessa non molla, rivendica il diritto a una vita normale. Vuole l’amore e dimenticare. La guerra la inseguirà a lungo, anche fuori dalla sua terra.

Link per l'acquisto: QUI


L'ANGELO GRIGIO DI MATTEO CARLISE



Lo hanno trovato in un vicolo sporco e solitario, senza vestiti e senza memoria. Non ha ricordi, non ha un passato. Prendendosi cura di lui, Ania e Sean sono guariti e hanno ricominciato a vivere. Ma lui ha bisogno di sapere e continua a cercare. Giorno dopo giorno scopre di essere una persona diversa da quella che credeva. Giorno dopo giorno scopre che non esiste una sola verità.

Link per l'acquisto: QUI










Segnalazione "Flamefrost- Insieme controcorrente" di Virginia Rainbow

Buon pomeriggio lettori,
oggi vi segnalo il secondo romanzo della serie sci-fi di Virginia Rainbow, "Flamefrost- Insieme controcorrente".


LA COPERTINA:






LA TRAMA:

Il rapporto tra Sarah e Gered è arrivato a rottura, ma nessuno può prevedere gli eventi che li porteranno ad avvicinarsi di nuovo. Una serie imprevista di difficoltà cambierà per sempre la vita di Sarah e porterà Gered ad affrontare il biasimo e il contrasto della famiglia.
In una escalation di fughe rocambolesche e momenti di suspense, si dipana il destino dei due protagonisti, che nel frattempo maturano e imparano a rapportarsi fra di loro.
Li accompagnano amici fidati disposti a tutto per servirli e proteggerli da chi li ha traditi nel modo più vile.
Dalle montagne innevate dell’Everest alle foreste dell’Amazzonia, dalle strade di Roma alle segrete della navicella madre, infine la loro strada sarà posta davanti a un bivio dal quale non è possibile fuggire.
I misteri e le verità nascoste lasciate in sospeso nel primo volume saranno svelati?
Appassionante e travolgente, questo secondo capitolo della trilogia ci farà conoscere gli aspetti più profondi dei protagonisti, mettendo in luce desideri e sentimenti sempre più forti. Una miscela di avventura e romanticismo che stupirà il lettore per la sua carica di dolcezza e adrenalina, immergendolo in un mondo tanto fantastico quanto reale.



giovedì 26 novembre 2015

Recensione "The selection" di Kiera Cass

Buongiorno lettori,
vi parlo del primo romanzo della saga "The Selection", di Keira Cass.
Scopriamo insieme perché mi ha fatto innamorare.

LA COPERTINA:





LA TRAMA:

In un futuro lontano, in un Paese devastato dalla guerra e dalla fame, l'erede al trono seleziona la propria moglie con un reality show. Spettacolare. Per molte ragazze la Selezione è l'occasione di una vita. L'opportunità di sfuggire a un destino di miseria e sognare un futuro migliore, fatto di feste, gioielli e abiti scintillanti. Ma per America è un incubo. A sedici anni, l'ultima cosa che vorrebbe è lasciare la casa in cui è cresciuta per essere rinchiusa in un palazzo che non conosce. Perdendo così l'unica persona che abbia mai amato, il coraggioso Aspen. Poi però America incontra il principe Maxon e le cose si complicano. Perché Maxon è affascinante, dolce e premuroso. E può regalarle un'esistenza che lei non ha mai nemmeno osato immaginare…


LA RECENSIONE:

"Questa ragazza ha necessità di credere che se lei fosse stato libero di arrangiarsi da solo, di bussare di porta in porta alla ricerca dell'anima gemella, avrebbe comunque trovato proprio lei, perché lei è sempre stata quella che avrebbe scelto..."

In un mondo puramente immaginario, la società è divisa in classi ben separate ed identificate da numeri. Ogni categoria sa qual è il suo posto nel mondo e fa del suo meglio per vivere dignitosamente, nonostante le classi inferiori vivano sull'orlo della povertà. La "selezione" può cambiare la vita di molte persone, basta compilare un modulo e partecipare ad una competizione a metà tra un reality e un concorso di bellezza. La vincitrice della selezione, dopo aver battuto trentaquattro pretendenti, diventerà un principessa conquistando il cuore del giovane principe Maxon.

"Non sto scegliendo te o lui. Sto scegliendo me."
Ed era la verità. Non sapevo ancora che cosa volevo, e non potevo farmi attirare da quello che era facile o da quello che qualcun altro pensava fosse giusto. Dovevo semplicemente darmi tempo per fare ciò che era meglio per me."

America Singer, è l'unica ragazza che partecipa alla selezione senza pretese. Vuole solo aiutare la sua famiglia e coccolarsi un po'. Il suo cuore appartiene ad Aspen, un giovane di una casta inferiore, ma il loro, sembra essere un amore impossibile. Con il tempo, quello che inizia come un gioco, acquista una valenza più profonda. Il principe non è il ragazzo viziato che immaginava, al contrario, si dimostra una persona buona e gentile. E' difficile capire e scegliere tra il primo amore e un sentimento nuovo e speciale, tra un ufficiale e un principe.


IL MIO GIUDIZIO:

Convinta dal parere di una mia collega blogger, ho iniziato la lettura di questa saga. 
Questo primo capitolo mi è piaciuto moltissimo, dalla copertina alla trama. L'autrice ha creato un mondo particolare e un concorso di bellezza in cui la corona della vincitrice, è davvero quella di una principessa. I personaggi sono ben caratterizzati sia fisicamente che caratterialmente. Vengono denotati i dettagli delle varie personalità che fanno funzionare il tutto alla grande. Stile scorrevole e curato. Ricorda un po' Hunger Games, ma con pizzi e merletti.
Il finale mi ha lasciata di stucco e con la curiosità morbosa di sapere chi sceglierà la "cara" America.
Personalmente tifo per il principe, ma staremo a vedere.
Consigliato!!

lunedì 23 novembre 2015

Anteprima "Loves from the world" di Cristina Bruni e Leah Weston

Buonasera cuori librosi,
ho il piacere di presentarvi un'interessante antologia m/m di un'autrice che stimo moltissimo, Cristina Bruni, in collaborazione con Leah Weston.
Scopriamo insieme la copertina e la sinossi di questo progetto scritto a quattro mani.


LA COPERTINA:




Editore: Self
Genere: romance m/m
Formato: ebook
Prezzo: 2,99
Disponibile su Amazon, kobostore, Ibook e Play Store
Data di pubblicazione: 30 novembre 2015
                     

LA SINOSSI:

Derek e Spencer.
Patrice e Bastién.
Nathan e Mark.
Moran e Moriarty.
Destini diversi, luoghi del mondo altrettanto differenti. Ma una cosa accomuna tutte queste coppie: l’amore. L’amore incontrato per caso, l’amore conquistato, l’amore ritrovato, l’amore perduto.
Quattro racconti per farvi sognare.

Recensione "Malombre" di A.A.V.V.

Buongiorno cuori librosi, vi parlo oggi di una raccolta di storie davvero da brividi, curata da Nicola Lombardi per Dunwich Edizioni.
Si tratta di "Malombre", storie ispirate alle più famose leggende dell'orrore che conosciamo.
Buona lettura!


LA COPERTINA:




11 INCUBI DALL’IMMAGINARIO CONTEMPORANEO ITALIANO

Noi cam­biamo, e lo stesso fanno le nostre ombre; che però sono sempre lì, fedeli, ineludibili, a volte consolatorie, più spesso debilitanti, quando non devastanti. E se tanto ci piace rac­contarle, o ascoltare le loro voci, non è affatto per esorciz­zarle, per quanto non manchi chi continua a sostenerlo. Per ogni ombra che lascia la nostra fantasia un’altra ne prende immediatamente il posto. Deve farlo, perché a essere davvero intollerabile è il vuoto. (Nicola Lombardi)

Le Pietre Nere di Danilo Arona
Pezzi di Andrea Biscaro
L’Autunno dei Sospiri di Luigi Boccia
La Sposa Rubata di Cristian Borghetti
Le Tenebre del Corpo di Pietro Gandolfi
Musi Gialli di Samuel Giorgi
Prigionieri di Diego Matteucci
Tutor di Alessandro Morbidelli
Matrimonio di Sangue di Daniele Picciuti
La Baita di Simonetta Santamaria
Blocco Creativo di Christian Sartirana


LA RECENSIONE:

Questa è la versione scritta delle serate intorno al fuoco, a raccontare storie dell'orrore.
Undici autori ci fanno tremare di paura con racconti da brividi ripresi dai classici della tradizione horror: Halloween, antichi riti dei Druidi, tetri festival del rock, vampiri. Ma ci sono anche incubi più reali, come una grande fabbrica che con i suoi vapori letali ha distrutto una città, una baita misteriosa in mezzo al nulla e un bambino che affronta la paura dell'ignoto per dimostrare il suo coraggio.

"Noi cambiamo, e lo stesso fanno le nostre ombre; che però sono sempre lì, fedeli, ineludibili, a volte consolatorie, più spesso debilitanti, quando non devastanti."

Trovo che Nicola Lombardi, curatore dell'antologia, abbia fatto un ottimo lavoro nella scelta di questi racconti. Sono storie diverse tra loro, ma che sono perfettamente armonizzate nell'insieme.
In più, il bello delle antologie, è che la lettura non è mai annoiata perché, in poche pagine, si vivono decine di esperienze diverse.
Bravi gli autori, stili differenti ma trame brillanti ed originali.
Ho le mie storie preferite, ma non le rivelo. Lascio a voi il piacere della scoperta di questa curata e "spaventosa" antologia, vi assicuro che ce n'è per tutti i gusti!
La consiglio!

sabato 21 novembre 2015

Recensione "Follia profonda" di Wulf Dorn

Buonasera lettori,
Sono pronta a parlarvi del thriller, "Follia profonda", di Wulf Dorn, edito da Corbaccio.
Buona lettura!


LA COPERTINA:




LA TRAMA:

Un mazzo di bellissime rose rosse senza biglietto. Un inquietante disegno sotto il tergicristallo dell'auto... Lo psichiatra Jan Forstner è l'oggetto delle attenzioni insistenti di una sconosciuta. All'inizio pensa si tratti semplicemente dei sentimenti innocui di una paziente. Ma quando un amico giornalista, che stava per fargli delle rivelazioni sconvolgenti che lo riguardavano da vicino, viene trovato barbaramente ucciso, Forstner comincia a temere di essere il bersaglio finale di una pazza omicida. Una stalker che non si ferma davanti a nulla pur di ottenere ciò che vuole. E ciò che vuole è lui, Jan, per sempre...


LA RECENSIONE:

La rosa rossa è il simbolo dell'amore per antonomasia. Un amore delicato, come una rosa, ma forte e passionale come il colore rosso. Lo psichiatra Jan, non immagina certo che dietro il gesto di un'ammiratrice misteriosa, si celi una pericolosa mente omicida.
Perciò quello che inizia come un mistero interessante e curioso, diventa ben presto il peggiore degli incubi.

"Forse si sbagliava, e si trattava solo di uno scherzo di cattivo gusto, ma quella vista gli trasmetteva una brutta sensazione.
Una bruttissima sensazione.
Gli sembrava un segnale.
Un'invocazione di aiuto."

Siamo abituati a vedere donne perseguitate da terribili stalker che distruggono la vita delle vittime, in questo caso sarà il povero Jan a ritrovarsi come oggetto del desiderio di una mente squilibrata disposta a tutto pur di averlo.
Dorn ci accompagna in un nuovo affascinante viaggio all'interno della psichiatria e della follia che può sconvolgere la mente umana.


IL MIO GIUDIZIO:

Dopo la lettura de "La psichiatra", ho aggiunto Wulf Dorn nella lista dei miei autori preferiti.
Sicuramente questo romanzo è meno brillante rispetto al primo, ma presenta delle caratteristiche e delle tematiche che lo rendono unico e particolare. L'autore ci guida ancora una volta all'interno della mente umana che funziona secondo dei meccanismi complessi e semplici allo stesso tempo.
Basta un evento, un trauma o un'esperienza negativa a cambiare per sempre la vita di una persona.
Attraverso uno stile fluido dal ritmo serrato e carico di suspense, l'autore conquista il lettore attraverso la complessità dei personaggi costruiti alla perfezione.
La cosa più interessante è stata vedere un uomo nei panni della vittima, una cosa a cui non siamo abituati e ci dimostra che davanti alla follia siamo tutti uguali: inermi e impotenti.
Lo consiglio!


giovedì 19 novembre 2015

Recensione "Una brava ragazza" di Mary Kubica

Buonasera lettori,
voglio parlarvi di un bellissimo thriller della Newton Compton Editori, "Una brava ragazza", scritto da Mary Kubica.
Buona lettura!


** contiene spoiler**

LA COPERTINA:



LA TRAMA:

Mia Dennett è figlia di un importante giudice di Chicago, ma ha scelto di condurre una vita semplice, lontana dai quartieri alti e dalla mondanità in cui è cresciuta. Una sera come tante, entra in un bar per incontrare il suo ragazzo ma, all’ennesima buca di lui, Mia si lascia sedurre da un enigmatico sconosciuto dai modi gentili. Colin Thatcher – questo il vero nome del suo affascinante nuovo amico – sembra il tipo ideale con cui concedersi l’avventura di una notte. Peccato che si rivelerà il peggior errore della sua vita: Colin infatti è stato assoldato per rapirla. Ma quando Thatcher, invece di consegnare l’ostaggio, decide di tenere Mia con sé e di nasconderla in un remoto capanno del Minnesota, il piano prende una piega del tutto inaspettata. A Chicago, intanto, la madre di Mia e il detective Gabe Hoffman, incaricato delle indagini, sono disposti a tutto pur di ritrovare la ragazza, ma nessuno può prevedere le conseguenze che un evento tanto traumatico può avere su una famiglia apparentemente perfetta…


LA RECENSIONE:

"E' mia figlia, però non è mia figlia. E' Mia, ma non è Mia. Le assomiglia, però indossa calzini, beve caffè e si sveglia singhiozzando nel cuore della notte."

Il rapimento di Mia Dennett sconvolge l'opinione pubblica. la ragazza sembra essere scomparsa nel nulla, eppure l'ultima volta che è stata vista non sembrava in pericolo, tutt'altro. Il detective Gabe, si fa largo a stento tra la vita di Mia. I genitori parlano poco e non sembrano nemmeno stupirsi del fatto che da giorni la ragazza non fornisca sue notizie e sia irreperibile. La faccenda assume degli strani connotati. C'è qualcosa sotto e il detective è determinato a scoprirlo.

"Conosco la sensazione che danno gli sguardi sfuggenti, o di chi ti guarda senza vedere niente. Conosco il tono sprezzante nella voce, so come ci si sente quando si è traditi e disillusi, quando qualcuno che potrebbe darti il mondo rifiuta perfino di concedertene un pezzetto. Forse non siamo tanto diversi, in fondo."

Colin aveva solo un semplice compito. rapire Mia e consegnarla ad un losco individuo che avrebbe chiesto successivamente un ingente riscatto alla famiglia. Forse per i suoi occhi azzurri o per la sua storia, decide che non la consegnerà a quell'uomo. Non sopporta l'idea che qualcuno possa farle del male. Non sa cosa succederà dopo, ma è certo che vuole tenere Mia con sé, "al sicuro".

Prigionieri in un capanno con l'inverno alle porte, impareranno a conoscersi e ad amarsi, ma quell'idillio non durerà per sempre, le ricerche di Mia avvicinano sempre più il detective alla verità e alla resa dei conti. Scelte, nuove scoperte e un colpo di scena che lascia senza fiato, questo e molto altro in un thriller spettacolare.


IL MIO GIUDIZIO:

Il thriller che non ti aspetti, quello che ti fa scendere una lacrima solitaria quando si volta l'ultima pagina.
Una trama particolare che segue solo in parte le regole e lo schema del genere.
La narrazione ha sostanzialmente tre narratori ed è divisa in due momenti temporali distinti. La "vittima", in questo caso, non è ignara ed innocente, ma è la causa stessa di tutto.
Devo dire che il finale mi ha lasciato di stucco, ho fatto delle congetture man mano che proseguivo con la lettura, ma non mi sono avvicinata nemmeno lontanamente alla verità. 
Ritmo incalzante che vi terrà incollati alle pagine.
Avevo aspettative molto alte per l'autrice e sono state pienamente soddisfatte.
Lo consiglio!




Recensione "Petali di luna" di R.M. Stuart

Buongiorno lettori,
oggi vi parlo del secondo capitolo della serie "Once upon a steam", edita dalla Dunwich Edizioni.
L'autrice R.M. Stuart, ci propone una rivisitazione molto originale e toccante de "La bella addormentata nel bosco", con il romanzo 'Petali di luna'.
Buona lettura!

** può contenere spoiler **

LA COPERTINA:



LA TRAMA:


In una Londra dalle sfumature gotiche, sospesa nel tempo, un amore tormentato sboccia come un fiore lunare nel cuore della notte. Lei principessa, lui antieroe, un’unione ambigua ma tanto forte che nemmeno la magia può spezzare. Rose e Tristan, cresciuti assieme in una (ir)realtà umana, si amano, si desiderano, finché la vita chiede loro un dazio da pagare. Infatti una maledizione aleggia su Rose, una maledizione fatta di rancore e antichità, anche se Tristan veglia su di lei con incondizionata devozione. Tuttavia l’amore non è una favola, forse è una tragedia. Tristan lo scopre a sue spese, così perfino la fiera Rose che – senza speranza, senza più lacrime, senza aspettative – è vittima del sonno eterno diventando quindi “la bella addormentata”, proprio come Malefica le aveva predetto alla nascita. Sarà la morte più potente della sorte? Passione, sortilegi, viaggi inter dimensionali: un vortice di musica e sensazioni che avrà inizio e fine a Steamwood.


LA RECENSIONE:

"Non posso starle accanto come uomo, ma posso starle accanto come servitore. Alcun nemico le farà del male, alcun nemico di notte o di giorno potrà avvicinarsi a lei. La proteggerò, dovessi vivere mille e una vita da animale, dovessi dimenticare la mia voce mortale, dovessi ululare al cielo la mia disperazione per questo amore che ci unisce e ci divide."

Briar Rose è riuscita a sfuggire al sonno mortale profetizzato per lei da Malefica. Ora si trova sulla terra, in esilio, come compagni ha le fate madrine Flora e Daphne, e un fido cavaliere, Tristan. Sono cresciuti insieme, il compito di Tristan è sempre stato quello di vegliare sulla vita di Rose, di proteggerla anche a costo della vita. Questo rapporto così speciale, cresce con loro fino a sbocciare nell'amore più grande che si possa concepire.

"Mi state condannando a una vita di sofferenze, lo sapete?"

"Non io, ma il destino che ha fatto di te un guardiano. Devi accettare la tua natura e la tua missione, dimenticando qualsiasi sentimento che ti leghi alla nostra Rose. Devi vivere e morire per lei, nient'altro: non c'è spazio per l'amore, ragazzo mio."

Questo amore non porta nulla di buono. Rose è una principessa, Tristan un semplice guardiano il cui unico scopo è proteggerla quando la maledizione arriverà inevitabilmente.
Nonostante sia illogico e sbagliato, per Rose non c'è cosa più giusta da fare: ama Tristan e non vuole passare nemmeno un altro minuto lontana dal suo sguardo e dal suo cuore.
L'amore non si cura dei divieti e delle regole imposte da altri, l'amore divampa e travolge.

"Ho amato nella mia vita solo una volta, ho amato Rose da quando ho incontrato il suo sguardo battagliero e triste, e sapevo che non sarei stato il principe delle fiabe, eppure ho varcato il limite imposto dalle regole della nostra dimensione."

Si può sfuggire a qualsiasi cosa nella vita, ma non al destino. E quello di Rose e Tristan sta per compiersi, solo una cosa è certa: comunque vada, è una favola che non è destinata al lieto fine.


IL MIO GIUDIZIO:

Molto bello e intenso. Anche in questo caso la favola originale è stata rivisitata e l'elemento che regna sovrano è l'amore, ma non quello da fiaba, quello del "vissero felici e contenti", no.. è un amore struggente e fortissimo che travolge i protagonisti senza via di scampo.
L'autrice con uno stile molto elegante e un linguaggio aulico, ci conduce in questo vortice di passione al quale è impossibile opporsi. Come sempre, ritroviamo i punti chiave della favola classica, arricchita da elementi moderni e innovativi. Fa da cornice, ancora una volta, il regno di Steamwood dove è in corso una vera e propria rivoluzione di queste principesse guerriere.
Lo consiglio, soprattutto alle mie lettrici che amano le belle storie d'amore, Rose e Tristan vi conquisteranno.

mercoledì 18 novembre 2015

Recensione "Un cuore per un cuore" di Ornella Calcagnile

Buongiorno cuori librosi,
questa mattina vi parlo del primo romanzo della nuova collana firmata Dunwich Edizioni, "Once upon a steam".
Ornella Calcagnile ci porta in un mondo di fiaba moderno in un romanzo innovativo e particolare, "Un cuore per un cuore".
Buona lettura!


LA COPERTINA:


LA TRAMA:

A Steamwood, nel piccolo regno di Enchanted Forest, Biancaneve e il suo principe hanno conseguito il tanto meritato lieto fine dando persino alla luce una bambina, riflesso della madre: Biancabrina.
Una felicità raggiunta a discapito però della “povera” Grimilde che, sopravvissuta, si è nascosta nella cittadina di Steamgrow e ha ordito una tremenda vendetta a danno della figliastra, lanciando nel momento più opportuno una maledizione sul regno, un sortilegio a cui, per sua sfortuna, Biancabrina è riuscita a sottrarsi.
Tra elementi della fiaba classica e quelli innovativi dello steampunk, una nuova improbabile principessa tenterà di riconquistare il regno che le spetta di diritto e apporre la parola fine sulla sua “nonnastra”. Nell’impresa non sarà sola, ma accompagnata dal fidato amico Dopey e i suoi mecha-nani.
Biancabrina riuscirà a guadagnarsi il lieto fine e portare a compimento la sua vendetta o sarà ostacolata dalle creature di Steamwood e dal Narratante, sommo signore di quelle terre?
Tra ferro e vapore, magie e pozioni, ottone e marchingegni, tutto ha inizio con… Once Upon a Steam




LA RECENSIONE:

"Forse li accomunava il sentirsi pesci fuor d'acqua in contesti che, anche se in modi diversi, esercitavano su di loro una certa pressione. Lei, ereditiera con il compito di essere all'altezza dei genitori; lui con il peso del lavoro sulle spalle e una tradizione in miniera da rispettare."

Vi ricordate la favola di Biancaneve? Bene, in questa fiaba moderna ci ritroviamo alle prese con sua figlia, Biancabrina. Diversa in tutto dalla madre, tranne che nell'aspetto, la ragazza non riesce ad inserirsi nella vita del regno. Non ha grazia né buone maniere, non aspetta il principe azzurro e i cavalli bianchi le danno la nausea. Possiamo definirla un'anti principessa. Il suo unico amico è il nano Dopey, l'unico che riesce a vedere un briciolo di umanità e bontà in lei.

"Non possiedo più una famiglia o degli amici. Il mio regno non esisterà neanche più. Perché fuggire?"

"Per vivere davvero e non in un sogno. Lì fuori c'è un mondo eccitante: cavalli meccanici, case su ruote, nani con corpi ferrosi, alberi dispettosi che si muovono... devi vedere tutto questo!"

Dopo un maleficio di Grimilde, Biancabrina è l'ultima speranza per il suo regno. Deve trovare la strega e ucciderla una volta per tutte, anche se così facendo, condannerà per sempre il suo cuore all'oscurità. 

"Sulle mensole spiccavano vasi e giare, più o meno grandi. In alcuni vi erano ciocche di capelli, in altri cuori di diverse creature. In quell'arcana e discutibile esposizione non si poteva fare a meno di notare lo splendore di lunghe ciocche d'oro e la particolarità di un cuore, in parte nero e in parte rosso vivo, un cuore velato d'ombra, ancora incerto sulla strada da seguire."

Pur non avendo mai dimostrato bontà e amore verso nessuno, la ragazza si ritroverà a compiere una difficile scelta per salvare coloro che più ama. Il perfido narrante le proporrà uno scambio tutt'altro che equo, ma se c'è una cosa che contraddistingue Biancabrina, è proprio il coraggio.


IL MIO GIUDIZIO:

Se dovessi definire questo romanzo con un solo aggettivo, sceglierei "geniale"!
L'idea è splendida e portata avanti con maestria dall'autrice. Ci sono richiami importanti alla favola originale, ma c'è un mondo tutto nuovo da scoprire con una protagonista che spacca. Ho apprezzato moltissimo le descrizioni di Steamwood e delle curiose creature che abitano questa terra. Stile scorrevole e molto curato. Il finale è stato inaspettato e non nego che avrei voluto avere il numero dell'autrice per saperne di più. 
Non posso che consigliarlo, questa anti principessa vi conquisterà ( e poi diciamocelo, Biancaneve e tutta la sua bontà hanno stufato :-P )

martedì 17 novembre 2015

Recensione "La psichiatra" di Wulf Dorn

Buongiorno lettori,
oggi vi parlo di un thriller psicologico che mi ha letteralmente rapita per un giorno.
Si tratta de "La psichiatra" di Wulf Dorn.
Buona lettura!


LA COPERTINA:



LA TRAMA:

Lavorare in un ospedale psichiatrico è difficile. Ogni giorno la dottoressa Ellen Roth si scontra con un'umanità reietta, con la sofferenza più indicibile, con il buio della mente. Tuttavia, a questo caso non era preparata: la stanza numero 7 è satura di terrore, la paziente rannicchiata ai suoi piedi è stata picchiata, seviziata. È chiusa in se stessa, mugola parole senza senso. Dice che l'Uomo Nero la sta cercando. La sua voce è raccapricciante, è la voce di una bambina in un corpo di donna: le sussurra che adesso prenderà anche lei, Ellen, perché nessuno può sfuggire all'Uomo Nero. E quando il giorno dopo la paziente scompare dall'ospedale senza lasciare traccia, per Ellen incomincia l'incubo. Nessuno l'ha vista uscire, nessuno l'aveva vista entrare. Ellen la vuole rintracciare a tutti i costi ma viene coinvolta in un macabro gioco da cui non sa come uscire. Chi è quella donna? Cosa le è successo? E chi è veramente l'Uomo Nero? Ellen non può far altro che tentare di mettere insieme le tessere di un puzzle diabolico, mentre precipita in un abisso di violenza, paranoia e angoscia. Eppure sa che, alla fine, tutti i nodi verranno al pettine...


LA RECENSIONE:

"Certe leggende parlano di luoghi che attirano il male, luoghi che sono stati teatro di tante tragedie, come se fossero affamati di terribili disgrazie."

Lavorare come psichiatra, è dura a volte. Bisogna non lasciarsi coinvolgere emotivamente, essere lucidi e razionali per risolvere i problemi del paziente, sopportare un forte e costante stress. Ellen riesce piuttosto bene nel suo mestiere, ma da un po' di tempo a questa parte, è sempre più stanca e poco lucida. L'arrivo di una misteriosa paziente che afferma di essere vittima dell'Uomo Nero, sarà la ciliegina sulla torta per una lenta discesa nei meandri della follia umana.

"Sì, gli psicopatici esistevano, pazienti che a causa di un disturbo del metabolismo cerebrale si trasformavano in mostri imprevedibili. Ora sembrava che uno di loro avesse deciso di condurre Ellen alla follia."

L'Uomo Nero esiste, ed è un pazzo psicopatico che inizia un gioco spietato con Ellen. Indizi, minacce, un libro di fiabe.. il quadro si fa sempre più confuso. E la donna misteriosa, ora ostaggio del mostro, che ruolo ha in tutto questo? E' nata nello stesso giorno e nello stesso luogo di Ellen, forse non è stata scelta a caso.

"Ci dica soltanto perché non vuole raccontarci niente di Lara Baumann, e ce ne andremo."

"Le assicuro che non le farebbe piacere saperlo. Non bisogna parlare del male quando se n'è andato. Altrimenti torna."

Una cittadina che sembra avere la bocca cucita sulla ragazza. Il mistero si infittisce in una spirale di mostruosità e pazzia. Ellen è ad un passo dalla verità, ma non sarà piacevole.


IL MIO GIUDIZIO:

Resto sempre affascinata dai thriller psicologici quando sono scritti bene. Ho finito il romanzo in un giorno e anche durante le pause di lettura, ha occupato la mia mente. Vi confesso che sono tornata un po' bambina con la storia dell'Uomo Nero. Trama bellissima, ricca di suspense fino al finale che sorprende al massimo. La protagonista è eccezionale, ricostruita, dal punto di vista mentale, con accurate descrizioni. Il ritmo è incalzante e rimane difficile staccarsi dalle pagine.
Se siete coraggiosi e non avete paura di cosa si nasconde nell'ombra, ve lo consiglio.
Per tutti gli altri, state vicino a una fonte di luce e leggetelo comunque!!

domenica 15 novembre 2015

Recensione "L'ultimo treno per Istanbul" di Ayse Kulin

Buongiorno lettori,
oggi vi parlo di una recente pubblicazione della Newton Compton Editori.
Si tratta del romanzo, "L'ultimo treno per Istanbul" dell'autrice Ayse Kulin.


LA COPERTINA:




LA TRAMA:

Selva è la figlia dell’ultimo pascià ottomano della Turchia e può avere qualunque uomo desideri. Eppure ha occhi solo per Rafael Alfandari, un ragazzo ebreo, figlio del medico di corte. Nonostante l’opposizione delle loro famiglie, che non vedono di buon occhio l’unione tra due mondi così diversi, i giovani amanti si sposano di nascosto e scappano a Parigi per farsi una nuova vita. Ma quando i nazisti occupano la Francia, la coppia in esilio imparerà sulla propria pelle che niente – né la guerra, né la politica, né la religione – può spezzare gli antichi legami di sangue. Grazie all’aiuto dei coraggiosi diplomatici turchi, infatti, organizzeranno un piano per mettere in salvo i membri della famiglia Alfandari e molti altri ebrei. Insieme, saranno costretti ad attraversare un continente in guerra, a entrare in territorio nemico e rischiare tutto nel disperato tentativo di ritrovare la libertà.


LA RECENSIONE:

"Sì, la religione era una cosa meravigliosa; di sicuro doveva essere una parte della vita e non essere usata per separare le persone. Persone di religione diversa non potevano volersi bene?"

La lotta di Selva verso la libertà e l'amore, le costerà moltissimo in termini di affetto. Lei e Rafael sono entrambi turchi, ma di religioni opposte: lui è ebreo, lei musulmana. Un disonore per entrambe le famiglie che vogliono impedire a tutti i costi il matrimonio. Per questo i due giovanissimi ragazzi fuggono in Francia, nella speranza di trovare la pace.

"Era davvero pietoso: aveva paura di far circoncidere il figlio e si trovava nella posizione di poter essere trascinato via da sua moglie e da suo figlio da un momento all'altro e spedito in un campo di lavoro. Rischiava una condanna a morte, pur non avendo commesso alcun crimine. Potevano mandarlo alla forca senza un processo."

Nemmeno in Francia riescono a trovare un briciolo di felicità. Siamo ai tempi del nazismo e i tedeschi occupano a poco a poco tutta la nazione, fuggiti dalle famiglie, ora sono perseguitati da nemici ben più potenti e letali. Rafael potrebbe essere deportato in un campo da lavoro e non fare più ritorno, Selva non può stare a guardare e compie un'impresa senza precedenti.

"A conti fatti, cos'è poi la vita? Non moriremo tutti alla fine? Credo che valga la pena vivere se, mentre siamo su questa terra, facciamo qualcosa di onorabile."

Grazie al coraggio di Selva e dei consoli turchi in Francia, centinaia di ebrei saranno messi in salvo sull'ultimo treno per Istanbul.


IL MIO GIUDIZIO:

Questa è una storia che, purtroppo, si adatta fin troppo bene al periodo storico che stiamo vivendo. E' la storia di come le religioni e la politica hanno da sempre avuto un peso decisivo sulla vita degli uomini. E' la storia di come "diverso", spesso diventa sinonimo di "pericoloso". Ma è anche un racconto di speranza, di amore e di coraggio. I protagonisti del romanzo sono tutti eroi che hanno messo a disposizione la propria vita per salvare centinaia di persone. Il treno come fuga verso la salvezza, un viaggio lunghissimo e pieno di ostacoli e pericoli. L'autrice è brava nel descrivere gli stati d'animo di tutti i personaggi che vivono nell'incertezza e nella paura più totale.
A dispetto della trama, il romanticismo e l'amore in senso stretto non trovano molto spazio all'interno del romanzo, che in alcune fasi diventa prolisso e difficile da seguire.
Non è una lettura leggera e spensierata, ma fornisce un punto di vista diverso sui tragici avvenimenti della Seconda Guerra Mondiale.